Come cambia il corpo della donna a 20, 30, 40, 50 e 60 anni

Credits: Shutterstock
di

Elisa Bonandini

Sono inevitabili ma gestibili, e vanno accettati con serenità ed un pizzico di leggerezza: stiamo parlando dei cambiamenti nel corpo della donna! Il tempo non si contrasta, ma sapere cosa cambia può dare ottimi spunti per "prevenire"

Ogni decennio che passa segna dei cambiamenti fisici nel corpo della donna, la maggior parte dei quali sono dovuti a metabolismo e ormoni. La quantità di grasso corporeo passa da un range del 18%-22% dei 20 anni ad un range di 34%-38% dei 60 anni, ma facendo dell’attività fisica regolare queste percentuali si possono abbassare.

La forma del corpo cambia (e le curve... si spostano!), così come la sua “consistenza”. È una trasformazione del tutto normale e va accettata con serenità. Quello che si può fare è esserne il più possibile consapevoli e prepararsi per affrontare il cambiamento al meglio, senza farsi cogliere impreparate. Ecco come cambia il corpo nei decenni e qualche consiglio pratico su come adattarsi per restare in forma.

20 anni

È il decennio in cui il corpo di un'adolescente sboccia nel corpo di una donna. La silhouette è tonica e scattante, una sensazione che non dipende dal peso corporeo ma dalle energie che il corpo sente di avere in tante diverse situazioni. In generale infatti, prevale la massa muscolare sulla massa grassa: a questa età, se si fa attività fisica costante il grasso corporeo si contiene tra il 18% e il 22%, mentre se si è sedentarie sale tra il 23% e il 30%.

A 20 anni, la pelle è luminosa e compatta, anche dopo una serata di eccessi ed ore piccole, proprio come quella della bellissima attrice Elle Fanning. Attenzione però alla troppa esposizione al sole, specialmente se non protetta, tipica di questi anni, perché la pelle presenterà il conto tra i 30 e i 40 anni, con le prime macchie e rughe. E anche ai dimagrimenti repentini, frequenti nelle giovanissime: a lungo andare lasciano smagliature che, una volta formatesi, è difficile far regredire.

Questi 20 anni di spensieratezza vanno goduti fino in fondo: li ricorderete con nostalgia!

Credits: GettyImages

30 anni

Da una parte è una bellissima età perché si raggiunge una maggiore consapevolezza di sè mantenendo la forma fisica, si trova (forse) la propria strada professionale e chi vuole inizia a progettare una famiglia; dall’altra, il corpo comincia a dare qualche piccolo segno di cambiamento. Se dai 20 ai 30 si è in piena “primavera”, dai 30 in poi inizia un rallentamento. Con la testa ci si sente ancora nei vent'anni ma due segnali ci dicono che non lo siamo più: gli eccessi a tavola e le ore molto piccole si fanno sentire sempre di più!

Il tasso metabolico si riduce e il grasso corporeo inizia ad aumentare (soprattutto in zona pancia, fianchi e cosce): un lavoro più stabile, specialmente se sedentario, non aiuta. Se si fa attività sportiva regolare il grasso corporeo sta tra il 20% e il 24%, mentre se si è sedentarie sale tra il 24% e il 32%. A partire dai 30 anni si perde per ogni decennio tra il 3% e il 5% di massa muscolare.

La silhouette è ancora riconducibile a quella dei 20, ma è leggermente più piena e impegnativa da mantenere. Va sicuramente tenuta sotto controllo la quantità di cibo (150-200 calorie in meno rispetto a quelle che si assumevano prima è un buon compromesso) e va introdotta dell'attività fisica. Attenzione a perdite di peso repentine che potrebbero lasciare il segno, meglio non superare i 2 chili al mese. A parte questo, concedetevi senza paura una bella minigonna o degli shorts, come la bella Blake Lively e godetevi la maturità e la sicurezza che questo decennio porta con sè!

