meditazione zen

Un angolo di pace interiore: guida alla Meditazione Zen

  • 30 09 2020

Praticare la meditazione zen ci permette di aprire la mente e guardare alla vita con occhi nuovi: ecco di cosa si tratta e come farla diventare un'abitudine

Cosa è la meditazione zen

La meditazione zen è una pratica che conduce alla rinuncia degli schemi mentali abituali per ritrovarsi nell’attimo presente, considerato la sola verità assoluta.

Lo Zen infatti è proprio la via che, secondo il Buddhismo Chàn, riporta alla realtà, al “qui e ora”.

Imparare a meditare: gli esercizi facili per chi è alle prime armi sono questi

VEDI ANCHE

Imparare a meditare: gli esercizi facili per chi è alle prime armi sono questi

Come fare meditazione zen?

Per provare a praticare la meditazione Zen o Zazen, che significa “seduti semplicemente”, dobbiamo provare ad abbandonare quello che pensiamo di sapere e di conoscere, aspettative e giudizi di ogni genere. Questo per trovare uno stato mentale che ci consente di aderire pienamente alla realtà, senza niente volere nè pensare. La meditazione zen è un tipo di meditazione interiore che dev'essere approcciata con la massima disponibilità.

La tecnica dietro la meditazione zen è semplice.

  1. Sedetevi possibilmente su un tappetino yoga o su un cuscino per meditazione a gambe incrociate con la schiena ben dritta e le ginocchia che scendono verso terra.
  2. Chiudete gli occhi, posizionate le mani sulle ginocchia e iniziate a portare l'attenzione al respiro. Provate a sentire attentamente tutte le sensazioni associate a ogni inspirazione ed espirazione: dalla sensazione dell'aria che passa dalle narici al suono del respiro
  3. A questo punto provate ad allungare le respirazioni fino ad arrivare a 8-10 secondi di inspirazione ed ugualmente di espirazione.
  4. Ogni volta che un pensiero si delinea nella vostra mente, accettatelo ma non dategli corda: cercate di lasciarlo sfuggire via senza turbare la vostra quiete

Per una meditazione ben riuscita, cercate di trovare la strada che più fa per voi. Alcuni preferiscono il silenzio, mentre per altre persone è più facile fare meditazione con una musica di sottofondo. Potete scegliere la musica zen ispirata alla natura, la musica classica o i mantra, che ripetuti in sottofondo portano ad uno stato di interiorizzazione profondo. Infatti, nonostante in questo tipo di meditazione non si recitino dei mantra, averli in sottofondo può richiamare il giusto stato mentale.

I benefici della meditazione zen

Come nel Vipassana, la meditazione Zen sviluppa una condizione di pace e rilassamento, di “non-pensiero”.

Alcune ricerche effettuate tra i monaci giapponesi mostrano che all’aumentare della pratica e all’approfondimento della tecnica di meditazione Zen migliorano anche la salute mentale e la qualità di vita.

In definitiva onn è così semplice stabilire un preciso elenco di benefici "materiali" apportati dalla meditazione. I beneficio sta proprio nell'imparare a vivere il presente allontanando stress, ansie e paure immotivate che spesso ci accompagnano su base quotidiana.

La meditazione zen può essere guidata?

La meditazione guidata può essere anche di tipo zen. Una voce di sottofondo vi guiderà momento per momento lungo la strada da seguire per abbandonare il resto del mondo e concentrarsi solo sulla propria esperienza di meditazione. 

Questo tipo di soluzione è particolarmente consigliata per chi è alle prime armi o chi ha difficoltà ad abbandonare i pensieri.

Meditare è saper vivere con se stesse: comincia a farlo a casa!

VEDI ANCHE

Meditare è saper vivere con se stesse: comincia a farlo a casa!

Riproduzione riservata