Peperoncino: bello e buono non solo in cucina

  • 1 9
    Credits: Shutterstock
  • 2 9
    Credits: Alvise Silenzi

    Un mazzolino speziato
    Per decorare la tavola in modo insolito e raffinato, mettete qualche rametto di peperoncino violetto Pretty Purple ancora in fiore in un bicchiere dalla sfumatura in tinta.

  • 3 9
    Credits: Alvise Silenzi

    Nozze di orto e frutteto
    La coroncina di tralci di vite, da cui "sbocciano" meline e peperoncini Diavolicchio, è un rustico centrotavola. O una composizione da appendere sopra al camino, per dare una pennellata di colore vivace.

  • 4 9
    Credits: Alvise Silenzi

    A ciascuno il suo
    Ospiti a cena? Realizzate i portatovaglioli-segnaposto. Con una cordicella e tanti peperoncini, raggruppati per colore: tutto giallo, come qui, tutto rosso, rosso e arancione...

  • 5 9
    Credits: Alvise Silenzi

    Il bouquet... ardente
    Per augurare buona fortuna (in molti Paesi i peperoncini hanno questo significato), potete avvolgere una ventina di peperoncini Diavolicchio, Thai Yellow e Thai con un bordo di carta traforata per le torte.

  • 6 9
    Credits: Alvise Silenzi

    Diavolicchio
    Ben proporzionata, molto decorativa, di piccole dimensioni (è alta soltanto 25 centimetri), è una pianta molto produttiva. I frutti, rosso vivo quando sono maturi, hanno una piccantezza media, tra 5 e 6.

  • 7 9
    Credits: Alvise Silenzi

    Canton Orange
    È una pianta robusta con fusti che arrivano a 70 centimetri, da sorreggere con cannette di bambù. I frutti di forma conica prendono, a maturazione, un intenso colore arancio. Il grado di piccantezza è tra 6 e 7.

  • 8 9
    Credits: Alvise Silenzi

    Pretty Purple
    È una specie di Capsicum frutescens, con fiori viola e frutti giovani quasi neri che, maturi, diventano rosso scuro. La pianta, alta 50 centimetri, ha i fruttini rivolti verso l'alto, a raggiera. Il grado di piccantezza è 6.

  • 9 9
    Credits: Alvise Silenzi

    Squash Yellow
    Varietà vigorosa, con rami di 70 centimetri che richiedono l'aiuto di qualche tutore di bambù. I frutti, radi, a lanterna, gialli anche a maturazione, hanno un sapore decisamente aromatico. La piccantezza si aggira tra 7 e 8.

/5

Si coltiva facilmente, costa poco, lo usi per dare sapore alle tue ricette e allegria alla tua casa. Più di così...

Una scorta di calore
Fra le stagioni, l'autunno è quella in cui maggiormente si apprezzano tutte le gradazioni del rosso dei  peperoncini. In questo periodo dell'anno, non c'è ortolano che non  renda più attraente la vetrina con vistosi mazzolini e  ghirlande dei frutti piccanti. Si acquistano volentieri: sono un'allegra  scorta di sapore da tenere accanto ai fornelli.

È invece piuttosto recente la tendenza, arrivata dall'America, di usare  il peperoncino anche come pianta ornamentale. Oltre al classico  Diavolicchio rosso fuoco, ci sono varietà con frutti gialli,  arancio, violetto scurissimo. Le forme dei frutti vanno da quella  tradizionale, a cornetto affusolato, alla conica, fino a quella che  ricorda una lanterna.

Sul balcone e in giardino
Anche  le dimensioni sono interessanti e adattabili a ogni esigenza: ci sono  piantine alte un palmo e altre con rami che arrivano a 70 centimetri.  Per le cassette di plastica da balcone, è meglio acquistare  le varietà a stelo corto, che resistono ai colpi di vento.  Quelle di altezza media, con fusti di 50 centimetri, stanno bene nei  vasi di terracotta appoggiati sul pavimento. Con i peperoncini  più alti si dà un tocco speciale alla bordura del  giardino.

Clima e temperature
Prima di  decidere dove coltivarla, bisogna tener conto delle esigenze di questa  pianta, originaria delle zone caldo-umide e soleggiate del Sud America e  diffusa allo stato spontaneo in Thailandia e nel sud-est asiatico.

Al  nord e nel centro Italia si possono tenere i peperoncini sul balcone a  patto di scegliere un'esposizione molto luminosa e, ai primi  di dicembre, spostare i vasi in una zona riparata dal freddo, una  veranda o un pianerottolo riscaldati. In alternativa, la soluzione  migliore ècoltivarli in casa: gli ambienti ideali sono  quelli più caldi e umidi, la cucina e il bagno.

Nelle  zone a clima freddo, è sconsigliata la coltivazione in  giardino che, invece, ha successo al sud, nelle isole e lungo le coste,  dove i peperoncini durano diversi anni.  

Da 2 a 8 euro
Il  prezzo dipende dalla dimensione dell'esemplare che, a sua volta, varia  in funzione dell'età. Una pianta piccola, coltivata nel vaso  da 10 centimetri di diametro, è anche molto giovane: costa  non più di 2-3 euro.

Nel vaso di 13 centimetri si  trovano piante vigorose, di almeno 15 settimane: il prezzo è  intorno a 4 euro. Gli esemplari venduti in vasi di 18 centimetri di  diametro, seminati in serra tra metà gennaio e febbraio  scorsi, sono robusti e ben ramificati: costano circa 8 euro.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te