vitamina c bellezza

Fa bene alla salute, ma anche per la pelle gioca un ruolo prezioso. La vitamina C è da sempre una delle sostanze più gettonate in cosmetica. Sfoglia la  gallery e scopri tutti i suoi lati positivi.

La vitamina C ti fa bella

È il principio attivo più versatile che ci sia. Ti aiuta a mantenere giovane la pelle, la protegge dai danni del sole, combatte le impurità e la rende tonica. Non ti resta che inserirla nella tua beauty routine

Contrasta l’azione dei radicali liberi, è un ottimo anti-infiammatorio e stimola la formazione di collagene, rallentando l’invecchiamento cutaneo. La vitamina C è un vero e proprio elisir di giovinezza.

In etichetta, tra gli ingredienti di un cosmetico per assicurarti che sia presente devi cercare la dicitura ascorbic acid. Acido ascorbico infatti è il nome chimico della vitamina C. Anche se la sua forma pura è piuttosto rara da trovare: si ossida al minimo stimolo esterno ed è questa la ragione per cui i cosmetologi preferiscono utilizzarla sotto forma di derivato, ovvero legata a una catena di altre molecole che la rendono più stabile. In questo caso tra gli ingredienti troverai ingredienti come ascorbil-palmitato, ascorbil-glucoside, ascorbil fosfato.

A che età devi iniziare a utilizzarla? Non c’è un’età precisa per cominciare ad applicare i cosmetici alla vitamina C. In linea di massima per la loro azione antiossidante dai trent'anni in su, ma si possono adoperare anche prima.

Quando invece è indispensabile? Tutte le formule a base di questa vitamina sono indicate se ti esponi tanto al sole, sei una fumatrice o vivi in un ambiente molto inquinato, perché rallenta il fotoinvecchiamento contrastando l’attività dei radicali liberi. Un altro vantaggio è che questa sostanza non presenta controindicazioni.

Schiarisce le discromie

Se il tuo problema numero uno è il colorito da dalmata, quando scegli una crema leggi attentamente l’etichetta. E cerca ingredienti che contengano il termine “ascorbil”. Si tratta di derivati della vitamina C che schiariscono le macchie solari. Come? Favoriscono il riassorbimento degli accumuli di melanina, attenuandoli gradualmente. E inibiscono la tirosinasi, l’enzima che stimola la produzione di pigmento. Il più utilizzato? L’ascorbil palmitato.

Protegge dal sole

La vitamina C è il top degli antiossidanti. Perché combatte i radicali liberi prodotti dall’esposizione al sole. Ma non ripara solo i danni: se abbinata a filtri Uv, potenzia il loro effetto perché scherma le radiazioni che la protezione non riesce a bloccare. Fai così: prima di applicare la crema, stendi 4-5 gocce di siero alla vitamina C. Aspetta che si assorba completamente altrimenti potrebbe essere meno efficace, poi stendi il tuo solare abituale.

Minimizza le rughe

Se hai la pelle segnata da piccole rughe, questa vitamina è un vero toccasana perché ha un effetto leggermente esfoliante. Assottigliando lo strato cutaneo più superficiale, stimola la formazione di nuove cellule e la pelle appare più liscia e distesa. La concentrazione di principio attivo ideale? Intorno al 10 per cento, ma funzionano bene anche i cosmetici con percentuali minori.

Rimpolpa i lineamenti

Per formare il collagene, la fibra che sostiene la pelle e le dona turgore, ci vuole una buona dose di vitamina C. Se questa è insufficiente le molecole di collagene tendono a indebolirsi, pronte a degradarsi alla minima aggressione esterna. Per questo se hai bisogno di un prodotto che combatte i cedimenti cutanei, assicurati che tra i primi ingredienti ci sia la vitamina C. Non aspettarti risultati immediati: alcuni studi hanno dimostrato che per vedere i primi effetti occorrono almeno tre mesi.

Rinforza i capillari

Basta un leggero sbalzo di temperatura e sul viso affiorano i capillari. La soluzione è un prodotto che contenga almeno uno dei derivati di questa vitamina. A differenza dell’attivo puro, che è piuttosto acido, hanno un pH più vicino a quello fisiologico e quindi un’azione meno irritante. Come funzionano? Rinforzano l’endotelio, cioè il tessuto che riveste i piccoli vasi sanguigni, rendendoli così più elastici e resistenti. E impedendo che si dilatino improvvisamente facendoti “infiammare” il viso.

Restringe i pori

Una grana della pelle irregolare, con i pori dilatati rende il viso meno luminoso. E non è un problema solo delle pelli grasse o miste. Con l’età la cute si rilassa e i pori diventano più evidenti. Ci vuole un cosmetico astringente, ricco di vitamina C, da usare due volte al giorno, per esempio un tonico. La sua acidità diminuisce l’ampiezza dei forellini, riducendo anche la produzione di sebo. E la pelle diventa più regolare.

Purifica l’epidermide

Lo sapevi? La vitamina C è uno dei rimedi più efficaci contro le pelli impure e persino in presenza di acne. Non solo per le sue proprietà astringenti, ma anche perché ha un’azione antinfiammatoria, contribuendo così a ridurre le eruzioni cutanee. L’effetto esfoliante facilita l’eliminazione dei punti neri ed evita che si ostruiscano nuovamente i pori. Se hai la pelle oleosa, prima di truccarti applica un gel che la contenga.

I prodotti

1- Agisce su rughe, borse occhiaie, Force C3 Eye Mask di Helena Rubinstein (84,99 euro).

2 - Da solo o aggiunto alla tua crema, Vitality Shot di Ioma (65,90 euro) apporta luminosità ed energia alla pelle.

3 - Protegge dai danni del photoaging C+C Oil-Free Macroantioxidant Sun Protection Spf 30 di Natura Bissé (57 euro).

4 - Se hai la pelle secca c’è Crème Rénovatrice Vitamine C di Resultime (49,50 euro).

I prodotti

1- Si mixa al momento Thio-C Fluido Effetto Luce di Bakel (138 euro) cura urto per un mese con vitamina pura.

2 - Contiene vitamina C al 10% The Booster Siero Intensivo di Diego Dalla Palma (29,90 euro).

3 - In capsule monodose, il siero Monoderma®C10 (25 euro, 28 dosi in farmacia).

Riproduzione riservata
dmbeauty

2.444 posts 403k followers

Make up your life

Beauty cards