Credits: Getty Images

Blake Lively, 30 anni

40 anni

C’è chi sostiene che a 40 anni una donna raggiunga il suo apice in bellezza, stile, personalità, consapevolezza. Se la bellezza, nel senso più ampio del termine, dei 20 e dei 30 anni non è ancora matura, a 40 lo è di certo. Mai sottovalutare il fascino di qualche rughetta!

Nel corpo la trasformazione continua, e oltre all’incremento di grasso corporeo (tra il 23% e il 27% per chi fa sport e tra il 28% e 34% per chi è sedentaria) e alla riduzione della velocità del metabolismo, a 40 si aggiunge l’inizio della riduzione dei muscoli e dello spessore delle ossa, oltre ad un leggerissimo "abbassamento" se non si fa sport (di circa 2-3 cm) per via dell'incurvamento della spina dorsale. Quando si prende peso, si fa molta più fatica ad eliminarlo.

In generale il corpo risulta un po' appesantito, il livello di energia si abbassa, ci si sente più deboli, lente e “rigide” a livello articolare. La silhouette, a meno che non siate delle super-sportive, tende a perdere di definizione: dieta molto controllata, sonno regolare e attività fisica diventano quasi obbligatorie, se si vuole restare in forma.

Uno stile ben definito, sobrio e attuale (senza voler a tutti i costi utilizzare ancora quegli shorts della vacanza post-laurea) è tutto quello di cui una 40enne ha bisogno, come ci dimostra la bellissima e sofisticata Jessica Chastain nella semplicità dei suoi 41 anni.

Jessica Chastain, 41 anni

50 anni

In questo decennio la donna si trova a dover affrontare uno scoglio non indifferente: la menopausa. Ciò che si è innescato a 40 a livello di metabolismo e trasformazione corporea, a 50 anni progredisce, con l’aggiunta di perdita di elasticità della pelle e secchezza, e una riduzione significativa dello spessore delle ossa. 

In questo decennio l’aumento di peso è fisiologico, e può arrivare anche a due taglie in più rispetto al normale (tra i 7 e i 10 chili in più), non solo per l’aumento di massa grassa (tra il 27% e il 31% se si fa attività sportiva e tra il 33% e il 37% se si è sedentarie), ma anche la trasformazione della forma del corpo. Per mantenere il metabolismo attivo è consigliabile fare 4-5 piccoli pasti al giorno e del movimento leggero ma quotidiano

È venuto il momento di non gettare la spugna dell’autostima, rimboccarsi le maniche conducendo uno stile di vita estremamente sano e attivo, e puntare tutto sul proprio stile personale! Credereste che l'attrice Sandra Bullock ha 53 anni? 

Sandra Bullock, 53 anni

60 anni

Dicono che a 60 anni inizia una nuova vita! Si ha più tempo da dedicare a sé e tutto sommato si ridimensiona la smania di apparire. La donna inizia a rilassarsi e godere della sua pienezza fisica e intellettuale, di ciò che ha raggiunto e si è guadagnata.

A livello fisico si può subire un leggero calo dell’appetito, soprattutto se non si fa alcuna attività fisica. È in questo decennio che bisogna stare attente a non dimagrire troppo, perché altrimenti si rischia di apparire emaciate e invecchiate, e la massa muscolare scompare del tutto. Finalmente è arrivato quel periodo in cui uno sgarro in più tutto sommato non fa così male! Il grasso corporeo in questo decennio va da un 28% ad un 31% se ci si allena, ad un 34% fino al 38% se si è sedentarie. 

I punti (oltre al viso), dove l’età si percepisce di più sono il collo, le mani, la poca muscolatura e la postura più “chiusa” che ruba qualche centimetro all’altezza (anche fino a 5cm in meno). I must della donna a 60 anni sono la protezione solare alta, un incremento di idratazione (interna ed esterna) e l’esercizio fisico per mantenere tonicità. Il cuore è del 10%-15% più debole quindi l'attività fisica dovrebbe essere costante ma leggera. 

Per il resto...c'è ancora tempo per puntare sulla femminilità e la seduzione, come fa in modo eccelso Sharon Stone, neo 60enne meravigliosa, e lasciare da parte ancora per un po' outfit che invecchiano!

Sharon Stone, 60 anni

Scelti per te