Come rassodare la pancia: alimentazione ed esercizi giusti

Credits: Shutterstock
/5

Avere un addome sono e tonico non serve solo per sfoderare tutto il proprio sex appeal, ma anche per migliorare la postura e l'intera silhouette. Ecco i segreti per una forma perfetta

Come rassodare la pancia

Chi non vorrebbe sfoggiare una pancia piatta e soda? E magari 'circondata' da glutei tonici e gambe al top. Certo, avere un corpo tonico è importante per mostrare un aspetto curato e fare il carico di sex appeal ma, sappiamo molto bene, quanto sia difficile ottenerlo e soprattutto mantenerlo. Il primo passo per rassodare la pancia è quello di seguire una dieta dimagrante, e quindi iperproteica, così da raggiungere il proprio peso forma - assicurati di aver perso tutto il grasso viscerale perché possiamo avere una muscolatura ben scolpita ma nessuno lo noterà se questa sarà coperta dal grasso. Se invece sei già nel tuo peso forma, saranno necessari 'solamente' esercizi e rimedi per la tonificazione. Perché una pancia piatta non significa necessariamente soda e tonica: lo step essenziale è scolpire.

Come tonificare la pelle con l'alimentazione

Ma andiamo per gradi perché la filosofia alimentare corretta è un passaggio fondamentale per contrastare il degrado dei tessuti. Ed ecco perché se la pancia è molle e flaccida, occorre fare il pieno di questi micronutrienti.

Fai incetta di vitamina E perché si è rivelata indispensabile per la tonicità dei tessuti, grazie alle sue capacità di rinnovare le fibre di collagene, l’elastina e quini la muscolatura. La vitamina E si trova, fra gli altri, nei semi di girasole, di zucca, di chia, di sesamo e in tutti i frutti a guscio.

Inoltre ti occorre la giusta dose di Omega 3, acidi in grado di aiutare l'organismo a contrastare i grassi, riequilibrando le frazioni di colesterolo: puoi trovarne in grande quantità nel pesce azzurro.

La vitamina C è un potente antiossidante capace di contrastare i radicali liberi: puoi assumerla introducendo nella tua alimentazione tutti gli agrumi, kiwi, frutti di bosco, cavoli, broccoli e peperoni. E infine, parliamo di proteine: il corretto apporto proteico è utilissimo se associato a un programma fitness per rassodare i muscoli dell’addome. Puoi scegliere sia le proteine di origine animale, sia quelle vegetali, a tuo piacimento.

Tornare in forma dopo un forte dimagrimento

Quando si perdono molti chili alcune creme possono venire in nostro aiuto per tonificare i tessuti e per rendere la pelle più elastica. Certo, non possono lavorare da sole ma occorre un buon gioco di squadra con due alleati fondamentali come i cibi che mettiamo ogni giorno in tavola e un allenamentoquotidiano. Fluidi e texture setose e profumate, massaggiate sulla pancia tutti i giorni con movimenti lenti e circolari aiutano a mantenere i tessuti più elastici: non occorre spendere una fortuna ma essere costanti. Esistono inoltre degli specifici massaggi abbinati a fanghi drenanti in grado di ridurre quell’antiestetica 'pelle cadente' che può ostinarsi a rimanere intatta dopo un forte dimagrimento.

Ma su quali 'ingredienti' puntare per una pelle più elastica? Sicuramente l'acido ialuronico, una molecola prodotta dal nostro organismo che ha un forte potere idratante e protettivo dei tessuti, poiché agisce come un gel, legando fra loro le fibre di collagene (in cosmetica è sfruttato proprio per questo suo potere di trattenere l’acqua nel derma); poi ci sono le vitamine, quelle liposolubili, cioè solubili in oli o grassi, come la vitamina A e la vitamina E, e quelle idrosolubili, come la vitamina C o la vitamina B3; gli alfaidrossiacidi, conosciuti anche come 'acidi della frutta' promuovono il turn over cellulare; il collagene è fondamentale per regalare compattezza ai tessuti; le ceramidi, lipidi complessi ideali che aiutano a mantenere la corretta idratazione; e infine l'elastina, essenziale per dare elasticità alla cute. 

Dopo il parto

La pancia post-parto ti mette a disagio e ti chiedi se tornerà come prima? Tranquilla, è una delle domande più frequenti tra le neomamme, insieme alla paura che, dopo l'allattamento il seno si rilassi (un po' troppo). Molte donne restano sorprese di constatare che alcune mamme, a poche settimane dal parto, hanno ritrovato la forma di un tempo, mentre loro si sentono ancora sovraccariche.

Ogni corpo ha bisogno dei suoi tempi per ritornare in forma perché la pancia ci mette un pò a sgonfiarsi e a perdere quell'aspetto flaccido e intorpidito. Niente paura, è tutto normale: i tessuti, così come la struttura muscolare, devono ritrovare il loro posto. Il consiglio è quello di bere moltissimo durante la giornata, un gesto essenziale per evitare la ritenzione idrica (potete gustare le tisane al finocchio, quelle a base di cumino, di coriandolo o anice). E naturalmente dedicare del tempo agli esercizi di stabilizzazione frontale.

Perché il plank è l'esercizio più efficace

Per rassodare la pancia il plank è l'esercizio più efficace, forse all'inizio è un po' difficile ma vale la pena insistere perché i risultati sono davvero ottimi: a differenza dei classici crunch, il plank allena tutti i muscoli della zona centrale del corpo detta 'core' sostenendoli. E sostenendoci. Sì, perché il plank è talmente potente da tonificare in un solo gesto il retto dell'addome, gli obliqui interni ed esterni, il trasverso, il pavimento pelvico, il quadrato dei lombi e cioé la parte alta dei glutei e tutti i muscoli che corrono lungo la schiena.

Ma come si fa il plank? Parti sdraiata a terra appoggiandoti sugli avambracci. Contraendo gli addominali e i glutei solleva il corpo, mantenendolo allineato come se ci fosse un filo che lo attraversa dalla testa ai piedi (che devono stare vicini ma non uniti) senza alzare troppo i glutei o inarcare la schiena ma spingendo le spalle verso il basso (esattamente come nella foto). Parti con il mantenimento della posizione per un minuto, aiutandoti alternando momenti di pausa ad altri di attività, poi intensifica la durata.

Credits: Shutterstock

Quando è l'uomo ad avere la "pancetta"

Sulla pancia dell'uomo andrebbe scritto un 'trattato' a sè perché merita un approfondimento: dimagrire e bruciare grasso, specialmente nella zona addominale, è molto importante ed è ormai noto come il grasso in eccesso sia estremamente dannoso per il nostro organismo e come porti conseguenze fisiche disastrose quali malattie cardiovascolari, ipertensione e diabete.

L'organismo maschile necessita della giusta quantità di cibo durante la giornata e soprattutto dei giusti nutrienti: meglio prediligere fonti proteiche come uova, pesce e carni magre che aiutino a costruire e supportare la massa muscolare ma senza eliminare del tutto i carboidrati, ricchi di fibre. E per allenare i muscoli addominali? È buona pratica eseguire un allenamento aerobico e anaerobico, possibilmente ad alta intensità: si deve puntare su un training mirato a far lavorare tutto il corpo e a bruciare calorie per migliorare la resistenza, stimolare la crescita muscolare e la conseguente perdita di grasso.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te