I fiori da mettere sul terrazzo

  • 1 7
    Credits: Red Cover/K. Hayden

    Oltre i 6 mq un balcone diventa terrazza. Più luce, un panorama meraviglioso..., ma anche una maggiore esposizione agli agenti atmosferici. Ecco quindi che ci vogliono altre strategie

    Con una simile superficie a disposizione qualche vaso di fiori non basta più a creare l'atmosfera. È necessario dare un ritmo, introdurre un progetto che preveda arbusti, pergole o elementi divisori come si farebbe per un giardino vero e proprio, variare le altezze, rendere omogeneo l'aspetto dei vasi.
    Ricorda di verificare l'impermeabilizzazione della terrazza e il buon funzionamento delle vie di scolo dell'acqua prima di iniziare a realizzare il tuo grande progetto.

    Eleganza

    Sicuramente uno spazio come questo permette ogni genere di soluzione... Qui ci si è orientati verso un progetto semplice e chic che comprende soltanto sei vasi di bosso e quattro aceri giapponesi. La loro presenza è indispensabile per valorizzare e proteggere il living esterno.
    Il nostro consiglio: se il fogliame persistente dà una preziosa nota di colore anche in inverno, non rinunciare agli arbusti caduchi che danno emozioni diverse nel corso delle stagioni.

  • 2 7
    Credits: MAP/F. Strauss

    A tema

    Questo è il balcone di una collezionista che pianta le sue dalie in aprile per godere le loro abbondanti fioriture da luglio a settembre. Le petunie a fiori doppi che sono state appese sono decorative a partire da giugno e rallegrano il Miscanthus che è sempre impeccabile.
    Il nostro consiglio: tutte le dalie si adattano bene alla coltura in vaso, ma ancor meglio lo fanno le varietà nane (Topmix, Gallery, Micronetta...).

  • 3 7
    Credits: MAP/N. Pasquel

    Freschezza

    Dimenticare la città è la parola d'ordine dei proprietari di questa terrazza che che si sono affidati a un team di esperti per installare  vasche e punti d'acqua dipinti in un bell'azzurro scuro. Un ulteriore tocco esotico è dato dalla presenza di una Phoenix, palma dalle foglie molto allungate, di un Osteospermum e di una Zantedeschia che accompagnano euforbie e aceri.
    Il nostro consiglio: per dare brio all'insieme, sappi che  si può ottenere un'animazione sonora e visiva introducendo un sistema di fontane a circuito chiuso.

  • 4 7
    Credits: MAP/N. Pasquel

    Come un giardino

    Anche se il terrazzo si snoda in lunghezza, arredato a destra e a sinistra, la vista che si ha di fronte alla portafinestra deve dare un'ampia prospettiva. Qui sono state raggruppate numerose piante che si potrebbero trovare in un qualsiasi giardino: bossi tagliati, salvia Red Velvet, rose Gorge Dickson, aceri giapponesi, gerani, menta, felci...
    Il nostro consiglio: un sistema di annaffiatura automatica goccia a goccia si rivelerà di grande utilità, rimanendo in funzione almeno otto mesi all'anno.

  • 5 7
    Credits: Cerdys

    La pianta perfetta

    La Rosa Eglantia dà buoni risultati se coltivata in vasche. Alta e larga circa cm 50, ha portamento ricadente e fioritura generosa da giugno a ottobre. Non è profumata, ma è decisamente facile da coltivare.

  • 6 7
    Credits: ADJ/P. Vaures

    L'astuzia

    Quando il rinvaso non è più possibile, puoi grattare la superficie della terra e sostituire quella esausta con un bel po' di terriccio nuovo. Le piante ne trarranno sicuramente un notevole giovamento.

  • 7 7

    Il vaso adatto

    Questa larga vasca è realizzata in fibra di vetro e argilla, materiali che la rendono leggera e molto maneggevole.

/5

 

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te