Come conservare le tue piante aromatiche per l’inverno

Conservazione delle erbe Credits: Shutterstock
01/05
Foto

Sfoglia la gallery e scegli il metodo di conservazione delle tue erbe aromatiche: tramite essiccazione, con il congelatore, sotto sale o nell'olio... ti diciamo noi come si fa!

5 modi diversi per assaporare i benefici delle erbe aromatiche tutto l'anno

Come raccogliere le erbe aromatiche per conservarle

La bella stagione è il periodo ideale per raccogliere le erbe aromatiche da conservare per l'inverno. Ricorda che è opportuno tagliare foglie e steli prima della fioritura: evita di attendere la completa maturazione e con l'aiuto di un paio di forbici cogli steli di borragine e angelica, foglie di erba cipollina, rosmarino, menta, basilico, salvia. I fiori come camomilla e lavanda possono essere raccolti all'inizio della fioritura, mentre i bulbi una volta che la pianta si sarà seccata. Le radici? Il periodo tradizionale in cui vengono raccolte e messe a seccare è alla fine dell'estate, fino a autunno inoltrato. Ricorda che il momento migliore per la raccolta è durante le ore del mattino, quando la rugiada si è asciugata e prima del sole di mezzogiorno. Se non ci sono tracce di terriccio o fango usa un panno umido al posto dell'acqua, evitando di strofinare in modo da preservare le proprietà delle erbe al massimo.

Sfoglia la gallery e scopri come conservare le piante aromatiche per l'inverno in 4 modi diversi!

Vuoi un balcone fiorito? Crea un angolo verde sul terrazzo con le piante giuste: grazie alla presenza della natura migliora la qualità della vita e l'umore scopre un'energia nuova. Inizia dalle erbe aromatiche, resistenti e facili da coltivare.

Riproduzione riservata