Hokkaiko giappone cover

Giappone, foto dal paradiso di Hokkaido

Non troppo distante da Fukushima e dalle zone devastate da terremoto e tsunami, c'è un'oasi di fauna selvatica rigogliosa non toccata dalla devastazione. Vediamola!

Hokkaido, paradiso naturale intatto

In Giappone non ci sono solo Fukushima, Minamisoma, Ofunato, Natori, Miyagi, e tanti altri centri, divenuti tristemente famigliari alle orecchie a causa del terribile terremoto e del devastante tsunami che hanno colpito l'11 marzo scorso la zona nord-orientale dell'isola provocando la morte di circa 14.800 persone, con 11.000 dispersi, e la distruzione di decine di migliaia di abitazioni.

Ancora più a nord, a Hokkaido, la più settentrionale delle quattro isole principali dell'arcipelago giapponese, il sisma sembra non aver intaccato lo stupendo habitat naturale che lo popola.
Il fotografo Kimimasa Mayama si è addentrato nell'isola, in piena stagione invernale, tra gru della Manciuria e aquile di mare di Steller, tesoro nazionale giapponese. Godiamoci le immagini di questo paradiso naturale!

Hokkaido, l'aquila di mare di Steller

Un'aquila di mare di Steller lotta con un altro esemplare più giovane sul lago ghiacciato di Nemuro, nell'isola di Hokkaido, 11 febbraio 2011.

L'aquila di mare di Steller, così chiamata dal nome del naturalista tedesco Georg Wilhelm Steller, è un animale protetto e disegnato Tesoro nazionale in Giappone. Le aquile di mare di Steller vivono nella Russia settentrionale, nella Penisola di Kamchatka, nell'area costiera del Mar di Okhotsk, e viaggiano verso il sud per l'inverno. La loro popolazione nel mondo è stimata tra i 5.000 e 7.000 esemplari: circa 2.000 di questi volano verso il nord del Giappone a svernare.

Sembra che finora il terremoto e lo tsunami dell'11 marzo 2011 non abbiano avuto effetti negativi sull'habitat degli animali di Hokkaido.

Il paradiso di Hokkaido, le gru della Manciuria

Le gru della Manciuria nel vento di Kushiro, una città orientale di Hokkaido, isola del nord del Giappone, 13 febbraio 2011.

Le gru svernano su un fiume che non congela per proteggersi dai nemici naturali come volpi, donnole, corvi, aquile di mare di Steller, aquile di mare... La popolazione stimata della gru della Manciuria è compresa tra 2.000 e 2.500 esemplari. Vivono nel nord del Giappone, nella Cina nord-orientale, in Mongolia, nella penisola coreana e nella Russia orientale. La popolazione dell'isola settentrionale giapponese di Hokkaido è stimata in circa 1.200 gru.

Finora sembra che il disastro del terremoto e tsunami del nord-est del Giappone non abbia avuto effetti negativi sull'habitat degli animali di Hokkaido.

Hokkaido, gru della Manciuria in volo sul fiume

Le gru della Manciuria volano fuori dal loro rifugio invernale sul fiume, nel primo mattino a Kushiro, città orientale di Hokkaido, isola del nord del Giappone, il 20 gennaio 2011, quando le temperature scendono a meno 15 gradi Celsius.

Hokkaido, il sonno delle gru della Manciuria

Una fotografia a lunga esposizione mostra le gru della Manciuria che dormono nel loro riparo invernale, sul fiume, illuminato dalla luna quasi piena a Kushiro, una città orientale di Hokkaido, isola del nord del Giappone, il 19 gennaio 2011. La temperatura tocca circa i meno 20 gradi Celsius.

Non ghiacciandosi, il fiume permette alle gru di proteggersi dai loro nemici naturali come volpi, donnole, corvi o aquile di mare.

Giappone, l'oasi naturale di Hokkaido

Aquile di mare di Steller e un'aquila di mare (a destra) sono appollaiate su tronconi di ghiaccio in una mattina a Rausu, sull'isola settentrionale giapponese di Hokkaido, il 15 febbraio 2011.

Giappone, Hokkaido: un'oasi intatta dal sisma

Una gru della Manciuria a Kushiro, città orientale di Hokkaido, isola del nord del Giappone, il 25 dicembre 2010.

L'altro Giappone, un habitat naturale non devastato dal sisma

Le gru della Manciuria dormono nel loro rifugio invernale sul fiume che non si ghiaccia, nella mattina a Kushiro, città orientale di Hokkaido, isola del nord del Giappone, il 20 gennaio 2011.

Finora sembra che il disastro conseguente a terremoto e tsunami dell'11 marzo non abbia avuto effetti negativi sull'habitat degli animali di Hokkaiko.

Giappone, Hokkaido: fotoreportage naturalistico

Un'aquila di mare di Steller sta per atterrare sul ghiaccio di Rausu, sull'isola settentrionale giapponese di Hokkaido, 15 febbraio 2011.

Giappone, ad Hokkaido tra volpi e gru

Una volpe rossa del nord passa accanto a delle gru della Manciuria con una lasca viva in bocca, a Kushiro, città orientale di Hokkaido, isola del nord del Giappone, il 14 febbraio 2011.

L'altro Giappone, il paradiso naturale di Hokkaido

Una fotografia a lunga esposizione mostra uno stormo di gru della Manciuria mentre dorme sulle acque di un fiume illuminato da una luna quasi piena, prima del suo tramonto, a Kushiro, una città orientale di Hokkaido, isola del nord del Giappone, il 19 gennaio 2011, quando le temperature sono di circa -20 gradi Celsius.

Riproduzione riservata