Come dimagrire le ginocchia: esercizi e consigli mirati per rimodellarle

Credits: Shutterstock
/5
di

Alessia Sironi

Il grasso sulle ginocchia è tra i più difficili da mandar via. Ma non sempre corrisponde al sovrappeso, e spesso la dieta non basta. Ci vuole tanta buona volontà e soprattutto costanza

Ogni volta che abbiamo voglia di metterci una gonna più corta ci facciamo la stessa domanda: come mai il grasso e la cellulite si depositano proprio lì? È sfortuna o genetica? È colpa del nostro stile di vita sedentario oppure di un'alimentazione troppo ricca di sale? Infine, siamo proprio sicure di bere la giusta quantità di acqua così da eliminare le scorie in eccesso e depurare l'organismo? Insomma le domande che ci assillano alla vista delle nostre ginocchia, più o meno "grassottelle", sono parecchie.

Tranquille perché il problema è molto diffuso e scoraggia a moltissime donne dal mettere in evidenza questa parte del corpo. In ogni caso, anche se il grasso localizzato intorno alle ginocchia resta il più difficile da combattere, con una buona sinergia tra dieta e allenamento è possibile sconfiggerlo.

Cause e alimentazione

L’accumulo di grasso in questa zona è dovuto a molti fattori come, ad esempio, le cause ormonali, la genetica, problemi di postura (restare ad esempio sedute alla scrivania per quasi otto ore al giorno non aiuta di certo a migliorare la circolazione), uno stile di vita errato, con abusi di alcool e fumo e un'alimentazione ricca di grassi e, non ultimo, lo stress con cui ogni giorno lottiamo e che fa alzare i livelli di cortisolo e insulina, aumentando l'edonismo alimentare, ossia quell’appetito che ci porta a mangiare non per necessità, ma per piacere. Certo è che, il grasso localizzato proprio intorno alle ginocchia, non permette di sfoggiare una silhouette armonica e ci causa molto spesso imbarazzo e incertezze. Ecco quindi come attenuare questo antiestetico problema.

Innanzitutto, fate attenzione all'alimentazione: di primaria importanza è seguire un regime alimentare sano, povero di grassi e ricco di frutta e verdura. E poi consumate molti kiwi: si tratta di un alimento che aiuta a contrastare il ristagno di liquidi e apporta all’organismo una cospicua quantità di vitamina C, utile per i tessuti e contro i gonfiori localizzati.

Inoltre, l'elevata quantità di fibre contenute al suo interno favorisce l’attività intestinale, depurando il corpo. Mi raccomando: niente diete e dimagrimenti troppo drastici perché rischiereste inevitabilmente di trovarvi con la pelle flaccida. E indovinate dove? Proprio intorno alle ginocchia. 

Ma quali alimenti invece si devono evitare per non ingrassare sulle ginocchia? Intanto sicuramente vanno evitati zucchero e dolci: i primi nemici della linea. Abituatevi a bere caffè, tè e tisane senza zucchero o almeno con quello di canna, miele o stevia. Occorre poi fare attenzione a tutti i derivati del latte e preferire i formaggi freschi a quelli stagionati, agli insaccati, ai cibi confezionati e alle farine raffinate

Le attività aerobiche

L'ideale è un mix di attività aerobica, per migliorare l’afflusso di sangue e l’ossigenazione dei tessuti interessati, smuovendo il grasso sottocutaneo, ed esercizi mirati per migliorare il tono muscolare, così da distribuire in modo più uniforme le adiposità.

Ma qual è l'attività fisica più adatta a combattere il grasso intorno alle ginocchia? Incominciate a camminare (anche fare le scale va bene) almeno 20 minuti al giorno all’aria aperta o sul tapis roulant di casa: la camminata veloce è esattamente quello che ci vuole per riattivare la circolazione.

Anche il nuoto è uno sport completo che fa benissimo a tutti i muscoli del corpo: potete puntare sullo stile libero, il dorso oppure la rana perché ognuno di questi movimenti vi aiuterà a ridurre il grasso sulle ginocchia. E poi c'è la cara e vecchia amata bicicletta: pedalate, pedalate e pedalate. In palestra o all’aria aperta poco importa. L'importante è muoversi.

Esercizi mirati

E ora passiamo invece gli esercizi da abbinare all'allenamento aerobico. Il primo esercizio che vi aiuta a rimodellare e assottigliare le ginocchia sono gli affondi: mantenete la schiena dritta, piega un ginocchio in avanti, ad angolo retto, mentre con l’altra gamba scendete verso il basso.

Anche gli squat sono un esercizio utile per rassodare gambe, interno coscia e ginocchia: iniziate con 3 serie da 15 ripetizioni l’una. Per continuare a tonificare, sdraiatevi a terra, con la schiena dritta, le braccia lungo i fianchi e le gambe distese. Poi portate la prima la gamba destra e poi la gamba sinistra al petto, piegando il ginocchio alternando con 3 serie da 25 ripetizioni per gamba.

Infine mettetevi a ponte: incominciate caricando il peso del corpo sulle spalle, ben fissate al tappetino, e sostenete il bacino con le mani; poi stendete le braccia e mantenete le ginocchia piegate a terra: portate in alto prima la gamba destra, con il ginocchio piegato e mantenete la posizione per un minuto. E poi cambiate gamba.

Massaggi e tisane drenanti

Se ne avete la possibilità (e il tempo), anche i massaggi linfodrenanti oppure la pressoterapia sono in grado di aiutarvi a drenare il ristagno di liquidi in eccesso intorno alle ginocchia. Un altro consiglio molto utile è quello di bere tisane drenanti e depurative a base di semi di finocchio, foglie di betulla, foglie di liquirizia e radice di tarassaco.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te