L'ereader Tim per scaricare gli eBook

«Nei  prossimi anni cambierà il rapporto tra editore e lettore, così come sta  cambiando nella musica, nel cinema, nel giornalismo» spiega Riccardo  Cavallero, direttore generale della divisione libri trade di Mondadori.  «Fra qualche mese potremo avere abbonamenti digitali ai libri come  succede ora con le pay tv. In Biblet store ci saranno canali tematici  per il thriller, il rosa, le ricette di cucina, i libri per i  ragazzi...». Comodo no? Pagando con la carta di credito o con le carte  telefoniche, il lettore soddisferà la sua fame di storie e l’editore  diventerà una specie di bibliotecario dell’era di Internet.

Nella foto, l’ereader prodotto da Sagem per Tim che sta per uscire e che permetterà di connettersi a Biblet store pagando solo il libro.

I libri Mondadori diventano ebook

Si leggono sulle tavolette, si noleggeranno come i film. Nell’era di Internet romanzi e saggi si trasformano. E nella rivoluzione digitale la nostra casa editrice è in pole position

L'iPad, per leggere i libri in formato digitale

Se siete abituate a sentire la musica sull’iPod, a leggere le riviste sull’iPad, a scaricare i film sul pc, preparatevi a un’altra novità. Da oggi anche in Italia potete comprare gli  ebook. Il nome non deve spaventarvi: sono libri in formato digitale, da sfogliare e leggere sui nuovi gioiellini tecnologici (ereader e tablet) che affollano il mercato. Gli ebook si trovano in Rete, dove le case editrici stanno conquistando sempre più posto. Prima fra tutte la Mondadori che, guardando al futuro, ha firmato un accordo con Telecom Italia per  la nascita di Biblet store, la prima libreria digitale. Biblet store (www.biblet.it) è una specie di iTunes dove, invece di scaricare musica, si scaricano libri.

Nella foto, l’iPad, con il quale si possono leggere i libri in formato digitale.

Il sito Biblet store, per scaricare gli ebook Mondadori

Per i fan della tecnologia è una pacchia: Mondadori ha messo online  oltre 1.200 titoli del gruppo editoriale (insieme ai volumi firmati  Mondadori, ci sono quelli di Einaudi, Sperling  & Kupfer e Piemme),  di cui 400 novità. Altri 200 sono in arrivo prima di Natale ed entro il  2012 dovrebbe esserci tutto il catalogo. L’operazione ha il sapore della  rivoluzione. «La trasformazione in atto a livello globale del mercato  del libro, sostenuta dalla diffusione delle nuove tecnologie, avrà un  impatto rilevante a medio termine anche in Italia» ha detto Maurizio  Costa, vicepresidente e amministratore delegato del Gruppo Mondadori in  occasione della firma dell’accordo con Telecom alla Fiera del libro di  Francoforte.

Nella foto, il sito Biblet store, da cui si scaricano gli ebook Mondadori.

L'ereader Tim per scaricare gli eBook

«Nei  prossimi anni cambierà il rapporto tra editore e lettore, così come sta  cambiando nella musica, nel cinema, nel giornalismo» spiega Riccardo  Cavallero, direttore generale della divisione libri trade di Mondadori.  «Fra qualche mese potremo avere abbonamenti digitali ai libri come  succede ora con le pay tv. In Biblet store ci saranno canali tematici  per il thriller, il rosa, le ricette di cucina, i libri per i  ragazzi...». Comodo no? Pagando con la carta di credito o con le carte  telefoniche, il lettore soddisferà la sua fame di storie e l’editore  diventerà una specie di bibliotecario dell’era di Internet.

Nella foto, l’ereader prodotto da Sagem per Tim che sta per uscire e che permetterà di connettersi a Biblet store pagando solo il libro.

Il sito bol.it per scaricare libri in formato digitale e cartaceo

Chi  ama l’odore d’inchiostro e la consistenza della carta non deve  preoccuparsi: sul sito Bol.it, oltre agli ebook, troverà saggi e romanzi  in formato cartaceo di varie case editrici. Ma i più giovani e  smanettoni si divertiranno con la versione digitale de La caduta dei giganti di Ken Follett o de Il codice da Vinci  di Dan Brown. «Viviamo una fase in cui c’è tanto spazio per inventare e  innovare» rivela Riccardo Cavallero. «E molti autori sono entusiasti».  Un nome per tutti? «Valerio Massimo Manfredi. Da archeologo, vede  nell’ebook grandi potenzialità: la possibilità di fare libri con mappe  interattive, disegni, animazioni... Per il suo Aléxandros stiamo creando  un’applicazione per iPad che uscirà il prossimo anno». Ma è solo l’inizio.

Nella foto, la mainpage di Bol.it.

Riproduzione riservata