Centella asiatica: il rimedio naturale contro rughe, cellulite e cicatrici

Un ingrediente che sta prendendo piede nella formulazione di cosmetici contro gli inestetismi più temuti di viso e corpo. Ma quali sono le proprietà di quest'erba che viene da Oriente?

Da essere una pianta di tradizione millenaria utilizzata nella medicina cinese e nella tradizione ayurvedica, la centella asiatica è giunta sino a noi per combattere la cellulite e contrastare le rughe.

Che cos’è

La Centella asiatica è una pianta curativa appartenente alla famiglia delle Apiaceae o Ombrellifere originaria dell’India. Cresce in luoghi umidi e ombrosi, come ad esempio lungo i corsi d’acqua, nelle zone palustri e nelle foreste che vedono pochissimo la luce del sole.

Ha fiori violacei e foglie tondeggianti, disposte a rosetta. Sono proprio queste le "custodi" dei principi attivi che rendono la Centella asiatica un rimedio tonificante dei vasi sanguigni e cicatrizzante della pelle. Ed è a grazie a queste virtù che la Centella asiatica è conosciuta anche come "ginseng indiano" e "pianta della tigre": la leggenda vuole che le tigri, quando riportavano ferite, vi si strofinassero contro, per medicarsi e trovare riparo. Fin dall’antichità, la Centella asiatica è stata impiegata in Madagascar, India, Ceylon e Isole Mauritius, dove nasce spontaneamente, contro malattie della pelle, come lupus e ulcerazioni

A cosa serve

A migliorare il tono e la resistenza del tessuto di vene e capillari. Rinforzando il tono vascolare e riducendo la permeabilità capillare, la Centella asiatica svolge un’azione efficace contro i gonfiori degli arti inferiori: ciò la rende particolarmente utile nel trattamento della cellulite.

Poiché stimola la formazione di nuovo collagene, la Centella asiatica favorisce inoltre la tonicità della pelle, molto utile in caso di rughe e cedimenti cutanei. E coadiuva la rimarginazione delle ferite, poiché interviene nella riepitelizzazione dei tessuti danneggiati.

Altre proprietà della pianta sono: azione antinfiammatoria, antiossidante e leggermente sedativa e, per questo, è utile per le ulcere, anche gastriche.

Benefici

I benefici della Centella asiatica si possono dividere in due ambiti: da un lato ha virtù cicatrizzanti, dall’altro lato rinforza i vasi sanguigni.

Nel primo caso, promuove la formazione di nuovi strati di cellule: accelera così la cicatrizzazione di piaghe, lesioni cutanee e ustioni di primo e secondo grado, dermatosi ed eczemi. Per restare in ambiti meno problematici della pelle, troviamo la centella asiatica nei prodotti antirughe, antismagliature e rassodanti della pelle.

Per quanto riguarda, invece, i benefici protettivi della circolazione, la centella è utile per prevenire e trattare l’insufficienza venosa e quindi il gonfiore e la pesantezza alle gambe e alle caviglie che ne derivano, ma anche il dolore alle vene, i crampi notturni e le emorroidi.

È utile anche in caso di capillari in evidenza.

Contro la cellulite

Grazie all’azione stimolante sulla circolazione venosa, la Centella asiatica è molto utilizzata nei prodotti anticellulite. Non dimenticare che tra le cause della cellulite figura l’insufficienza venosa che comporta la ritenzione idrica. Ecco che la centella asiatica, migliorando l’elasticità delle vene e promuovendo il riassorbimento dei liquidi interstiziali, diventa un rimedio utile contro la pelle a buccia d’arancia. È spesso contenuta nelle creme anticellulite e da massaggio.

Può essere assunta sotto forma di perle per uso orale, da prendere due volte al giorno, o tramite infusi e tisane.

Contro le rughe

Gli studi di dermatologia hanno evidenziato come il trattamento di una crema a base di Centella asiatica migliori significativamente la densità dei micro rilievi cutanei e diminuisca la profondità delle rughe attraverso un aumento della sintesi di collagene. L’applicazione di creme a base di Centella, oltre a stimolare la produzione di collagene da parte dei fibroblasti (cellule del derma), aumenta anche la fibronectina cutanea, una proteina di struttura importante per la tenuta del microcircolo. Ciò migliora tutta la struttura della pelle che risulta così più turgida e compatta.

Contro le cicatrici

La capacità della Centella asiatica di riparare i tessuti danneggiati, la rende molto utile come rimedio cicatrizzante. Accelera la formazione di nuove cellule più sane e rimargina le ferite. L’estratto della pianta si trova in gel e creme da applicare direttamente sulla cicatrice. In alternativa, si possono utilizzare poche gocce di olio essenziale di centella diluito in olio di mandorle dolci, direttamente sulla zona.

Controindicazioni

L'assunzione e l'utilizzo di questa pianta può comportare fotosensibilità: per evitare macchie cutanee, è bene evitare quindi l’esposizione diretta alla luce del sole. Se ne sconsiglia inotre l'utilizzo in gravidanza e allattamento.

Riproduzione riservata