Coltivare le fragole in balcone e non solo

Credits: Shutterstock

Le fragole sono buonissime e decorative. Ma, soprattutto, si possono coltivare sia in giardino che in vaso sul balcone: ecco tutti i nostri consigli

Come coltivare le fragole

Le fragole sono una delle varietà di frutta più amate, sia dai grandi sia dai piccini. Ormai disponibili in ogni stagione, grazie alla coltivazione in serra, le fragole si possono coltivare anche in vaso sul balcone. Le radici delle fragole, infatti, non necessitano di profondità essendo piuttosto superficiali e, dunque, non hanno bisogno di grandi terreni. Quindi per coltivare le fragole non hai per forza bisogno di un orto o di un giardino, ma ti bastano un po' di vasi delle giuste dimensioni, è sufficiente a produrre un buon raccolto di fragole.

Come e quando seminare le fragole

Come accade per ogni tipo di coltivazione, ma soprattutto per ortaggi e frutti, partire dalla semina può non essere semplicissimo. Però, seguendo con attenzione il raccolto e le istruzioni, si può ottenere davvero una grande soddisfazione.

Quando seminare le fragole? Le tempestiche possono cambiare in base alla varietà che hai scelto, e spesso sono indicate in modo molto preciso sulle bustine dei semi che hai comprato, In linea generale però le fragole in vaso si piantano a gennaio o febbraio, mentre invece se le pianti in orto o in giardino bisogna aspettare marzo-aprile.

Il consiglio è di seminare del terriccio già ben concimato in precedenza e di attendere la nascita delle prima foglioline. Spuntate le prime foglie, sarà necessario selezionare le piantine radicate e trapiantarle in un vaso ampio alla distanza di una spanna circa l'una dall'altra.

Coltivare le fragole a partire dalla piantina

Per chi non se la sente di partire dal seme, e anche per chi desidera fare giardinaggio insieme ai bambini (che hanno poca pazienza), si consiglia sicuramente di partire dalle piantine già radicate. Quest'ultime si possono acquistare in ogni tipo di vivaio e, a volte, persino al supermercato.

Le piantine hanno già le radici e vanno piantate sempre a distanza di una spanna l'una dall'altra. Proprio come si fa con la semina.

Ma quando vanno messe a dimora le piantine? Bisogna aspettare che ci sia un clima mite, quindi almeno il mese di maggio, e lo si può fare più o meno fino al mese di settembre. L'ideale è farlo quando è davvero caldo, quindi tra luglio e agosto.

Credits: Shutterstock

Dove posizionare le piante di fragole

Abbiamo bisto che le fragole sono molto sensibili al freddo, ma questo non vuol dire che dobbiamo piazzarle in pieno sole. La soluzione giusta - sia che si parli di giardino che di vasi - è una zona mediamente ombreggiata e ventilata. Soprattutto nelle ore più calde della giornata le piante non devono stare in pieno sole.

In inverno poi meglio coprire con un telo le piante.

Quanto innaffiare le fragole

Le piantine di fragole necessitano di essere annaffiate molto spesso, il terriccio infatti non deve diventare mai secco. Quindi, si tratta comunque di una varietà di pianta che ha bisogno di cure costanti (leggi: non adatta a chi si dimentica di innaffiare le piante sul balcone un giorno sì e uno no).

Inoltre, va innaffiata direttamente la terra e non bisogna bagnare le foglie. Questo tipo di accortezza è fondamentale per la buona riuscita del raccolto considerando che permette al terriccio di restare sempre perfettamente umido.

Credits: Shutterstock

Quando si raccolgono le fragole

Quando si raccolgono le fragole? È necessario avere un po' di pazienza: il raccolto avviene infatti la primavera successiva alla semina. Come prima cosa, saranno visibili i caratteristici fiorellini bianchi della pianta e poi arriveranno finalmente le fragole.

La crescita dei frutti inizia quindi a fine primavera e va avanti per tutta l'estate. Le fragole vanno colte a mano, e staccate delicatamente dalla pianta senza danneggiarla. Da lì in poi - se trattata nel modo giusto - la pianta continuerà a darci fragole per circa 4 anni, tanto è lunga la vita di questo tipo di pianta.

Riproduzione riservata