Credits: Photo by Sam Manns on Unsplash

Quanti anni ha la tua pelle? Come prendersi cura del viso in ogni fase della vita, dai 20 ai 60 anni e più

Seguici

Qual è il modo migliore per prendersi cura della pelle? Dipende dalla tua età! Scopri i consigli degli esperti su come curare la pelle del viso in ogni fase della vita, insieme a consigli su prodotti e trattamenti ad hoc

Non c'è un'età per iniziare a prendersi cura del proprio viso: ogni momento è quello giusto, a patto di utilizzare i prodotti più adatti alle esigenze della propria pelle e alla fase della vita che sta attraversando.

Infatti, la cura della pelle non è necessariamente connessa ai trattamenti antiage o a inestetismi specifici, come macchie o acne: da giovani, la pelle è ricca di collagene ed elastina, ma ciò non significa che non abbia bisogno di attenzioni, che aiuteranno a prevenire l'invecchiamento precoce e saranno le basi per le buone abitudini del futuro.

Vediamo allora come prendersi cura della pelle con una corretta skincare e quali prodotti prediligere nella beauty routine in ogni fase della vita.

Credits: Gettyimage

Curare la pelle a 20 anni

A 20 anni la pelle è luminosa, tonica e distesa. È presto per l'antirughe, ma non lo è per una buona crema idratante.

Per idratare, scegli un'emulsione leggera, indicata per il tuo tipo di pelle. Un buon fluido non lascia la pelle unta ed è una buona base per l'eventuale trucco. Se la pelle è grassa è meglio orientarsi su un fresco gel idratante oil free, cioè privo di oli.

Se la pelle è impura, come spesso capita in questa fase della vita, è sbagliato rinunciare all'idratante. Anche la pelle più impura e piena di imperfezioni ha bisogno di essere idratata per mantenersi morbida ed elastica. Se è molto lucida e grassa, opta per un prodotto opacizzante e che regoli la produzione di sebo, da applicare di giorno.

Prima di andare a dormire è bene spalmare sul viso una crema dall'azione purificante. Se hai dubbi chiedi al dermatologo o al farmacista.

Il consiglio in più: strucca la pelle ogni sera anche se non ti trucchi, la aiuterai a liberarsi delle tossine che si accumulano durante la giornata. E ricorda: non rinunciare mai al tonico!

Potrebbe interessarti anche: Tutti i rimedi naturali contro la pelle grassa

Credits: Gettyimages

La skincare dopo i 30 anni

Dopo i 30 anni la pelle subisce un rallentamento progressivo del ricambio delle cellule che la compongono. Cala la produzione di collagene e ciò determina la formazione dei primi segni di espressione.

Lo strato più profondo della pelle, il derma, diventa più sottile: il risultato è che la pelle perde tono e luminosità, in modo molto graduale. La soluzione? Innanzitutto, nessun panico: i rimedi che ritardano l'invecchiamento ci sono. Quindi punta sulle creme che stimolano l'attività cellulare, dando una sferzata al rinnovamento delle cellule epiteliali.

Principi attivi più efficaci su cui puntare

L'idratante da giorno deve assolvere in modo egregio il suo compito di mantenere l'idratazione della pelle. Deve contenere almeno uno di questi principi:
- vitamina A (retinolo), che stimola il ricambio cellulare;
- vitamina C, che combatte i radicali liberi, causa dell'invecchiamento della pelle;
- vitamina E, potente antiossidante.

Crema per la notte

Se la pelle non presenta sofferenze, puoi spalmare tranquillamente la crema che usi di giorno. Altrimenti usa una crema dall'azione esfoliante.

Contorno occhi e labbra

Non dimenticare di usare un prodotto specifico per il contorno occhi idratante e detossinante insieme, soprattutto se lavori molte ore al computer. Le nuove formulazioni prevengono la formazione di segni di espressione, contribuiscono a riempire i solchi e spesso offrono anche un fattore di protezione contro gli effetti dell'inquinamento da luce blu.

Un trucco furbo è quello di usare la crema contorno occhi anche intorno alle labbra, in particolare nella zona dove si formano le rughe naso-labiali.

Scrub

Usalo una volta alla settimana, dosando la sua 'forza esfoliante' in base al tuo tipo di pelle. Per un'azione ancora più detox ricorri alla pulizia professionale una volta ogni 3 mesi.

Il consiglio in più: non dimenticare mai l'SPF! In crema, fluido o gel, qualsiasi sia la texture l'idratante da giorno dovrebbe contenere un fattore di protezione (Spf) compreso fra 10 e 15. Non va escluso dal proprio programma beauty nemmeno se si abita in città e se è inverno.

Cura il sonno: dormire sette-otto ore per notte aiuta a mantenere la pelle giovane, poichè in questo modo si attiva il ricambio cellulare.

Credits: Gettyimage

Come curare la pelle a 40 anni

40 anni: un'età delicata per la pelle. I piccoli vasi sanguigni che irrorano il viso perdono elasticità, rendendo meno efficace l'ossigenazione cutanea. La pelle comincia ad accusare alcune sofferenze, soprattutto in base al clima.

L'epidermide comincia inoltre a diventare più spessa. Possono anche manifestarsi pori dilatati, dovute alla ridotta elasticità e macchie scure dovute agli accumuli di melanina. I prodotti da inserire nel proprio beauty programmo dovranno rivitalizzare, rigenerare, stimolare e regolarizzare il funzionamento delle cellule epiteliali.

