Il freddo ti fa bella

PER DIMAGRIRE

Alla spa

L’impatto è da brivido ma, assicurano diversi studi, esporsi al freddo almeno tre volte alla settimana dà ottimi risultati se si vuole dimagrire. «L’organismo attiva la termogenesi, un meccanismo che, quando il termometro scende, cerca di mantenere costante la temperatura corporea bruciando gli accumuli adiposi» spiega il dermatologo Antonino Di Pietro. Diverse Spa propongono come trattamento sciogligrasso l’immersione in acqua fredda. C’è, per esempio, alla Masseria San Domenico, a Brindisi: due minuti dentro una vasca che da 18 passa a 16 gradi.

Il freddo ti fa bella: trattamenti spa e fai da te

Stimola il metabolismo e scioglie il grasso. Prova i trattamenti “sotto zero”. Sono molto efficaci e puoi replicarli anche nella vasca di casa tua

E'tempo di rassodare e tonificare il nostro corpo per prepararci all'estate!

Se devi usare un gel per le borse sotto gli occhi o le gambe pesanti, prima di applicarlo mettilo in frigorifero: ne potenzi l’effetto.

E, a proposito di gambe, ecco alcuni esercizi efficaci per tonificarle, da abbinare ai trattamenti di bellezza

Per dimagrire col freddo, trattamento fai-da-te

Vuoi ricreare lo shock termico che fa innescare la termogenesi? «Basta immergersi nella vasca con l’acqua a 26 gradi per dare sprint al metabolismo. In più, puoi aggiungere 4-5 cucchiai di fucus o laminaria, due alghe in polvere: lo iodio che contengono aiuta a bruciare più in fretta i grassi» consiglia l’esperto.

Ripeti il bagno due o tre volte alla settimana, meglio ancora se lo fai precedere da mezz’ora di impacco a base di fanghi marini sulle zone critiche.

Il freddo per rassodare: trattamento alla spa

«L’alternanza caldo-freddo dà una sferzata alla circolazione. La pelle, più ossigenata, si tonifica e l’effetto dura per ore» spiega il dottor Di Pietro. Per questo gli antichi Romani avevano il frigidarium, la stanza in cui si rinfrescavano dopo essersi immersi nei vapori delle terme.

Oggi, in alcune Spa, come al Linta Park Hotel di Asiago, c’è addirittura la stanza del ghiaccio, con temperature di 4-6 gradi, dove sostare dopo la sauna, e strofinarsi il corpo con i cubetti.

Il freddo per rassodare: il trattamento fai-da-te

Puoi ricreare un effetto simile nel tuo bagno con una versione soft della doccia scozzese.

«Prima si rimane, per un paio di minuti, sotto il getto mantenendo la temperatura a 37-38 gradi. Poi, con il doccino, si dirige l’acqua fredda (a circa 18 gradi) dalla caviglia verso l’alto, circa 20 secondi per parte. Quando si sale con il getto, si deve procedere lentamente» spiega Maria Gabriella Di Russo, specialista in medicina termale. Il massimo è terminare passando, nelle zone che si vogliono tonificare di più, come il seno, dei cubetti di ghiaccio avvolti in un telo.

Per alleggerire la gambe: trattamento alla spa

Contro le gambe pesanti, l’arma migliore sono i bendaggi freddi.

«In genere il trattamento viene preceduto da un massaggio linfodrenante che sblocca i liquidi stagnanti. Poi, per favorire il ritorno venoso, si procede all’applicazione di bende imbevute di mentolo, con il metodo della compressione graduata. In pratica vengono strette di più alle caviglie e di meno verso l’alto» dice la dottoressa Di Russo. Alle terme di Riccione, per i bendaggi si usano ingredienti naturali come oli essenziali ed estratti fitoterapici dall’azione drenante e refrigerante.

Trattamento fai-da-te- per le gambe

«Per gambe super scattanti fai-da-te, procurati del fango marino, ricco di plancton e preziosi oligoelementi che mantengono elastica la pelle» spiega l’esperta. «Aggiungi 10 gocce di olio essenziale di menta e immergi in questo preparato delle bende in garza di cotone, con cui avvolgere le gambe. Stai in posa per 20 minuti, tenendo gli arti sollevati».

Da ripetere due-tre volte alla settimana.

Riproduzione riservata
dmbeauty

2.218 posts 379k followers

Make up your life

Beauty cards