Come eliminare le macchie scure: i prodotti e i consigli del dermatologo

Credits: Shutterstock

Una volta comparse, l'occhio va sempre lì a fissarle. Per la metà delle donne tra i 35 e i 60 anni le macchie sono più preoccupanti delle rughe. Fortuna che i cosmetici per eliminarle esistono. E funzionano!

Contro le macchie della pelle occorre una strategia globale, che miri a combatterle da più fronti. Che siano conseguenza di esposizione solare, farmaci fotosensibilzzanti o fattori ormonali, le discromie cutanee non spariscono con un solo metodo, ma attraverso più metodi associati (prodotti schiarenti, protezione solare, esfoliazione, integratori alimentari e, in alcuni casi, medicina estetica).

La buona notizia è che con molta pazienza le iperpigmentazioni si eliminano o si attenuano notevolmente, la cattiva è che i risultati non sono così immediati. «Più la macchia è profonda, maggiore sarà il tempo per ridurla, perché vuol dire che si è formata molto tempo fa. Viceversa, le macchie di recente formazione sono le più facili da ridurre» dice la dottoressa Maria Rosa Gaviglio, dermatologa e medico estetico.

Come capire la profondità della macchia cutanea? «Attraverso una lampada detta Luce di Wood che è in grado di guardare "sotto" la superficie dell'epidermide, individuando anche le macchie che stanno per formarsi: più i segni sono scuri più sono recenti o non si sono ancora evidenziati». Questa "fotografia" del volto serve, quindi, a suggerire al medico la terapia per correggere le iperpigmentazioni, con trattamenti di medicina estetica da effettuare in ambulatorio (come peeling chimici, laser o luce pulsata), oppure rimedi topici da applicare a casa. A volte occorrono entrambi gli approcci. 

E funzionano? «Come sempre in fatto di skincare, la costanza viene premiata, così come l'utilizzo di varie soluzioni "combinate" insieme».

Cosa fare contro le macchie

Se le macchie sono da lievi a moderate, puoi iniziare una sorta di "terapia domiciliare" utilizzando dei prodotti specifici schiarenti e depigmentanti. Si trovano in farmacia e in profumeria. Vanno bene anche contro le efelidi, cioè quelle macchioline che assomigliano alle lentiggini, e che compaiono già al primo sole.


Se, nonostante il tuo impegno, le macchie non scompaiono, o ti scoraggi in partenza, puoi rivolgerti al dermatologo o al medico estetico che valuterà come intervenire. Il peeling agli acidi esfolianti di solito è indicato per le macchie superficiali, a meno che non si usino acidi molto concentrati che rinnovano la pelle in profondità; il laser invece è riservato a quelle più profonde e resistenti ai cosmetici oppure al cloasma gravidico di difficile eliminazione.

Tutti i prodotti anti macchia che ti presentiamo nelle prossime gallery possono essere utilizzati dopo ogni trattamento medico: «l'uso di prodotti specifici anti macchia migliora i risultati ottenuti dai peeling o laser e li stabilizza nel tempo. Una donna che ha già avuto problemi di macchie dovrebbe, in realtà, non abbandonare mai del tutto una terapia specifica, usando creme schiarenti appena si ripresenta il problema, e i filtri solari tutto l'anno».

Quando si usano i prodotti anti macchia?

«In genere, dopo l'estate, a partire da fine settembre e per tutto l'inverno fino alla primavera inoltrata. Il motivo dipende dal fatto che spesso contengono acidi esfolianti che possono reagire al sole, rendendo molto irritabile la pelle. È bene quindi sospenderne l'uso non appena la luce delle nostre città si fa più intensa, anche se non si va in vacanza».

