lapresse-boruc

Artur Boruc, quasi due metri di maschio polacco. Il portiere arriva alla Fiorentina dal Celtic ed è costato 1,2 milioni di euro.

Vi pare un buon affare?

Calciatori belli: i soldi quest’anno li spendono per loro?

Questo è tempo di uomini muscolosi, contratti  milionari e calciomercato. Abbiamo sbirciato tra i nuovi acquisti in  entrata in alcune squadre italiane, per verificarne talento e avvenenza

lapresse-biabiany

Arriva al centrocampo dell'Inter Jonathan Biabiany, 22 anni, calciatore parigino di origini guadalupensi.

Appena arrivato e ha già vinto qualcosa: questo 21 agosto i nerazzurri si sono aggiundicati infatti la  Supercoppa. Certo, Biabiany è rimasto tutti i 90 minuti in panchina...

lapresse-amelia

Marco Amelia, nato nel 1982, è il secondo portiere della nazionale (dopo Buffon) che portò nel 2006 l'Italia a vincere i mondiali. Arriva al Milan in prestito dal Genoa.

lapresse-adriano

Adriano torna in Italia (a lungo fu attaccante dell'Inter) ed entra nella Roma. In passato fu discussa la sua forma fisica (non sempre atletica, anzi...) e la sua passata passione per le feste, era ospite fisso all'Hollywood di Milano.

Ora vedremo se saprà farsi amare nella capitale.

ansa-garrido

Javier Garrido, originario dei paesi baschi, venduto dal Manchester City entra ora nella Lazio del presidente Lotito.

Javier arriva mentre Aleksandar Kolarov dalla Lazio viene mandato a Manchester. Stesso ruolo, stessa età. Vi pare un buono scambio?

ansa-gonzalez

Altro affare della Lazio: a centrocampo arriva il bravo Alvaro Gonzalez, ma potete chiamarlo El Tata, come fanno tutti.

Lui è uruguaiano ed infatti arriva in Italia dal team del Nacional Montevideo.

ansa-rudolf

Ha l'aria da musicista di una boy band, sarà per il bel taglio di capelli alla moda e l'orecchino che spesso sfoggia. Peccato non sia molto alto (non arriva ai 180 cm).

Si chiama Gergely Rudolf, è ungherese e sta per esordire nel Genoa.

lapresse-lucarelli

Il Napoli farà giocare con la maglia numero 99 Cristiano Lucarelli, 34 anni.

L'attaccante è tanto famoso per la sua bravura quanto per la sua fedeltà a Livorno (la sua città e la squadra nella quale ha giocato a lungo). In passato rinunciò a un miliardo di lire per restare con il suo Livorno e ne trasse anche un libro "Tenetevi il miliardo" nel quale scrisse: "ci sono giocatori che con i soldi guadagnati si comprano lo yacht, una Ferrari, una villa al mare. Ecco, io con questi soldi mi ci sono comprato la maglia del Livorno".

Riproduzione riservata