michaeljfox cover

Michael J. Fox compie 50 anni

Star tra le più amate degli anni ’80, con quella faccia da eterno ragazzino festeggia eppure mezzo secolo! Ripercorriamo la sua carriera in foto

Michael J. Fox, 50 anni per l'eterno ragazzino

Star tra le più amate degli anni ’80, con quella faccia da eterno ragazzino nonostante la malattia che l'ha tenuto lontano delle scene, Michael J. Fox il 9 giugno compie mezzo secolo!

Cinquant'anni che l'hanno fatto passare attraverso successi indimenticabili. L’esordio nel 1982, nella serie TV cult Casa Keaton, lo rende famoso non solo negli Stati Uniti ma anche in Europa. Tuttavia, nel 1985 è Steven Spielberg a cambiare per sempre la sua vita scegliendolo, proprio grazie al suo aspetto adolescenziale, come protagonista di una pellicola da lui prodotta, che sbancherà i botteghini di tutto il mondo e lo iscriverà per sempre tra le grandi star di Hollywood: Ritorno al futuro di Robert Zemeckis.

Rviviamo i suoi 50 anni in foto!

 

Nella foto lo vediamo nel febbraio 2011 a Berlino, ai Golden Camera Awards.

Michael J. Fox, una brillante carriera frenata dal Parkinson

Da Ritorno al futuro (1985) per Michael J. Fox è stato l'inanellare di una serie di film di successo, una carriera sempre in ascesa, frenata però da una grave forma del Morbo di Parkinson, che l’ha obbligato praticamente a ritirarsi dalle scene nei primi anni del 2000.

Da allora però è diventato un importante sostenitore e raccoglitore di fondi a favore della ricerca sulle cellule staminali, nella speranza che un giorno possano aiutare chi soffre del morbo di Parkinson o di altri disturbi debilitanti.

 

Canadese naturalizzato statunitense, ai XXI Giochi olimpici invernali di Vancouver ha partecipato con un monologo alla cerimonia di chiusura della manifestazione (nella foto)

Michael J. Fox, sposato da 23 anni con Tracy Pollan

Fox è sposato dal 1988 con l'attrice Tracy Pollan, dalla quale ha avuto quattro figli: un maschio, due gemelle e un'altra femmina.

Nella foto è con lei nel 2009 ai 61esimi Primetime Emmy Awards al Nokia Theater di Los Angeles.

Michael J. Fox: "Il Parkinson mi ha salvato la vita"

Nella foto Michael J. Fox è al congresso sul Parkinson nel 2005 a New York. L'attore ha anche creato la Michael J. Fox Foundation for Parkinson's Research.

Della sua malattia ha detto: "Il Parkinson mi ha salvato la vita. Prima vivevo a 100 all'ora e bevevo, ora mi sono avvicinato alla famiglia".

Michael J. Fox nel 2000 si ritira da Spin City

Nel 2000 Michael J. Fox ha annuncia il suo ritiro dalla serie tv Spin City, nella quale interpretava il protagonista, a causa dell'aggravarsi della sua malattia.

Qui lo vediamo durante le riprese a Central Park con un cerbiatto.

Michael J. Fox diretto da Jackson e Burton

Negli anni '90 ha partecipato a film come Il presidente - Una storia d'amore di Rob Reiner (1995)  (nella foto), si è fatto dirigere da Peter Jackson in Sospesi nel tempo, altro riuscito film della coppia Spielberg/Zemeckis (1996), fa un cameo di pochi secondi in Mars Attacks! di Tim Burton (1996).

Michael J. Fox, nel 1991 i primi sintomi del Parkinson

Nel 1991, a trent'anni, mentre gira il film Doc Hollywood (sopra un'immagine di scena), Michael J. Fox si accorge che le sue dita tremano senza che lui riesca a controllarle: gli viene diagnosticato il morbo di Parkinson, notizia che renderà pubblica soltanto nel 1998.

Michael J. Fox, un omaggio su MGM

Tra gli altri film che hanno visto protagonista l'attore sbarazzino Michael J. Fox ci sono Il segreto del mio successo di Herbert Ross (1987), Le mille luci di New York di James Bridges (1988), Vittime di guerra di Brian De Palma (1989) (di cui sopra si vede un'immagine di scena).

 

Per il suo cinquantesimo compleanno, oggi 9 giugno a partire dalle 21 MGM (Sky – Canale 320) lo omaggia proponendo proprio Le mille luci di New York, tratto dal romanzo di Jay McInerney, sottile analisi dell’atra faccia  del “sogno americano”, in cui Fox recita accanto a Kiefer Sutherland ed alla  splendida Phoebe Cates. MGM proporrà anche Voglia di vincere, in cui l'attore d'origini canadese è un giovane licantropo che al contatto con i raggi lunari, non solo si trasforma in lupo ma acquista la forza e il carisma per emergere nella vita.

Michael J. Fox per tuti è ancora Marty McFly

Non poteva mancare un'immagine di scena di Ritorno al futuro (1985), a cui poi seguì Ritorno al futuro Parte II e Parte III.

 

Nel 2010 in occasione del 25° anniversario dall'uscita nei cinema dell'indimenticabile pellicola, Michael J. Fox ha vestito di nuovo i panni di Marty McFly rigirando il trailer del film e annunciando la partecipazione agli Scream Awards 2010. Le nozze d'argento della pellicola sono festeggiate in tutto il mondo. Specialmente a New York il cast principale si riunì davanti ad una folla di fan in visibilio.

Riproduzione riservata