I prodotti anti macchia da usare in autunno-inverno

Sono formulati con ingredienti che schiariscono la macchia, inibendo la formazione di melanina in eccesso: è questa la vera causa che dà origine alle iperpigmentazioni, una distribuzione disorganizzata del pigmento prodotto dai melanociti. «Un tempo il principio attivo schiarente per eccellenza era l'idrochinone, ma da qualche anno è consentito solo nelle preparazioni galeniche prescritte dal medico. Tuttavia, i laboratori scientifici hanno selezionato altri principi attivi in grado di schiarire le discromie con la stessa capacità dell'idrochinone al 4%: sono sicuri e ben tollerati».

In più, i prodotti depigmentanti contengono acidi esfolianti specifici. «Per questo motivo è bene applicarli nei periodi lontani dal sole forte, inteso sia come esposizioni solari dirette che come luce intensa, poiché anche questa - si è scoperto - essere un fattore che scurisce che le macchie già presenti». L'ideale è usarli da ottobre ad aprile, e nel dubbio è meglio chiedere al proprio farmacista o profumiere di fiducia e leggere i foglietti illustrativi.

Credits: Rilastil

Il siero mirato: D-Clar Concentrato in Gocce di RILASTIL

Una soluzione depigmentante da applicare localmente sulle macchie scure prima del proprio trattamento abituale. Tra gli attivi della formula, il Tetrapeptide-30 inibisce la sintesi di melanina. Da usare dopo il periodo estivo.

In farmacia

Il siero depigmentante: Advanced Pigment Corrector di SKINCEUTICALS

Una combinazione di acidi (acido salicilico, acido idrossi fenoli proponico e acido ellagico) agisce per correggere le macchie scure ed evitare la distribuzione disomogenea della melanina. Funziona anche come preventiva. Da usare dopo il periodo estivo

In farmacia.

Even Brighter Notte di EUCERIN

Riduce le macchie scure e le discromie della pelle durante il riposo notturno. Contiene B-resorcinolo che diminuisce la produzione di melanina e riduce e Acido Glicirretico che stimola i ricambi cellulari. Da usare dopo il periodo estivo e sempre abbinato a un solare.

In farmacia

Il siero contro tutti i segni del fotoinvecchiamento: Melascreen, siero globale di DUCRAY

Agisce su macchie, ma anche su linee e colorito disomogeneo. Contiene un complesso schiarente (Azélawhite®) composto da acido azelaico + Β-white e Acido glicolico. Da usare lontano dal sole.

In farmacia.

La "penna a sfera" correttiva: Concentré Correcteur Taches di SISLEY

Un concentrato di attivi altamente performanti contro le macchie. L'estratto di fiore di Fico d'India e Acido Salicilico sono riconosciuti per la loro azione esfoliante delicata. Da usare dopo il periodo estivo.

In profumeria

La crema schiarente: Pigment Controller di NEOSTRATA

Contiene un pool di potenti attivi depigmentanti (NeoGlucosamina 6%, Retinolo 0,1%, Estratti di Erbe Alpine e Vitamine C ed E). In più, potenzia la formula il SabiWhite®, un principio attivo brevettato che deriva dalla curcuma, la cui azione schiarente secondo gli studi scientifici è stata paragonata a quella dell'idrochinone al 4% (il cui uso in Italia è vietato nei cosmetici ma è consentito solo nelle preparazioni galeniche prescritte dal dermatologo). Da usare in inverno.

In farmacia.

Foto

I prodotti anti macchia da usare ANCHE in estate

Ci sono, tuttavia, alcuni prodotti dermoschiarenti che non contengono acidi esfolianti, ma sostanze non fotosensibilizzanti, che possono essere cioè tranquillamente usati in estate. È il caso per esempio dell'arbutina, dell'estrato di vite o di liquirizia che rallentano la sintesi della melanina, contrastandone la distribuzione disomogenea ed eccessiva negli strati dell'epidermide.

Se si va al sole, ci si abbronza lo stesso, ma meglio. E senza rischi di scurire le macchie presenti né di vederne comparire di nuove. Possono essere usati sotto il solare per potenziarne lo scudo protettivo. 

