Credits: Shutterstock

Come decolorare i peli superflui tra rimedi naturali, fai da te e rischi

Seguici

Schiarire i peli superflui è un'ottima soluzione per rendere la peluria scura meno evidente. Inoltre i prodotti per schiarire i peli si possono utilizzare anche in zone sensibili. Ecco come procedere senza rischi

La decolorazione o la schiaritura dei peli superflui è un ottimo sistema per rendere la peluria più scura meno evidente e invasiva. Inoltre, i cosmetici per schiarire i peli, al contrario della depilazione o dell'epilazione, si possono utilizzare anche in zone molto sensibili e delicate come ad esempio il labbro superiore, senza particolari inconvenienti.

Insomma, schiarire i peli permette di evitare la depilazione e apparire comunque curate perché i peli molto chiari si notano di meno sul corpo. E questo è decisamente un metodo efficace soprattutto per le giovanissime per le quali magari è ancora troppo presto per un approccio concreto a ceretta &Co.

A volte invece anche per noi adulti può essere una valida alternativa perché non si ha tempo o voglia, o perché, più semplicemente, non sentiamo la necessità di depilarci ma purtroppo il nostro corpo ci fa un piccolo torto, lasciando crescere peli scuri ed evidenti in parti in cui proprio non vorremmo.

Irsutismo o ipertricosi?

Qualche volta per pochi peli superflui si pensa immediatamente a problemi come irsutismo o ipertricosi. Ma spesso non è così. Con il termine irsutismo si intende infatti una condizione caratterizzata da un eccessivo accrescimento pilifero in zone normalmente glabre come le guance, il mento, le zone intorno all'areola del capezzolo, o all'ombelico. L'ipertricosi consiste invece in un aumento diffuso della pelosità in zone già normalmente ricoperte di peli. Ora che conosci la differenza, la pensi allo stesso modo? Ecco come ti aiutiamo ad alleviare il fastidio.

Bicarbonato e acqua ossigenata

Va sottolineato innanzitutto che la decolorazione è sconsigliata a chi possiede una carnagione particolarmente scura, perché aumenterebbe il contrasto tra il pelo e la cute rendendo il problema ancora più visibile.

Sugli scaffali di farmacie, supermercati ed erboristerie esistono formule appositamente studiate per questo scopo, ma puoi creare anche il tuo composto direttamente a casa con del semplice bicabornato di sodio (quello che abitualmente utilizzi per pulire le verdure) e acqua ossigenata: il mix di questi due ingredienti ti fa ottenere una crema schiarente da applicare direttamente sui peli.

Ma attenzione, perché la decolorazione dei peli superflui non è una vera e propria tecnica depilatoria: non rimuove il fusto o la radice pilifera ma si limita a rendere meno visibile la parte extracutanea del pelo, sottraendogli il suo pigmento naturale e cioè la melanina. Ecco perché i cosmetici per la schiaritura contengono sostanze alcaline ed ossidanti, in grado di attaccare la cheratina e indurre modificazioni alla struttura del pelo, compresa quindi l'ossidazione della melanina.

Come procedere con la schiaritura

La decolorazione è ideale sul viso, per nascondere i baffetti, sulle braccia, per nascondere i peli sugli avambracci, e sulle gambe, nella parte posteriore ed interna delle cosce. Possiamo anche affermare che il metodo più conosciuto per schiarire i peli è sicuramente l'acqua ossigenata, (20-30 volumi al massimo). 

Ecco come procedere: si può applicare con un pennellino apposito oppure passare un batuffolo di cotone sui peli da schiarire. Lasciare agire per qualche minuto e poi rimuovere il tutto risciacquando con acqua fredda. Ricordati di utilizzare dei guanti e di far seguire a questa procedura l'applicazione di una crema nutriente per prevenire le irritazioni.

I tempi di posa

Quanto lasciare il composto a contatto della pelle? La durata dell'applicazione può durare dai 5 ai 15 minuti ma questo dipende dallo spessore e dal colore dei tuoi peli. Solitamente la schiaritura dei peli si esegue una volta ogni 15-20 giorni, a seconda del ritmo di ricrescita del pelo e, ancora una volta, del suo colore e della zona trattata. Un'ultima raccomandazione: questi prodotti non vanno mai applicati in presenza di ustioni, infiammazioni cutanee, rossore, gonfiore, prurito, verruche, pomfi, brufoli, screpolature, abrasioni o tagli.

Rimedi naturali alternativi

L'acqua ossigenata non è l'unico modo per schiarire i peli superflui. Esistono anche altri modi come il limone, la camomilla e la birra.

Nel primo caso basta tagliare una fetta di limone e passarla direttamente sulle aree in cui è presente la peluria, lasciare agire per circa 20 minuti e sciacquare abbondantemente con acqua.

Anche la camomilla è uno schiarente naturale ma, come per il limone, la sua azione schiarente è molto blanda e richiede molta costanza nell'applicazione: tre volte alla settimana fai un impacco di 20 minuti con un infuso molto concentrato di camomilla.

Infine c'è la birra: nella variante 'bionda', il luppolo contenuto è responsabile della decolorazione. Apri la bottiglia (o lattina) il giorno prima per 'eliminare' l'anidride carbonica e aiutati con un batuffolo per tamponarla sulle zone interessate.

Controindicazioni e rischi

Nonostante le moderne tecniche permettano di sbarazzarsi abbastanza facilmente dei peli - dalla classica ceretta fino alla luce pulsata e al laser - non tutte le donne amano sottoporsi a questi trattamenti. Ma decolorare la peluria superflua significa anche non esporsi al sole o al calore nelle ore successive alla schiaritura e fare precedentemente un test allergico per accertarsi di non incorrere ad irritazioni, arrossamenti o peggio, bolle.

Riproduzione riservata