Protezione solare: le novità sono ultra “specifiche”

  • 1 13
    Credits: Shutterstock

    Nella gallery i prodotti solari novità 2018

  • 2 13
    Credits: Garnier

    Garnier Acqua UV SPF20

    È un'acqua protettiva dal sole: si agita e si spruzza su viso e corpo. Lo shaking permette di unire le 2 fasi, oleosa e acquosa, per ottenere la giusta texture setosa ma al contempo fresca. Disponibile anche con SPF 30.

  • 3 13
    Credits: Vichy

    Acqua solare protettiva di VICHY SPF 30

    Uno spray che non appiccica, non unge e non lascia residui.

  • 4 13
    Credits: Lichtena

    Lichtena® DERMOSOLARI crema VISO SPF 50+

    Contiene un complesso ELIOSAN3 che, grazie ai suoi ingredienti attivi, svolge una triplice azione: antieritema, idratante e antiossidante.

  • 5 13

    Fluido colorato SPF50+ di Avéne

    Pensato per le pelli normali e miste, ha una texture leggera e fluida ideale da usare anche in città. Adatto a chi ha necessità di correggere macchie e discromie.

  • 6 13

    Mousse Idratante SPF 50+ di Nivea Sun: per la pelle più secca e delicata.


  • 7 13

    Anthelios Pigmentation SPF 50+ di La Roche Posay

    Solare specifico anti macchia che aiuta a regolarizzare la distribuzione di melanina.

  • 8 13

    Allergy Protezione solare SPF 30 di PIZ BUIN

    Protezione adatta alle pelli più sensibili perché lenisce la pelle. Formula arricchita con CalmanelleTM: un complesso originale PIZ BUIN®, che associa un potente anti-ossidante capace di rafforzare la resistenza della pelle al sole (Feverfew PFETM) e un potente lenitivo che riduce prurito ed irritazioni (SymCalminTM).

  • 9 13

    BARIÉSUN SPRAY ASCIUTTO SPF50+ di URIAGE

    Facile da applicare, dona una sensazione di freschezza, lasciando la pelle asciutta e non appiccicosa e, grazie proprio a queste sue caratteristiche, è ideale da utilizzare quando si pratica attività fisica all’aria aperta.

  • 10 13

    UV-Bronze Body SPF 30: olio solare anti-età

    Olio secco invisibile ad azione rassodante per nutrire intensamente e sublimare l’abbronzatura. Finish setoso ad assorbimento rapido.

     

  • 11 13

    Nuxe Olio abbronzante viso e corpo SPF 30

    Irrinunciabile per la sua sensualità, questo nettare nutriente protegge, satina, illumina e nutre. Senza alcol né oli minerali e waterproof, la sua texture è radiosa.

  • 12 13

    AK SECURE DM PROTECT di SVR

    Protezione solare specifica per prevenire il melanoma e le cheratosi attiniche. È un dispositivo medico appositamente formulato per la pelle ipersensibile al sole o a rischio (fototipi più chiari — I e II—, soggetti immunodepressi, anziani) come prevenzione dei danni alla catena del DNA e dello stress ossidativo, causati dalle radiazioni solari.

  • 13 13

    Gel Viso Idratante Preparatore di Maison Bio

    Un gel a rapido assorbimento che idrata e prepara la pelle all’abbronzatura, ideale per pelli sensibili, soggette a eritema. A base di succo di aloe vera, complesso vitaminico ACE ed estratto di Iperico, Echinacea e Vite rossa, contrasta l’aggressione dei radicali liberi e previene il fotoinvecchiamento.

/5
di

Alessandra Montelli

Con l'aiuto della dermatologa, ti forniamo alcuni suggerimenti su come scegliere i solari, badando alle esigenze specifiche della tua pelle

Scegliere il solare giusto può fare la differenza sulla riuscita della propria vacanza. E della tintarella. Perché rovinarsele?

Solo un italiano su 2 si protegge dal sole quando si espone. È quanto emerge da uno studio condotto da La Roche-Posay, in collaborazione con Euromelanoma Italia, su oltre 700 soggetti, basato sugli screening dei tumori cutanei svolti lo scorso anno in occasione degli Internazionali di Tennis di Roma.

La crema solare si conferma il metodo più utilizzato, ma solo il 42% sceglie un alto fattore protettivo (30-50 SPF). Le donne si mostrano più virtuose rispetto agli uomini: il 59% usa sempre la crema solare e solo l’1% non la utilizza mai, mentre solo il 42% degli uomini la applica sempre e il 7% non la usa mai.

Rimangono ancora radicate, seppur in bassa percentuale, alcune convinzioni rispetto all'uso della crema solare, quali, per esempio, che non sia necessaria se si fa il bagno al mare (10%), se si pratica sport (7,5%) o addirittura se si fa una vacanza di breve durata (4,6%).

Come scegliere i prodotti solari

Per sradicare queste convinzioni, le case cosmetiche hanno formulato prodotti solari sempre più piacevoli da usare, cioè che non lasciano la sensazione di untuoso e non risultano pesanti sulla pelle. Uno dei criteri di scelta resta infatti la texture, che deve essere il più possibile vicina ai propri gusti e al proprio stile di vacanza. Se in un clima secco da montagna andrà bene una crema ricca, nei luoghi ad alto tasso di umidità si desidererà gel e spray freschi.

