bella al mare

Pronta per immergere i piedi in acqua? E per giocare con la sabbia? O per fare un po' di (facile) aquagym?
Tra sole (con moderazione), acqua salata e aria salubre, la spiaggia è una tua alleata di bellezza: sfrutta tutto ciò che puoi fare in riva al mare per tornare dalle vacanze più bella e riposata.

Se metti in pratica i nostri consigli, la tua beauty routine marina diventerà una piacevole abitudine che porterai con te in valigia tutte le volte che partirai verso il mare. Volta pagina.

Beauty routine in riva al mare: trasforma la tua spiaggia in una SPA

Un percorso beauty fatto di "coccole marine" (e non solo) per viso, corpo e capelli

Metti in pratica i nostri consigli, la tua beauty routine marina diventerà una piacevole abitudine che porterai con te in valigia tutte le volte che partirai verso il mare! Volta pagina.

Camminare in acqua per combattere la cellulite

La camminata anticellulite

Il rimedio migliore contro la pelle a buccia d'arancia è camminare nel mare, immerse fino a metà coscia. La resistenza dell'acqua è una formidabile ginnastica rassodante. Ma, perché funzioni davvero, l'esercizio deve durare almeno 40 minuti.
Nella prima mezz'ora di camminata il corpo non brucia i grassi che si depositano sotto la pelle, ma solo gli zuccheri presenti nel sangue. Per ottenere il massimo risultato, cammina per 10 minuti in avanti e per altrettanti all'indietro. Altri 10 avanzando su un lato e gli ultimi sull'altro. Lavoreranno tutti i muscoli delle gambe.

Nelle tue camminate in riva al mare ricorda di proteggere sempre la pelle dal sole: il riverbero dei raggi solari sulle onde amplifica la potenza degli UV.

Levigare la pelle con l'acqua di mare

Bagno di mare + sole = psoriasi, eczema e dermatite KO

Se la pelle del corpo è ipercheratosica, si desquama ed è piena di pellicine, soprattutto su gomiti, ginocchia e talloni, il binomio acqua di mare e sole è un toccasana per le aridità diffuse.

L'esposizione ai raggi, unita ai bagni in mare, aiuta le piccole squame provocate dalla psoriasi a cadere e la pelle a ricostituirsi. Dopo un tuffo in mare è consigliabile non fare subito una doccia, ma lasciare agire sulla pelle l'acqua salata per mezz'ora. In questo caso, il sale si deposita sulla pelle, levigando la pelle. Per evitare la comparsa di nuove chiazze applica il solare molto spesso, meglio se in una texture in latte.

Nel caso di dermatiti atopiche (è il nome scientifico) il sole può fare molto perché i raggi ultravioletti, oltre a regolarizzare il ricambio delle cellule, rallentano la risposta del sistema immunitario che, in presenza di eczemi e irritazioni, è accelerata. Un altro beneficio è dovuto all'azione disinfettante del sole, che riduce l'infiammazione. È importante, però, proteggersi con solari in crema, ricchi di sostanze che nutrono la pelle e servono da barriera contro le radiazione più nocive.

Spray di acqua termale contro i rossori

Acqua termale per lenire la pelle (sensibile) accaldata

Quando l'epidermide è molto sensibile e si arrossa con facilità, il sole non è un grande alleato. Il risc

hio maggiore sono i raggi infrarossi. Questi, infatti, riscaldando la pelle, provocano una dilatazione dei capillari e, in caso di couperose preesistente, la peggiorano.
Meglio esporsi al sole con molta prudenza, dopo aver spalmato sul viso una protezione solare contro i raggi infrarossi: è specificato sulla confezione.

Ogni tanto rinfresca la pelle con acqua termale spray che avrai tenuto frigorifero e mai con l'acqua di mare: il sale può irritare una pelle già molto sensibile.

Esfoliare la pelle con la sabbia

Esfoliazione con la sabbia

La sabbia è un esfoliante naturale che rende la pelle di braccia e gambe più liscia, pronta per ricevere i raggi solari (sempre con la protezione) e per essere depilata. L'esfoliazione costante mantiene, inoltre, l'abbronzatura più luminosa e uniforme.

Una volta a casa, prova una ricetta naturale che allevierà il senso di fatica e calore dalle gambe. Mescola un cucchiaio di sabbia con 2 di miele e 2 di aceto di mele: è un vero e proprio scrub che associa l'effetto levigante dell'acido malico dell'aceto e quello addolcente del miele.