L'antimacchia che si può usare in estate: White Skin di CHRISSIE

È un trattamento schiarente che agisce sui meccanismi che sono alla base delle iperpigmentazioni cutanee. Contiene un’alta concentrazione di alfa-arbutina, una sostanza specifica non fotosensibilizzante che rallenta la formazione della melanina nella cute e ne regolarizza la distribuzione. La vitamina E e l’Ossido di Zinco completano la formula rendendo il prodotto lenitivo e anti-arrossamenti.

Da usare tutto l'anno.

In farmacia a partire dal 15 settembre 2018

Il siero anti-macchia: Even Better Clinical Dark Spot Corrector & Optimize di CLINIQUE

Questo siero ha un packaging diviso in due flaconi che contiene due soluzioni anti macchie distinte: una è depigmentante e l'altra lenitiva. Spingendo l'erogatore, le due formule si uniscono per dare origine al siero anti macchia. Contiene Glucosamina che agisce come rigenerante, favorendo il turnover cellulare e l’eliminazione delle cellule pigmentate.

Si può usare anche durante il periodo estivo, ma sempre abbinato a un solare.

In profumeria.

Il siero luminosità viso: Vinoperfect serum anti-taches di CAUDALIE

Migliora l'aspetto del viso perché lo rende più uniforme. Agisce anche come preventivo. Contiene: Viniferina (brevetto Caudalie), 62 volte più efficace della Vitamina C, attenua le macchie ed esalta la luminosità.

Si può usare sotto il solare perché non è fotosensibilizzante. 

In farmacia.

La CC Cream anti macchia: Clairial CC Créme SPF 50+ di SVR

Uniforma l’incarnato e protegge dal fotoinvecchiamento. 

Contiene un derivato dell’acido ferulico che svolge un’azione bio-mimetica simile a quella riscontrata fisiologicamente nei palmi di piedi e mani, che per antonomasia sono più chiari rispetto al resto del corpo. Un microorganismo marino e il ComplessoDuowhite, inoltre, riducono l’intensità delle ipercromie, prevenendo la formazione di nuove macchie e la loro ricomparsa.

Credits: Olaz

L'anti macchia illuminante

OLAZ Regenerist Luminous Crema Illuminante con SPF 20

Ideale per prevenire la formazione di macchie solari e proteggere la pelle in città. Tra gli attivi, spicca la presenza di N-acetilglucosamina ha specifiche proprietà che conferiscono luminosità alla cute.  Inoltre, associata alla Niacinamide, contribuisce a ridurre le macchie scure.

Da usare tutto l'anno

Nella grande distribuzione


Foto

Come agiscono i prodotti anti macchia?

«Non hanno "solo" lo scopo di schiarire la macchia, ma svolgono diverse azioni che nel complesso mirano a ottenere un colorito luminoso e uniforme» precisa la dottoressa. In particolare, i prodotti depigmentanti servono a:

- mettere a riposo i melanociti, cioè le cellule che producono melanina: «chi presenta un viso macchiato ha melanociti che producono melanina in eccesso oppure in modo disomogeneo: solo fermando la loro azione "sballata", si può controllare il fenomeno delle macchie cutanee»;

- correggere le iperpigmentazioni: «il modo più efficace è l'esfoliazione delle cellule morte "macchiate" di pigmento in eccesso»;

- rigenerare la pelle: portando in superficie nuovi strati epidermici, la pelle apparirà uniforme e schiarita.

Strategia globale antimacchia

Un colorito uniforme lo si riconquista attraverso un programma whitening completo. «Non si può pensare di sconfiggere le macchie saltando alcuni passaggi: per un risultato ottimale devono essere seguiti tutti con metodo». Quali sono queste indispensabili azioni per scharire le macchie?

