Tra oleosità, sensazione di pesantezza, caldo e rischio macchie, in estate la pelle non gode proprio di "buona salute". Leggi tutti i rimedi beauty per rimetterla in sesto, e i prodotti da non perdere

A prescindere dalla tipologia, in estate la pelle del viso manifesta esigenze particolari, quando addirittura non cambia aspetto. In alcuni casi migliora, in altri peggiora. Fanno parte della prima casisitica le pelli secche, quelle cioè che producono poco sebo e che soffrono particolarmente i climi rigidi. Quando le temperature cominciano ad alzarsi, la pelle a tendenza secca si avvicina a quella normale, cioè quella che non manifesta particolari criticità di zone lucide e aridità diffuse. Va comunque nutrita, ma con creme dalla texture più leggera.

In estate le pelli normali, invece, possono accentuare la "fisiologica" tendenza a essere miste. E quelle che, miste lo sono già per costituzione, diventano abbastanza grasse, e così via. Insomma, per tutte aumenta il pericolo di oleosità.

E poi ci sono le pelli a tendenza couperosica che soffrono particolarmente il sole, il caldo e i continui sbalzi di temperatura tra ambienti interni con aria condizionata e ambiente esterno bollente. Come se non bastasse, a complicare il quadro subentrano il rischio di macchie e le scottature.

Estate: il problema di tutte le pelli

In genere, il bisogno che vale per tutti i tipi di pelle è alleggerire la "corposità" delle proprie creme, senza però usare un prodotto sbagliato, spinte - come si è - dalla sensazione di non sopportare nulla sul viso.

Facciamo un esempio: se è vero che la pelle normale in estate è più lucida del solito, è altrettanto vero che non deve mai essere "super opacizzata" con un prodotto indicatato per la pelle grassa con imperfezioni, altrimenti si rischia di impoverirla troppo del prezioso film idrolipidico, necessario per conservare la sua naturale morbidezza. Come risolvere? Con un gel fresco oppure con un fluido idratante molto "acquoso". Entrambi si assorbono all’istante, lasciando la pelle setosa. E idratata.

Quindi, abbandona i prodotti invernali per l'idratazione, e pensa al viso come al corpo: in estate non ha bisogno del cappotto, ma di abiti freschi e leggeri, no?

Ideale per tutti i tipi di pelle è la Moisture Surge , la crema-gel "universale" di Clinque.

Garantisce 72 ore di idratazione, poiché evita la dispersione dell'acqua dagli strati superiori del

Garantisce 72 ore di idratazione, poiché evita la dispersione dell'acqua dagli strati superiori dell'epidermide. Nella formula, il succo di Aloe vera per completare l'azione lenitiva e rinfrescante.

Le emergenze cutanee specifiche

Abbiamo individuato i principali problemi in cui incorre la pelle in estate, in cui tutte si sono imbattute almeno una volta nei mesi più caldi. Con tanto di rimedi, beauty tip e consigli sui prodotti risolutivi.
Tu in quale emergenza epidermica ti ritrovi?

Leggi come come alleggerire il beauty case in estate per una skincare a prova di caldo.

Pelle che si lucida

È il problema numero 1 della pelle in estate. Le sottocategorie comprendono pori dilatati, oleosità diffuse, zona T fuori controllo e, in caso di pelle grassa, aumento delle impurità.

Soluzione

Cura la detersione mattino e sera con prodotti detergenti a risciacquo, cercando di non esagerare con i prodotti sgrassanti. Andranno bene mousse delicate e gel schiumogeni, e saranno da evitare tutti i detergenti cremosi (latte, balsami struccanti, oli ecc.).
Se però ti sembra che la pelle sia più grassa del solito, opta per una detersione specifica che controlli l’eccesso di sebo. E usa solo idratanti opacizzanti dalle virtù purificanti.

Addio zone lucide

Per tenere sotto controllo l’oleosità durante il giorno non esagerare con la cipria compatta, a meno che non sia di quelle impalpabili: il rischio è di ritrovarsi il viso “impastato” con un effetto decisamente antiestetico. Meglio tamponare le zone lucide con fazzolettini di carta.
La beauty tip per te? Un primer opacizzante che renda la pelle mat e renda meno visibili i pori dilatati.

Il prodotto da provare:

PREP + PRIME Pore Refiner Stick di MAC

Pratico da portare in borsetta, si può usare prima o dopo il make up per rendere meno visibili i 

Pratico da portare in borsetta, si può usare prima o dopo il make up per rendere meno visibili i pori dilatati e controllare l'oleosità. Il formato in stick è perfetto per opacizzare i punti critici del viso in caso d'emergenza.

BISOGNO: contro le zone lucide in estate

Viso che suda

Quello del sudore sul viso è un problema molto simile all’aumento delle zone lucide in estate, con la differenza che è “universale”: in altri termini, infastidisce tutti i tipi di pelle. E può sopraggiungere anche per stress, oltre che per caldo e umidità.
Attenzione però a non confondere il sudore con l’oleosità in senso stretto: se la tua pelle è costituzionalmente secca o disidratata, il fatto che sudi non vuol dire che abbia bisogno di prodotti super opacizzanti. Così rischieresti solo di renderla ancora più disidratata: non dimenticare che sudando si perde acqua!

