Al via il programma divorce detox

Anche i migliori psicologi sono pronti a giurare che superare una separazione o un divorzio potrebbe essere difficile quanto far fronte a un lutto di un familiare stretto oppure uscire da una disintossicazione da sostanze come droga e alcool. Ed è proprio da questo presupposto che in America si stanno sviluppando sempre di più i gruppi di auto-aiuto per sostenersi a vicenda e dimenticare il dolore della recente separazione: un programma di disintossicazione seguito da un tutor che attraverso incontri settimanali e un vero e proprio kit di sopravvivenza permette (e promette) di riconquistare la fiducia in se stessi e nel mondo.

Pare non ne abbiano bisogno Richard Gere e Carey Lowell che, anche se si sono appena detti addio dopo 18 anni insieme, si sono comunque giurati “amore eterno” per la tranquillità del figlio.

Dopo il divorzio la “dieta” detox

Arriva dall'America il nuovo metodo per superare al meglio la separazione

Il divorzio e la separazione non fanno più paura. E separarsi quando non ci si ama più e finisce la passione è diventata quasi una moda. Almeno per le celebrities.

Divorzio: le fasi da superare

Altro amore giunto al capolinea dopo oltre 13 anni di matrimonio è quello di Raul Bova e della moglie Chiara che dalle pagine del settimanale Chi ha rivelato le difficoltà che sta vivendo la coppia.

Potrebbe quindi essere utile anche per il popolare attore il programma “divorce detox”. Perché quando ci si lascia non ci sono mai né vincitori, né vinti: anche chi prende la decisione di lasciare il partner sente più che mai il senso della responsabilità e della sconfitta. Naturalmente, chi lascia soffre, ma è certamente meno coinvolto emotivamente rispetto a chi viene lasciato. E le fasi da superare, dicono gli esperti, sono davvero molte: dal senso di fallimento all’ansia per le incertezze future, dal crollo dell’autostima al disorientamento per il fatto di ritrovarsi soli, magari a una certa età, fino alla rabbia. Solo allora significa che si è veramente usciti dal tunnel.

Nasce il divorcing planner

Il matrimonio non è considerato una dipendenza solo negli States ma anche in Inghilterra dove sono recentemente nati i circoli dei divorziati anonimi: ex mariti ed ex mogli che cercano di superare insieme un momento difficile della propria vita. Nel Paese dove regna l’aplomb regale addirittura è andata creandosi la figura del divorcing planner e cioè colei (o colui) che viene incaricata di organizzare un vero e proprio divorce party con tanto di torta e inviti ufficiali ad amici e parenti per festeggiare la scelta, seppur difficile, della separazione.

E chissà se Vanessa Paradis ha pensato a una festa di questo genere dopo che il marito, Johnny Depp l’ha tradita con la giovane collega Amber Heard

Divorzio meno pesante col tradimento

Contrariamente a quanto si possa pensare, un tradimento, seppur doloroso, può essere considerato un vero e proprio aiuto nel momento del divorzio, in quanto si arriva subito, o comunque prima, allo stadio della rabbia. Essendo più semplice incolpare l’altro, questo può servire da capro espiatorio . Anche se, ci sono esperti che ritengono che, non attraversando tutte le altre fasi del dolore, si rischia di non mettersi in discussione e di non affrontare i propri errori. Bisogna sempre ricordare che qualsiasi tipo di separazione avviene in due e che il tradimento, seppur vile, è sempre una conseguenza di una serie di errori e di qualcosa che comunque nella coppia non funzionava.

Forse Demi Moore dovrebbe farsi un’analisi di coscienza per le sfuriate pubbliche contro il suo ex marito, ora fidanzato con Mila Kunis. Anche se abbiamo tutti solidarizzato con lei per il modo in cui l’affascinante Ashton Kutcher le ha dato il benservito dopo aver raggiunto la fama…

Divorzio: si può restare amici?

Si può restare amici dopo la separazione? Forse sì, anche se magari non da subito: sono tante le coppie che, una volta divorziate, si definiscono “buoni amici” ma, a detta degli esperti, è molto difficile che ciò accada realmente. Nella maggior parte dei casi si tende a mostrare all’esterno una parvenza di amicizia che in realtà non esiste: le separazioni infatti sono accompagnate da ferite che purtroppo non sono rimarginabili, possono essere curate nel tempo, questo sì, ma le cicatrici restano per sempre. Anche quando ci sono di mezzi i figli è difficile che un matrimonio si possa trasformare in sana amicizia perché c’è sempre chi soffre e ha sofferto di più.

La bella coppia del cinema italiano, Alessandro Preziosi e Vittoria Puccini, dopo una lunga convivenza e una figlia (oltre che qualche litigata pubblica) ora va d’amore e d’accordo per il bene della piccola Elena

Dopo il divorzio bisogna essere egoisti

Non sono da meno la conduttrice Alessia Marcuzzi e il Dj Francesco Facchinetti che dopo un paio d’anni di passione e la nascita di Mia si sono detti addio pur continuando a frequentarsi e volersi bene. Anche se una vive a Roma e l’altro a Mariano Comense, in provincia di Como.

Sapete qual è il metodo migliore per superare il divorzio? Essere egoisti e pensare solo a se stessi. Perché non esistono psicologi o terapeuti in grado di ridarci la nostra indipendenza. Occorre dare letteralmente un calcio al passato, rompendo vecchi schemi e vecchie abitudini e ripartire da zero: nuovo arredamento, nuovo guardaroba, nuovo taglio di capelli… Insomma, qualche piccolo ricordo, soprattutto se si hanno figli in comune, è sempre bene tenerlo, ma il “cordone ombelicale” che ci lega al passato ha bisogno di un taglio netto. Per quanto doloroso sia.

Quando chiodo scaccia chiodo

Poi c’è il caro buon vecchio metodo del “chiodo scaccia chiodo”. Buttarsi subito in un’altra storia, senza pretese, per qualcuno è il metodo più adatto per buttarsi le brutte esperienze alle spalle.

Un po’ quello che ha fatto Barbara Berlusconi che, a neanche un mese dall’addio al calciatore Pato, si è fidanzata con il barista monzese Lorenzo Guerrieri.

Riproduzione riservata