1) Protezione dal sole

Proteggere la pelle dal sole durante il trattamento delle macchie aiuta sia a calmare i melanociti "impazziti", sia ad abituarli a rilasciare melanina in modo costante. «In realtà, è bene non abbassare la guardia tutto l'anno, e non solo da maggio a settembre. Inoltre, la maggior parte dei trattamenti contiene acidi che può essere fotosensibilizzante: ciò vuol dire che la pelle può macchiarsi ulteriormente». 

2) Prodotti mirati

Si dividono in concentrati depigmentanti da applicare localmente sulla macchia e in uniformanti per tutto il viso. Sia per il giorno che per la notte. Le specialità cosmetiche anti macchia da giorno contengono sempre il filtro solare, mai al di sotto dell'SPF 30. Diversi sono i cosmetici illuminanti che non schiariscono precisamente la macchia ma hanno lo scopo di rendere l'incarnato più radioso.

3) Esfoliazione costante

In genere, durante un trattamento specifico contro le macchie è bene esfoliare la pelle in modo controllato. L'esfoliazione serve a eliminare lo strato di cellule macchiate e a far penetrare meglio i principi attivi schiarenti che si applicheranno successivamente.
Si può optare per l'esfoliazione meccanica, usando scrub in microgranuli da massaggiare sul viso e poi sciacquare: la pelle però non va strofinata come se fosse un tessuto macchiato da lavare, meglio agire con delicatezza.
Oppure si può prevedere l'esfoliazione chimica con l'applicazione serale di acidi esfolianti (acido glicolico, mandelico, AHA ecc.). Tuttavia, se il prodotto antimacchia contiene già degli acidi esfolianti, è bene evitare la sovrapposizione di altri acidi: la pelle potrebbe risentirne.

4) Creme lenitive

Infine non dimenticare di calmare la pelle, messa a dura prova da trattamenti anti macchie, usando specialità lenitive che agiscano come balsami confortevoli. Di solito sono a base di Ossido di Zinco. Ci si metterà al riparo da eventuali rossori e irritazioni.

I prodotti coadiuvanti nel trattamento anti macchia

Il solare specifico anti macchia: Anthelios Pigmentation SPF 50+ di LA ROCHE POSAY

Protegge dai raggi solari UV (SPF50+) e dalla luce visibile (PPD39): anche quest'ultima è responsabile delle iperpigmentazioni. Contiene un attivo antipigmentante (Procerad) che aiuta a regolarizzare la produzione di melanina indotta dal sole. Uniforma l’incarnato fin dalla prima applicazione grazie ad una formula colorata che corregge istantaneamente la pigmentazione irregolare. Da usare in estate e in condizioni di luce e sole intensi.

In farmacia.

Credits: null

Il solare da città: Solar Defense Booster SPF50 di DERMALOGICA

Oltre ai filtri solari contiene Vitamine antiossidanti C ed E che eliminano i radicali liberi indotti dai raggi UV, migliorando la protezione; Semi di Vitis Vinifera (Uva) e Camellia Sinensis (Tè verde), cioè estratti botanici lenitivi. Si può usare direttamente sul viso, oppure mescolato alla propria crema idratante o al fondotinta.

Da usare tutto l'anno in città.

I dischetti all'acido glicolico: REVITALIFT LASER X3 di L'Oréal Paris

Sono dischetti imbevuti di acido glicolico concentrato al 9,6%. Coadiuvano i trattamenti antimacchie poiché esfoliano la pelle. Si usano tutte le sere per almeno un mese (la confezione contiene 3 dischetti). Da usare dopo il periodo estivo.

Nella grande distribuzione.

Lo scrub "microdermoabrasione": Soin Microdermabrasion Quarzo e Vitamina E di RESULTIME

Libera l’epidermide dalle cellule morte responsabili dell’incarnato spento, e leviga il rilievo cutaneo, rendendo la pelle morbida e liscia.
Inoltre uno speciale enzima esfoliante degrada la cheratina delle cellule superficiali per eliminarle e favorire il rinnovamento cellulare.

Da usare una volta alla settimana tutto l'anno.

In farmacia.