I solari freschi

«La grande innovazione di quest'anno è rappresentata dalle acque solari che, mentre proteggono dal sole, rinfrescano la pelle, abbassando la temperatura corporea di circa 2°» - dice la dermatologa Maria Rosa Gaviglio. È stato osservato, infatti, che uno degli aspetti più fastidiosi del sole non è tanto la luce accecante, quanto il calore sulla pelle. In un sondaggio condotto dall'ente di ricerca QL CMI sul futuro dei solari per conto di Garnier, il 61% delle donne desidera un prodotto solare che non faccia sentire "untuose e appiccicose". 

«Se un solare abbassa la temperatura corporea, nell'immediato procura una sensazione gradevole, e nel lungo periodo evita tutte quelle problematiche connesse alla vasodilatazione periferica, quali: eritema, reazioni infiammatorie che aumentano la produzione di radicali liberi nell'organismo, danni ai capillari, sensibilizzazione di una pelle già sensibile e con tendenza alla couperose» - continua la dermatologa. In questo modo si spingeranno le persone a usare più frequentemente i solari, quindi, a proteggersi di più. È il caso della nuova Acqua UV di Garnier, un'acqua solare protettiva con SPF 20 o 30, che ha una composizione innovativa, formata da una fase oleosa e una acquosa. Agitando il flacone, si crea il giusto solare rinfrescante che si spruzza sul corpo come se fosse una "pioggerellina protettiva": una sola erogazione di prodotto contiene 1 milione di gocce contenenti acido ialuronico e aloe vera.

«E poi un solare rinfrescante contrasta tutte quelle pessime abitudini come, ad esempio, il coprirsi le gambe con un asciugamano - bagnato o asciutto - se si soffre di vene varicose. Quanto di più sbagliato: le vene si surriscaldano ancora di più, e come conseguenza, si dilateranno». Inoltre, permette di non far arrivare il décolleté in condizioni critiche: ci si dimentica spesso che ha la stessa tipologia di pelle delicata del viso, quando ormai è troppo tardi e ci si trova tutte arrossate o macchiate.

I solari anti macchia

Oggi il solare non si limita a proteggere dal sole ma cura le problematiche della pelle che ci stanno più a cuore. Quelle stesse che - guarda caso - con il sole aumentano.

Secondo i sondaggi le macchie sono al primo posto delle preoccupazioni estetiche delle donne, tanto da aver superato le rughe. E con l'esposizione solare rischiano di aumentare, anche se ci si protegge adeguatamente. «Per le persone soggette a iperpigmentazione alcune case cosmetiche hanno creato protezioni specifiche che proteggono sia dai raggi UV che dalla luce visibile: quest'ultima concorre ad aumentare la formazione delle macchie solari».

Si tratta di solari che non evitano l'abbronzatura, ma aiutano a regolarizzare la produzione di melanina indotta dal sole grazie a principi attivi anti-pigmentanti. Le formule più "cosmetiche" uniformano l'incarnato perché sono colorate, e correggono istantaneamente la pigmentazione irregolare. «Questi solari sono adatti anche a chi ha una fotosensibilità indotta da farmaci o chi è a rischio melasma per motivi ormonali (pillola contraccettiva e gravidanza, in primis)».

I solari per chi è allergico al sole

Mentre una protezione solare efficace è fondamentale per ogni tipo di pelle, le persone che soffrono di allergie solari. «Le allergie solari si manifestano con fastidiosi sintomi a seguito dell’esposizione al sole: rash cutaneo, rossori a chiazze, prurito, orticaria e altre forme di discomfort - prosegue la dermatologa Gaviglio - Ne è colpita il 20% della popolazione adulta, in particolare i fototipi chiari (I e II) e le donne sono 3 volte più a rischio».

Le zone del corpo interessate di solito sono: viso e orecchie, collo e décolleté, braccia e mani. Si può quindi scegliere di usare una protezione specifica anti-allergia solare solo su queste zone a rischio. Oltre a filtri ad ampio spettro contengono potenti agenti lenitivi che modulano le risposte immunitarie della pelle.

I solari anti-acne

È noto che il sole, se in un primo momento asciuga i brufoli, in seguito può favorirne la ricomparsa. Per questo motivo è bene usare solari specifici che, mentre proteggono dal sole, curino la tendenza all'acne. «I più nuovi limitano l'effetto rebound delle imperfezioni, indotto dai raggi UV, poiché contengono principi attivi che contrastano contrasta l’ossidazione del sebo, responsabile tra l'altro delle impurità. In più, regolano la produzione di sebo, normalizzando l’eccesso. E restano opache sulla pelle». 

Cosa volere di più dai solari? «I film invisibili realizzati con pochi ingredienti ma super protettivi, quelli che, una volta applicati sulla pelle non si vedono né si sentono, rendendo l'esperienza sotto il sole ancora più gradevole. Ma con le acque protettive ci siamo quasi arrivati!» - risponde Francoise Bernerd, responsabile di Ricerca e Innovazione dei laboratori L'Oréal.

Per tutte le novità descritte insieme alla dottoressa, guarda i prodotti nella gallery in alto.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te