Soluzione

Sarà banale, ma il rimedio consiste nel tamponare la pelle con un fazzolettino, meglio se imbevuto di talco assorbente.

Il prodotto da provare:

Salviettine opacizzanti di Merci Handy

Salviettine opacizzanti di MERCI HANDY50 fazzolettini assorbenti a base di polpa di legno (quella de

Salviettine opacizzanti di MERCI HANDY

50 fazzolettini assorbenti a base di polpa di legno (quella dei papiri), talco ed estratti vegetali delle foglie di rosa. A differenze delle ciprie, asciugano il viso senza aggiungere spessore.

BISOGNO: contro sudore e oleosità in estate

Idratazione, purché sia leggera

Con il caldo e l’umidità viene quasi spontaneo uscire di casa senza nulla sul viso. Peccato che a settembre la pelle restituirà il conto, con gli interessi. Ti chiederai come mai sembri stanca, sciupata, abbia qualche linea d’espressione di troppo. E darai la colpa all’abbronzatura che sta svanendo e al ritorno in ufficio.

Soluzione

Non abbandonare l’idratante in estate! Si tratta di un imperativo categorico. Alleggerisci la texture del prodotto, piuttosto: in commercio esistono gel freschi, fluidi ultra light, sieri dalla consistenza liquida e emulsioni molto delicate. Tutti si assorbono in fretta, a te la scelta. Come orientarsi? Più hai la pelle “spessa” più ti troverai bene con idratanti in forma liquida. Le pelli più sottili preferiscono in genere gli idratanti un po’ più corposi, ma parliamo comunque di texture leggere. E poi c'è sempre il fattore gusto personale.

Nella gallery in basso i prodotti idratanti da provare, selezionati per ogni tipo di pelle: normale, secca, mista e grassa.

Gel d'acqua super idratante all'acido ialuronico di Sephora Collection: rinfresca all’istante.
Siero Liquido Ultra-Idratante della Linea Hydra Végétal di Yves Rocher: disseta senza appesantire.


Cactus Water Moisturising Cream di BOSCIA

Si assorbe all’istante idratando in profondità senza lasciare la fastidiosa sensazione di unto caratteristica delle creme più ricche ed è perfetta per uniformare l’incarnato e prepararlo al make-up.

BISOGNO: idratare con leggerezza

Crema idratante Sorbetto effetto radiance di KORFF

La sua formulazione con Hydroplus Complex, a base di Acido Ialuronico ad alto e a basso peso molecolare idrata la pelle in profondità, previene la disidratazione e restituisce tono all’epidermide. 

BISOGNO: idratare la pelle mista

Oil-Free Moisturizer with Bamboo Charcoal di ORIGINS
Linea Clear Improvement

Un idratante molto leggero, privo di oli specifico per la pelle grassa. Contiene acido salicilico 1%, per esfoliare delicatamente la superficie della pelle liberandola dalle cellule morte e detergendo a fondo i pori, e il carbone di bambù, una “calamita naturale” per un’azione purificante ulteriore.

BISOGNO: opacizzare la pelle grassa

Siero Liquido Ultra-Idratante della Linea Hydra Végétal di YVES ROCHER

A base di Acqua Cellulare di Edulis, un potente attivo che permette di trattenere l'acqua nella pelle. 

BISOGNO: dissetare senza appesantire

Macchie

È un problema molto sentito e, se ti preoccupa, sappi che sei in compagnia di oltre il 60% delle donne europee (fonti: Studio U&A IPSOS 2007-Europe 5). Le cause? Diverse, legate dal fil rouge dell’esposizione solare. Possono essere infatti causate dal sole preso in eccesso (si parla di anni di scorpacciate di sole senza protezione adeguata) o dalla fotosensibilizzazione indotta da farmaci e da trattamenti ormonali (chiedi sempre al medico hai dubbi su prescrizioni). A volte, le macchie dipendo dal naturale invecchiamento cutaneo, dalla vascolarizzazione, dalle variazioni ormonali e dalle infiammazioni cutanee.

Soluzione

Per prevenirle, usa filtri solari elevati al mare come in città, pari ad almeno a SPF 30. Ti abbronzerai lo stesso e meglio. Se le macchie sono già presenti, c’è il rischio che in estate si scuriscano di più. La protezione solare deve essere specifica antimacchia, cioè con ingredienti che evitano la distribuzione disomogenea della melanina da parte dei melanociti: è questo il problema principale.

Fortunatamente la scienza cosmetica ha fatto passi da giganti, selezionando principi attivi che controllano il meccanismo alla base della formazione delle macchie.
Sospendi, inoltre, tutti i trattamenti esfolianti con acidi come il peeling: con l’esposizione solare - anche occasionale - potrebbero accentuare il problema. L’esfoliazione meccanica con scrub e microgranuli invece è consentita, perché si ferma in superficie.

