Non solo aloe: dalla natura, i rimedi doposole fai da te contro scottature ed eritemi

Credits: Shutterstock

In estate, fare il pieno di aloe vera è senz'altro una buona idea, per lenire la pelle arrossata dal sole. Eppure, la succosa pianta verde, nota per il suo gel mille-usi, non è l'unico rimedio naturale doposole. Puoi realizzare tante lozioni curative con quello che hai a casa (e nella dispensa)

Aloe vera per lenire la pelle arrossata

È il rimedio naturale più conosciuto per disarrossare la pelle infiammata dall'esposizione solare: basta il solo contatto con il gel di aloe vera per avvertire subito una fresca sensazione calmante. Meglio applicarlo puro a mo' di impacco, senza massaggiare, in quanto la pelle accaldata e/o scottata non tollererebbe troppe manipolazioni. E poi l'aloe vera si assorbe all'istante, reintegrando così la barriera idrica cutanea compromessa dai raggi UV. Inoltre, le applicazioni frequenti avviano il processo di cicatrizzazione della pelle.

Il rimedio naturale doposole migliore? Il succo fresco ricavato spezzando una foglia di aloe (che magari tieni sul balcone). Già, ma come riconoscere la pianta di aloe vera? Si sviluppa come un cespo, con le tipiche foglie lunghe e succose, ricoperte ai lati spine grosse e spesse. Per questo motivo, molte piante grasse spinose possono essere scambiate per aloe. Per quanto riguarda la dimensioni delle foglie, sono lunghe dai 60 ai 90 cm e larghe 8 cm. Inoltre, l'aloe fiorisce da maggio a luglio: i fiori sono gialli e rossi. 

Bicarbonato di sodio per bilanciare il pH della pelle scottata

Quando ci si scotta è molto importante riequilibrare il pH della pelle per favorire il processo di guarigione. Un rimedio naturale facile e veloce? Realizzare un impacco freddo composto da bicarbonato di sodio e acqua e applicare sulla pelle arrossata dal sole per 15 minuti.

La miscela ottenuta deve essere molto liquida, nel senso che dal composto deve sparire ogni traccia di granello di bicarbonato, altrimenti rischi di effettuare uno scrub, pratica decisamente sconsigliata in caso di scottatura, e in genere subito dopo ogni esposizione solare, anche se non ti sei scottata!

Yogurt greco per calmare l'ipersensibilità cutanea

Grazie all'alto contenuto di acido lattico, lo yogurt greco ha proprietà antinfiammatorie della pelle, quindi può essere usato per lenire e idratare la pelle scottata dal sole. La sua ricca concentrazione di probiotici riduce, inoltre, la sensibilità e il rossore cutaneo.

Per lenire una scottatura solare, applica applica una discreta quantità di yogurt greco sulle zone interessate, lascia in posa per 15 minuti come se fosse una maschera, e sciacqua con acqua fresca.

Bustine di tè per sfiammare la pelle 

Il tè contiene polifenoli, cioè sostanze antiinfiammatorie molto utili per calmare i fastidi della pelle arrossata. L'acido tannico contenuto nel tè nero aiuta a dissipare il tipico calore conseguente a un eritema solare. Prepara un doposole naturale, lasciando raffreddare delle bustine di tè nero, e applicale nei punti in cui avverti maggiore bruciore.

Un'alternativa più green è fare un infuso con le foglie di tè verde (che puoi acquistare in erboristeria), in cui intingere delle salviette in cotone leggero o lino da utilizzare come impacchi lenitivi, naturalmente dopo averlo fatto ben raffreddare in frigorifero. Per un effetto rinfrescante maggiore, aggiungi qualche foglia di menta.

Cetrioli per provare meno dolore da bruciatura

I cetrioli hanno proprietà antiossidanti e analgesiche. E, si sa, la pelle provata dai raggi solare fa male!

Prepara un doposole tutto naturale frullando i cetrioli, meglio se freschi da frigorifero. Questo composto può essere usato anche come rimedio contro la pelle che si sta spellando in seguito a una scottatura.

Patate per disperdere il calore dalla pelle

Applicare patate bollite sulla pelle arrossata fa parte dei "mitici" rimedi della nonna, ai quali ricorrere in caso di emergenza. Cosa prevede? Bisogna far bollire e schiacciare le patate dopo averle sbucciate, lasciarle quindi raffreddare, per poi applicarle come impacco lenitivo sulle zone scottate o accaldate dal sole.

Il merito del pronto intervento calmante è l'amido contenuto nelle patate: aiuta a dissipare il calore, che può ridurre il dolore e altre sensazioni fastidose conseguenti all'overdose di raggi solari. 

Altri rimedi naturali doposole

Per rinfrescare la pelle dopo una giornata di mare immergiti nella vasca da bagno colpa di acqua tiepida in cui avrai versato 3 gocce di olio essenziale di lavanda o di camomilla, dalle virtù calmanti.

Per un'azione antisettica, aggiungi un bicchiere di aceto di mele: il suo contenuto di acido acetico scongiura il rischio di infezione che può sempre sopraggiungere in caso di infiammazione cutanea, anche se - lo ricordiamo per evitare allarmismi - è un'evenienza non così frequente.

In caso di pelle scottata evita di usare i bagnoschiuma schiumogeni, poiché potrebbero irritare la cute già molto provata, e ricordati così di asciugarti tamponando sulla pelle un telo in fibre naturali, come lino e cotone (a volte persino la spugna può essere fastidiosa). 

Se tutti questi rimedi non sortiscono alcun effetto, prova altre soluzioni per scottature solari: otterrai una bella abbronzatura, evitando così di spellarti

Riproduzione riservata