Il siero esfoliante: Siero 15% Esfoliante illuminante di BIOLINE JATO'

Siero concentrato ad azione estetica esfoliante e anti-età che, applicato dopo la detersione, illumina la pelle e favorisce il turnover cellulare, agendo con efficacia sulle macchie e sui segni del tempo. Contiene Alfa-Idrossiacidi Con AHA, White Complex ed estratto di gelso bianco. Da usare dopo il periodo estivo.

Negli istituti di bellezza.

Foto

Il ruolo degli integratori

«Integratori che fanno sparire le macchie non esistono, tuttavia per evitare che la pelle ne produca di altre si possono assumere sostanze naturali super antiossidanti. Una di queste è il pignogenolo, derivato dal pino marittimo francese, che si è scoperto essere molto indicato in caso di discromie. Secondo recenti studi dermatologici, questa sostanza combatte i radicali liberi al livello della pelle, prevenendo la comparsa di macchie e aiutando a combattere quelle già presenti».

Altre azioni anti macchia

«Prima della crema idratante si può applicare un siero a base di Vitamina C, che ha un effetto illuminante. Avendo proprietà antiossidanti, favorisce inoltre il ricambio cellulare. Il risultato è una carnagione più splendente e luminosa». Va abbinato sempre a una protezione solare.

La Vitamina C concentrata: Powerful-Strength Line-Reducing Concentrante di Kiehl’s

È un siero con una concentrazione di Vitamina C, aumentata al 12,5% rispetto alla vecchia formulazione. In più è stato aggiunto l’acido ialuronico. Agisce come coadiuvante in una terapia anti macchia perché combatte l’ossidazione della pelle, rendendo l’incarnato più luminoso. Oltre ad essere un buon preventivo contro tutti i segni del fotoinvecchiamento.

Da usare tutto l'anno, sempre in abbinamento a un solare.

In vendita negli store Kiehl's e sul relativo e-commerce o da Douglas.it

L'integratore mirato: Pinoflavo di SOLGAR

30 capsule a base di estratto di corteccia Pycnogenol®, una miscela ottenuta dalla corteccia di pino marittimo francese (Pinus pinaster Aiton), una sostanza che si è rivelata efficace nel contrastare la formazione delle macchie iperpigmentarie. È un potente antiossidante che agisce anche su tutti i danni da photoaging.

Da usare tutto l'anno per almeno 3 mesi.

In farmacia.

Il detergente schiarente: Age Lumina, Doppio Uso Crema Detergente e Maschera - Pelle di Luce di TEN Science

Una ricca formulazione 2 in 1, detergente e maschera, che contiene un pool di acidi selezionati ad azione esfoliante e illuminante. Come detergente si può utilizzare tutti i giorni per una detersione profonda del viso. Come maschera, invece, l'uso va riservato una volta alla settimana.

Nei saloni di bellezza.

Il correttore super coprente: Full Cover di MAKE UP FOR EVER

Correttore in crema crema che nasconde le imperfezioni più difficili. Può essere stratificato senza risultare pesante. Resiste a umidità e sudore.

In esclusiva da Sephora.

L'antimacchia per le mani: NUXURIANCE ULTRA, Crema mani anti-macchie e anti-età di NUXE

Contiene Cellule Bi-Floreali® di Zafferano e Bougainvillea, sostanze efficaci nel levigare e rimpolpare la pelle, idratandola in profondità e schiarendo le macchie. Da usare tutto l'anno.

In farmacia.

Foto

I rimedi naturali sono efficaci contro le macchie?

«Schiarire le macchie con limone, bicarbonato, aceto e altre soluzioni casalinghe nella migliore delle ipotesi non sortisce alcun effetto, nella peggiore può aggravare le discromie. Sono sostanze fotosensibilizzanti che possono infatti reagire scurendo ulteriormente le macchie. Perché rischiare inutilmente quando la cosmesi offre soluzioni avanzate?» conclude la dottoressa.

Riproduzione riservata