Gigli, e in casa entra la gentilezza

  • 1 9
    Credits: Alvise Silenzi

    Come si coltivano
    I Lilium nascono da grossi bulbi formati da tante squame carnose sovrapposte. Ogni bulbo produce un solo stelo in cima al quale sbocciano da uno a dieci fiori, secondo la varietà. Sono perfetti nelle aiuole del giardino, piantati a macchie estese che risaltano contro lo sfondo del prato. Un tempo i gigli erano i fiori preferiti dalle nonne che li piantavano tutt'attorno all'orto. Oggi si coltivano facilmente anche in vaso perché sono state selezionate varietà alte solo 50-70 centimetri, perfette quindi per il balcone.

    Come si scelgono

    I bulbi di Lilium si acquistano in primavera e si piantano da marzo a fine aprile. Si vendono a gruppi di tre-cinque pezzi di una stessa varietà, in sacchetti di polietilene forati (consentono il passaggio dell'aria), immersi nella sabbia o in trucioli di legno inumiditi che li proteggono dalla disidratazione. Controllate che le scaglie siano turgide e succose. E per scegliere il colore fatevi guidare dalla foto della confezione.

    Come si piantano
    In giardino, per creare una macchia di colore visibile anche da lontano si possono piantare gruppi di 15-20 gigli, a 15-20 centimetri di distanza l'uno dall'altro. Perché attecchiscano bene, ponete i bulbi sul fondo di buchette profonde un palmo e copriteli con uno strato di terriccio spesso il doppio rispetto alla loro altezza. Se li tenete sul balcone, usate vasi o fioriere profondi 25-30 centimetri. Non sono indicate le cassette da appendere alla ringhiera sia perché non abbastanza profonde per le radici sia perché i fiori sarebbero esposti a colpi di vento.

    Quanto costano
    La confezione con tre bulbi di Lilium Siberia, la più pregiata tra le varietà bianche, costa 6,95 euro (per corrispondenza, da Bakker, tel. 031499155). In media, cinque bulbi costano 9,95 euro.

    Decorazione d'effetto
    Fiori recisi di Lilium Siberia e rami di sorbo rosso stanno molto bene insieme. Per una composizione rustica ricoprite un semplice vaso con del cartone ondulato fermato da un filo di corda vegetale.

  • 2 9
    Credits: Alvise Silenzi

    Ultrasemplice

    I Lilium Uniflora emergono con le loro grandi corolle da una confezione davvero facile da realizzare. I fiori sono inseriti in barattolini o vasetti della marmellata e poi posti in sacchetti di carta monocolore.

  • 3 9
    Credits: Alvise Silenzi

    Al posto del vaso

    Un modo originale per presentare un piccolo mazzo di Lilium Navona? Tagliate a forma di cono la spugna oasis per il fresco, lasciatela in ammollo e avvolgetela in carta di alluminio. Inseritevi i fiori. Fate un cono di cartoncino.

  • 4 9
    Credits: Alvise Silenzi

    Avvolti in una nuvola

    Scegliete della velina di un bel colore e stropicciatela per accomodarla tutt'attorno a una ciotolina piena di spugna oasis ben imbevuta di acqua. Con uno stecchino fatevi dei forellini e inserite i Lilium Uniflora.

  • 5 9
    Credits: Alvise Silenzi

    Coprivaso di carta

    Le corolle dei Lilium Casablanca sono così grandi che bastano tre-quattro fiori, mischiati insieme ai loro gambi, per formare un mazzetto. Come coprivaso qui è stato scelto un sacchetto di carta di riso.

  • 6 9
    Credits: Alvise Silenzi

    Siberia

    Di origine giapponese, profumato, a fioritura tardiva (agosto), e poco esigente in fatto di sole, Siberia ha lo stelo non più alto di un metro ed è dunque perfetto per la coltivazione in vaso.

  • 7 9
    Credits: Alvise Silenzi

    Casablanca

    Per il profumo intenso e per la larghezza della corolla (arriva a 20 cm di diametro), è la varietà preferita dai fioristi per creare decorazioni di effetto. Alto un metro e mezzo, è adatto al giardino.

  • 8 9
    Credits: Alvise Silenzi

    Uniflora

    Questo fiore, che sboccia solitario, appartiene al gruppo dei Lilium Longiflorum con corolle a forma di trombetta allungata. Ha profumo dolce e delicato, fiorisce a luglio e raggiunge 1 metro di altezza.

  • 9 9
    Credits: Alvise Silenzi

    Navona

    Lilium dalle corone ben aperte, è apprezzato per il numero dei fiori (tre-cinque) sullo stesso stelo, per la robustezza dello stelo e la facilità di coltivazione. Fiorisce tra luglio e agosto ed è adatto per i vasi.

/5

Recisi, li trovate tutto l'anno. Ma se volete coltivarli, ricordate che si avvicina il momento di interrare i bulbi

 

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te