I principi attivi che deve contenere la tua crema da giorno (almeno uno di questi):

- acido ialuronico, che idrata e ricompatta la pelle;
- collagene, una proteina che rende la pelle elastica;
- ceramidi, molecole che rinforzano lo strato più superficiale della pelle;
- vitamina A (retinolo), capace di stimolare il turn-over cellulare;
- vitamina C, che combatte i radicali liberi;
- vitamina E, potente antiossidante;
- flavonoidi, che proteggono i capillari.

Crema da notte

È il momento di iniziare ad usarne una specifica. Il suo compito è quello di nutrire la pelle nel momento in cui è più ricettiva, da mezzanotte all'alba. Gli ingredienti più efficaci sono glicosaminoglicani, vitamine e acidi grassi, retinolo e acido glicolico.

Contorno occhi e labbra

Applicato ogni mattina, è più indicato un prodotto a base di acido ialuronico, vitamine C ed E. In commercio ne esistono alcuni con l'applicatore roll-on, cioè con una biglia rotante in acciaio che permette, durante l'applicazione, un piccolo massaggio che riduce il ristagno dei liquidi e riattiva la microcircolazione.

Scrub

Una volta alla settimana, usa un prodotto in microgranuli, che elimini le cellule morte e dia più luminosità e levigatezza alla pelle. Pulizia profonda? Massimo ogni 3 mesi.

Il consiglio in più

Inserisci nella dieta antiossidanti, per la tua lotta contro i radicali liberi. Segui la dieta mediterranea, con cereali integrali, pesce, almeno cinque porzioni di frutta e verdura, olio extravergine di oliva.

Credits: gettyimages

Curare la pelle a 50 anni

Con il sopraggiungere della menopausa, diminuisce la produzione degli estrogeni: ciò determina una riduzione della densità e della compattezza del derma, lo strato più profondo della pelle, che da questi ormoni trae elasticità.

La pelle diventa quindi più sottile e tende a cedere verso il basso a causa della forza di gravità: l'ovale del viso si modifica, la pelle diventa più secca, assume un aspetto più opaco. Quali sono le soluzioni?

Siero

Attenzione puntata su un siero dall'effetto boost da applicare prima della crema da giorno. In commercio ne esistono di tutti i tipi e per tutte le esigenze: pelle secca, con macchie brune, con tratti cadenti. Si tratta di formulazioni cosmetiche più concentrate rispetto alle creme.

Si assorbono immediatamente e, in caso di pelle particolarmente sofferente, possono essere riapplicati più volte al giorno.

I principi attivi più usati sono l'acido ialuronico, le vitamine (A, C, E), vari estratti vegetali e gli aminoacidi.

Crema da giorno

Opta per un prodotto a base di fitoestratti (fitoestrogeni come quelli ricavati dalla soia o altri estratti naturali), che abbia l'azione di ridensificare il derma e rimodellare il viso. Bisogna scongiurare la tendenza dei tratti a cadere verso il basso.

Immancabili i 'soliti' acido ialuronico, collagene e ceramidi che hanno un ottimo effetto sulla pelle dei 40 anni.

Crema da notte

La crema indicata per la pelle dai 40 anni in poi deve contenere oligopeptidi, sostanze formate da aminoacidi che agiscono a livello del derma, ridensificandone la struttura. Infine, restituiscono apportano idratazione e volume dove mancano.

Contorno occhi e labbra

A questa età la zona perioculare e le labbra cominciano a essere piuttosto segnate. Scegli un prodotto, da mettere mattino e sera, con principi attivi ad azione antiaging e liftante, come i peptidi, stimolano la sintesi di nuovo collagene e danno un aspetto più fresco al volto, e i fitoestratti, che proteggono i vasi sanguigni riducendo occhiaie e gonfiori.

Scrub

Fai il peeling settimanale, basta che sia molto delicato. Se aggiungi al tuo prodotto con microgranuli una noce di latte detergente, avrai la formulazione ideale. La pulizia del viso dall'estetista? Massimo una volta ogni 3 mesi.

Il consiglio in più

Un lifting naturale? Prova con la ginnastica facciale, per tonificare il volto e combattere rughe e cedimenti. Ecco come: aggrotta la fronte e distendila alzando le sopracciglia, per dieci volte. Ruota le labbra chiuse come a dare un bacio in senso orario e poi antiorario, per venti volte.

Credits: gettyimages

Curare la pelle dai 60 anni in poi

In questa fase della vita la pelle è sottile e fragile; ha perso gran parte della sua naturale protezione esterne; appare secca e malnutrita. Fortunatamente i rimedi che permettono di non lasciarla andare ci sono.

Crema da giorno

Scegli un cocktail a base con acido ialuronico, collagene o ceramidi. Le nuove formule contengono proteine del lievito che aiutano a ricompattare. Elementi vegetali come pappa reale, olii, burri e cere naturali nutrono la pelle intensamente.

Crema da notte

Le ceramidi sono molecole di natura in grado di ricostruire lo strato corneo. Assicurati che la tua crema serale ne contenga in gran quantità. Ottime tutte le formule che stimolano la produzione di collagene.

Contorno occhi e labbra

Le rughe in questa zona appaiono piuttosto profonde. Le creme non risolvono il problema ma danno più freschezza allo sguardo. Le formule da usare sono quelle a base di peptidi e ceramidi, combinati con estratti naturali come la camomilla, che ha un effetto lenitivo o la caffeina, che attenua gonfiori e irritazioni.

Scrub

È meglio evitare qualsiasi azione meccanica di esfoliazione con prodotti in microgranuli, perché la pelle è molto sottile e delicata.

Riproduzione riservata