Denti gialli: cause, rimedi e ‘trucchi’ efficaci per renderli più bianchi

Credits: Shutterstock

Sono motivo di disagio e imbarazzo, rendono sgradevole l'estetica e l'armonia del sorriso e incidono negativamente anche sull'immagine della persona: sono i denti gialli! Ecco cosa fare e cosa non, cosa mangiare, come schiarirli e su quale rossetto puntare

Ammettiamolo, i denti gialli non piacciono a nessuno: sono molto spesso motivo di disagio e imbarazzo perché rendono sgradevole non solo l'estetica e l'armonia del sorriso ma incidono negativamente anche sull'immagine della persona. Sì, perché il sorriso, insieme ai capelli e allo sguardo, è il migliore biglietto da visita che abbiamo. Ci garantisce la sicurezza di parlare e ridere in piena libertà. Di esprimerci a dovere e trasmettere il nostro entusiasmo e amore per la vita agli altri.

Le cause dei denti gialli

Ma se il disagio dei denti gialli ha la meglio, allora anche la vita sembra sorriderci meno. Ma sei sicura di conoscere tutte le cause di questo disagio?

Intanto occorre premettere che il colore dei denti è una caratteristica molto individuale: ognuno di noi ha un proprio colore ben definito e le sfumature di bianco, da una dentatura all’altra, possono variare in modo molto visibile. Inoltre, come tutti ben sappiamo, il colore dei denti è inevitabilmente destinato a cambiare con il passare degli anni e alcune modifiche del colore dentale sono inevitabili perché legate a fattori come l'invecchiamento (la 'pellicola' che costituisce lo smalto dentale si assottiglia e rende maggiormente visibile la dentina, il tessuto sottostante che ha una colorazione più 'giallognola') e, naturalmente, lo stile di vita.

Anche alcune abitudini alimentari scorrette contribuiscono in modo importante all’ingiallimento dei denti: lo smalto infatti non è un rivestimento impermeabile, ma assorbe (anche se molto lentamente, si parla di anni) tutto ciò che ingeriamo, beviamo o mastichiamo, dalla semplice saliva che può essere più o meno 'corrosiva', ai pigmenti che influiscono su lucidità e colore dei denti che sono più vulnerabili e che si trovano, ad esempio, in tè, caffè, bevande colorate e tabacco. E così, piano piano, siamo costretti a subirci le cinquanta sfumature di giallo.

Prevenire e curare in cucina: cibi sì e alimenti no

Una bella notizia però è in arrivo dall'Università della California che rivela gli alimenti che, per il loro contenuto chimico, sono in grado di prevenire i denti gialli.

Ad esempio, puoi fare incetta di tutti i frutti ricchi di acido malico (si trova nelle fragole e nelle mele), una specifica molecola in grado di contrastare le macchie dello smalto color ocra. Ma anche l'acidità di arancia, pompelmo e limone crea una leggera erosione superficiale dello smalto e favorisce la rimozione delle macchie superficiali. E non dimenticarti che esistono cibi che stimolano la salivazione: sapevi che la saliva ha un effetto naturale antibatterico che ostacola la formazione della placca? Per spezzare la fame prova uva passa, mele, sedano e carote.

Va da sè che 'ingredienti' quali liquirizia, curcuma, zafferano, cannella, cacao, cicoria, vino barricato, aceto balsamico, nero di seppia ma anche verdure rosse come barbabietole, rapanelli sono da evitare. O almeno da limitare. Inoltre, se sappiamo già che dopo l’assunzione di alcune bevande i nostri bei denti tendono a ingiallire, la cosa più sensata è preoccuparsi di lavarli o, qualora non fosse possibile, di risciacquarli con del coluttorio o bevendo subito dell’acqua e limone.

Prova il bicarbonato di sodio

Naturalmente lo sbiancamento dei denti fatto professionalmente dal proprio dentista è un'altra cosa: in pochi minuti con delle soluzioni chimiche i denti tornano bianchi, ma anche il portafoglio ne uscirà decisamente alleggerito. Ecco quindi qualche 'rimedio casalingo' che però aiuta. Parola di esperto.

Il più classico è il bicarbonato di sodio (è un po' sgradevole, ma si può fare): sarà sufficiente un bicchiere d’acqua fredda con due cucchiaini di bicarbonato di sodio per avere pronta una soluzione perfetta per cancellare le macchie più leggere. Se vuoi sfruttare a pieno il potere schiarente del bicarbonato, prepara una miscela più densa con la sua polvere e qualche goccia di limone e utilizza questo composto strofinandolo sui denti per un paio di minuti.

Il problema dell'utilizzo del bicarbonato è che tende ad assottigliare lo smalto dei denti aumentando il rischio di carie e ipersensibilità dentale quindi è da usare solamente un giorno al mese!

Rimedi naturali contro i denti gialli

Un altro alleato per combattere i denti gialli è la fragola: schiaccia due fragole e crea una "pasta" densa per effettuare la stessa operazione, vedrai i denti più bianchi. Sicuramente hanno un sapore molto più gradevole del bicarbonato di sodio ma hanno anche un effetto più lento e funziona solo se ti armi di pazienza e costanza.

Anche le foglie di salvia hanno forti proprietà sbiancanti: masticane qualcuna ogni tanto e aiuterai la dentatura a risultare più candida e sana. Infine, come preannunciato, c'è il famigerato succo di limone: utilizzalo intero o, se troppo acido, solo la scorza, strofinandone direttamente una fetta sull’arcata dentale: l'effetto antigiallo è assicurato.

L'importanza di una corretta igiene dentale

La prevenzione passa comunque in primis da una corretta igiene dentale: l'utilizzo corretto di spazzolino e dentifricio tre volte al giorno (mattino, mezzogiorno e sera; l'ideale sarebbe lavare i denti ogni volta che si magia qualcosa), l'utilizzo del filo interdentale una volta al giorno, del coluttorio, degli scovolini e, naturalmente, i controlli dentistici periodici perché lo scolorimento dei denti è in gran parte il risultato di un accumulo di batteri e, di conseguenza, di placca e tartaro.

Il rossetto aiuta

Un ultimo consiglio estetico: anche il make up e, in modo particolare il rossetto, è in grado di aiutarci a mascherare il problema dei denti gialli o renderlo meno visibile. Basta giocare con gli effetti ottici.

Per far sembrare i denti più bianchi vanno preferite le formule glossate rispetto a quelle matt perchè riescono a dare una brillantezza maggiore al sorriso. E poi tutto dipende dalla teoria del colore: il blu, l’arancio e il giallo si trovano agli estremi opposti della famosa ruota che divide le tonalità calde da quelle fredde.

In base a questa teoria i rossetti con una base blu possono essere un grande asso nella manica per annullare il colore giallognolo dei denti e farli apparire più bianchi; al contrario i lipstick caldi e aranciati, così come quelli color pesca o albicocca, tenderanno a far emergere una dentatura non proprio esemplare.

Come diceva anche Audrey Hepburn, il sorriso è l’accessorio più bello che una donna possa indossare. Diamoci da fare allora!

Riproduzione riservata