Le piante che difendono dalle zanzare

  • 1 4
    Credits: Perez

    D'estate, come arriva l'ora del tramonto e la temperatura cala di qualche grado, in giardino o sul balcone si fanno vive le zanzare, più vispe che mai. Piante e vasi sono il loro habitat naturale, perché c'é  sempre qualche goccia d'acqua dove deporre le uova. Perciò, se non si vuole rinunciare a  prendere un po' di fresco, occorre mettere in conto il rischio punture.

    Per difendersi senza cospargersi di prodotti chimici, si può scegliere un modo tutto naturale. Basta coltivare e utilizzare le piante giuste. Oltre ai gerani odorosi, i classici fiori antizanzare, possono essere d'aiuto la citronella, la cedrina e l'aloe. Le prime due tengono lontani gli insetti; la terza allevia all'istante l'irritazione.

  • 2 4
    Credits: Olycom

    CITRONELLA

    La forma
    Ha ciuffi di foglie alte un metro che si piegano su loro stesse.
    Come si coltiva
    Vive in terra in giardino ma anche in vaso, purché sia sempre al sole. Si bagna una volta la settimana.
    Come si usa
    Si prepara uno spray da applicare sul corpo. Le sue foglie infatti sono ricche di oli essenziali profumatissimi, repellenti per le zanzare. Si fa così: se ne piega una su se stessa e la si immerge in un vaso di vetro pieno di 70 ml di alcol puro e 30 ml di acqua distillata. Si chiude e si lascia macerare nella soluzione. Ogni giorno si scuote il vasetto. Dopo una settimana si filtra il liquido, si uniscono 70 ml di glicerina pura (si trova in farmacia), si mescola con un cucchiaio e si travasa la soluzione in una bottiglietta con il nebulizzatore.

  • 3 4
    Credits: Olycom

    CEDRINA

    La forma
    É un arbusto che diventa alto due metri.
    Come si coltiva
    In vaso, in un posto esposto al sole per mezza giornata. D'estate si bagna due volte alla settimana. In autunno, dopo che sono cadute le foglie, si potano i rami di metà lunghezza e si innaffia una volta al mese.
    Come si usa
    Il profumo delle sue foglie ricorda quello del limone e tiene alla larga le zanzare. Per sfruttare questa proprietà, basta fare un centrotavola con alcuni rametti appena tagliati. Meglio non metterli a bagno e lasciarli distesi. Più le foglie vengono toccate e più il profumo si diffonde nell'aria. Se di sera si accendono delle candele, si spargono sulla fiammella pizzichi di foglie tagliuzzate: mentre bruciano il loro profumo si diffonde nell'aria.

  • 4 4
    Credits: Masi

    ALOE

    La forma
    É una pianta grassa alta circa 30 cm. Ha foglie appuntite con piccole spine lungo i bordi.
    Come si coltiva
    Per crescere bene ha bisogno di sole. Va innaffiata una volta alla settimana.
    Come si usa
    All'interno delle foglie scorre un succo con eccezionali proprietà lenitive e antinfiammatorie, capaci di alleviare all'istante l'irritazione dei pizzichi di insetti e zanzare. In caso di puntura, con un coltellino si recide un pezzetto di foglia. Poi, con le forbici, si tagliano i margini in cui ci sono le spine. La parte tagliata, da cui sgorga il succo, si passa sulla pelle irritata, come fosse uno stick disinfettante. Il sollievo è immediato. E la pianta, anche se privata di una foglia, non non ne risente.

/5

Non ci sono solo i gerani. Per tenere lontano gli insetti basta puntare su questi fiori. Belli e profumatissimi

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te