I prodotti da provare per correggere e prevenire le macchie in estate


CLAIRIAL CRÉME SPF 50+ di SVR

Trattamento depigmentante che protegge dagli effetti della luce visibile e dai danni fotoindotti dei raggi UVA e UVB. Efficace su tutti i tipi di macchie e su tutti i fototipi.

Contiene un derivato dell’acido ferulico, associato a un microorganismo marino e al Complesso Duowhite che riduce l’intensità delle ipercromie, previene la formazione di nuove macchie e la loro ricomparsa. Ideale da usare anche in estate perché non è fotosensibilizzante, e in più contiene un filtro solare molto elevato.

BISOGNO: combattere le macchie esistenti (e prevenirne di nuove)

Defence-Mist di BIONIKE

Il suo formato tascabile in spray permette di portare la protezione solare ovunque e di vaporizzarla anche in situazioni non strettamente connesse alla spiaggia ma con sole intenso. In più, è fresco.

BISOGNO: proteggersi dal sole ovunque

Sensazione di calore 

Il viso soffre il caldo, manifestando rossori qua e là o dando la sensazione di tirare e pizzicare. È il segno che è molto sensibile. Se gli arrossamenti da calore non passano nonostante passi del tempo e ti sposti in ambienti freschi, è probabile tu tenda alla couperose o abbia un microcircolo fragile: sono proprio i capillari del viso a regolare le sensazioni di calore.

Soluzione

Porta con te uno spray di acqua termale da spruzzare all’occorrenza: rinfresca e lenisce all'istante la pelle accaldata. Se, invece, il viso in estate è costantemente rosso (e non stiamo parlando di eritema) opta per specialità cosmetiche anti-arrossamenti.

I prodotti da provare per rinfrescare il viso accaldato

Dopo il mare o l'esposizione solare, Maschera in tessuto doposole di Garnier Ambre Solaire: rinfresca come se ci si tuffasse in un torrente d’acqua sorgiva.


Crema Calmante al Magnesio di RESULTIME
Contiene un peptide calmante biomimetico che rafforza l'azione calmante: limita la percezione di fastidio e disagio nei tessuti cutanei e garantisce una sensazione di benessere istantanea.

BISOGNO: combattere l'iper-reattività cutanea

Maschera FROST di SEPHORA COLLECTION

Freschissima, questa maschera in idrogel color ghiaccio, arricchita con estratto di eucalipto e di mentolo, regala brividi di piacere al viso. Grazie a lei, la pelle è tonificata, come rimpolpata e rienergizzata in 10 minuti di orologio.

BISOGNO: rinfrescare la pelle 

Acqua Termale, spray Eau Thermale Avène

Si vaporizza sul viso, per rinfrescarlo e lenire eventuali pizzicori.

BISOGNO: rinfrescare e calmare

Roséliane Crema Anti-Arrossamenti SPF30 di URIAGE

Una crema specifica per la pelle che si arrossa e che tende alla couperose. Protegge il sistema vascolare della pelle, rinforzando il microcircolo. In più, l'SPF 30 è perfetto per l'estate. Contiene un complesso brevettato che ripara e rinforza la pelle che tende alla couperose. In più, protegge dalle esposizioni solari occasionali, è adatto infatti all'uso cittadino, ma al mare è meglio usare un solare specifico.

BISOGNO: calmare i rossori persistenti

Scottature

Può succedere che, nonostante la protezione solare, ci si scotti il viso. Con annessi fastidi.

Soluzione

Coccola il viso con impacchi sul viso a base di gel all’aloe vera che ha un potere calmante e lenitivo. Inoltre, cura la pelle scottata, a patto che non sia ustionata. L'aloe è infatti indicata solo in caso di scottature più o meno lievi. Se invece la scottatura è più seria, opta per i prodotti specifici da farmacia.

Il prodotto da provare:

Aloe Dermo-gel Multiattivo di Equilibra: lenisce, ripara e ripristina le condizioni della pelle scottata.


Offre un preziosissimo aiuto in molte situazioni a rischio cutaneo, grazie all’altissima percentua

Offre un preziosissimo aiuto in molte situazioni a rischio cutaneo, grazie all’altissima percentuale di Aloe Vera (98%) contenuta nel prodotto.

BISOGNO: lenire le piccole scottarure solari

Il consiglio in più

Infine, non dimenticare di sostituire il burro cacao tradizionale con uno stick specifico per il sole come Stick SPF 30 della linea Soleil di LA BIOSTHETIQUE, da usare anche prima del rossetto!

Protezione alta per le zone sensibili del viso, da usare non solo al mare, ma anche in città e dur

Protezione alta per le zone sensibili del viso, da usare non solo al mare, ma anche in città e durante lo sport all'aria aperta.

BISOGNO: protezione di nei, cicatrici, labbra, contorno occhi, macchie.

Riproduzione riservata
dmbeauty

1.959 posts 362k followers

Make up your life

Beauty cards