Per sgonfiare i piedi stanchi, invece prepara un fondo di sabbia su cui poggiare i piedi, che poi immergerai in acqua tiepida in cui avrai sciolto 10 gocce di olio essenziale di menta.

Burrocacao con fattore protettivo elevato per labbra, naso e contorno occhi

Labbra, contorno occhi e naso sempre iper protetti

Non lasciare che il sole invecchi la pelle, soprattutto di quelle zone delicatissime prive di ghiandole sebacee che ne risentono maggiormente, come la mucosa labiale e l'area perioculare. La pelle del naso, invece, pur essendo naturalmente più grassa rispetto al resto del viso, può scottarsi per la sua stessa morfologia...protuberante!

Per tenere sotto controllo zampe di gallina, rughette intorno alla bocca, screpolature e scottature varie, abituati all'uso costante di stick nutrienti con SPF 50+. Avrai labbra morbidissime, contorno occhi disteso e abbronzatura uniforme. Non temere che la super protezione "solo" in alcune zone del viso ti abbronzi a macchia, anzi è vero il contrario, perché si tratta di zone fragili che per loro stessa natura si scottano prima, diventando più rosse e quindi più scure (ma in modo antiestetico).

Sul pedalò per rassodare le gambe

Sul pedalò per tonificare le gambe

Per avere ginocchia tornite e senza cuscinetti sui lati, una gita in pedalò può essere un'ottima soluzione. Pedalare in mare rassoda polpacci e interno coscia e fa lavorare molto l'articolazione e i muscoli intorno alle ginocchia. Inoltre è divertente e fa aumentare il buonumore.

Una volta a riva, sotto l'ombrellone, poi, c'è un altro esercizio che aiuta a tonificare la muscolatura dell'interno della gamba. Sedute sulla sdraio, si deve prendere un secchiello, riempirlo di sabbia, infilare la caviglia nel manico e sollevare la gamba tesa per venti volte. Poi si ripete lo stesso movimento con l'altra.

Nutrire i capelli sotto il sole

Nutrimento e protezione per capelli setosi

Se hai i capelli lunghi vaporizza uno spray con filtro solare medio, pari a un spf 10 (meglio applicarlo almeno 15 minuti prima di andare in spiaggia), ma insisti sulle punte, specialmente se sono rovinate. Poi, distribuisci bene il prodotto n un pettine a denti larghi e ripeti l’operazione almeno ogni due ore, soprattutto se fai spesso il bagno o la doccia.

In alternativa, opta per i cristalli liquidi, dalla consistenza più secca, che non ungono, non appesantiscono e lasciano i capelli morbidi. Ne bastano poche gocce e sono l’ideale per chi li ha lisci e sottili.

Per le chiome ricce (naturali o meno) e colorate, vanno bene i fluidi oleosi, ricchi di polifenoli. Quelli a base di olio di sesamo preservano la cheratina e ricreano il film idrolipidico del capello. Jojoba e mandorle dolci proteggono da salsedine e cloro, mentre l’arnica ha proprietà che decongestionano e idratano la cute.

Hai un taglio corto e ti piace curarne lo styling anche in spiaggia? Scegli un gel con spf che, oltre a proteggere, ti aiuta a restare in ordine anche sotto l’ombrellone.

Massaggiare i piedi con i sassi del fondale marino

Massaggio antistress con i sassi del fondale

Se la tua spiaggia è sassosa, ogni tanto lascia in riva le scarpette di gomma, e immergi i piedi nudi in acqua. A contatto con i sassi, la circolazione periferica ne beneficerà. L'acqua di mare, inoltre, è ricca di sali minerali ed oligoelementi essenziali, quali: magnesio, zinco, sodio, potassio, rame, ferro, bromo, calcio, fosforo e iodio, che per osmosi favoriscono il drenaggio dei liquidi in eccesso.

Con la pianta del piede destro esegui dei movimenti rotatori che abbraccino prima un sasso poi l'altro. E poi cambia con l'altro piede.

Se invece la tua spiaggia è composta da sassolini tipo brecciolina o ghiaietta, disegna dei cerchi con i piedi stando attenta a non perdere l'equilibrio: questo movimento aiuterà a snellire le caviglie.

Riproduzione riservata
dmbeauty

2.218 posts 379k followers

Make up your life

Beauty cards