Scegli una pianta carnivora

Credits: Olycom
1 4

LA SARRACENIA ATTIRA CON IL PROFUMO

Mosche, moscerini, vespe, api, calabroni, bombi... Nessuno di loro resiste al profumo invitante che questa pianta emana dall’apertura della sua trappola (detta ascidio), nella quale fa precipitare gli insetti.

Come si coltiva  Metti la Sarracenia leucophylla all’aperto, in piena luce e al sole tutto il giorno: resiste al gelo e all’afa. In primavera e in estate lascia 2-3 cm d’acqua nel sottovaso. In inverno, bagnala quanto basta per mantenere umido il terriccio.

Da non fare  Tenerla all’ombra: non crescerebbe.

La dritta Quando le foglie si seccano e diventano marroni eliminale, ma fai attenzione a non tagliare le parti vive che sono verde scuro.

/5

Le piante mangia-insetti sono scenografiche e facili da coltivare. Perché non ne prendi una?

«Occuparsi di piante carnivore dà grandi soddisfazioni» assicura Andrea Amici, che ha una tra le collezioni più vaste d’Europa. Solo due avvertenze. «Non usare concimi o fertilizzanti: per alcune, come la Dionaea, sono letali. E non annaffiarle con acqua di rubinetto, troppo calcarea. Vanno bene la piovana (purché non inquinata o acida), quella di condensa dei condizionatori o la demineralizzata».

Metti in balcone queste quattro, hanno corolle (e trappole) molto diverse. E, oltre che decorare, in estate si renderanno utili catturando mosche e zanzare.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te