Piante grasse: come curarle, riprodurle e farle fiorire

Le piante grasse Credits: Corbis
01/05
Foto

Le piante grasse sono belle e decorative e sono famose per aver bisogno di poche cure: ecco la guida veloce con tutti i consigli per coltivare le piante grasse, farle fiorire e moltiplicarle

Piante grasse: come curarle

Le piante grasse sono particolari tipologie di piante in gran parte originarie del Sudamerica o di zone desertiche, ma sono comunissime dalle nostre parti come piante da appartamento o da mettere sul balcone. Questo perchè curare e coltivare le piante grasse è estremamente efficace e poco impegnativo, e a fronte di ciò la loro resa decorativa è davvero inimitabile.

Questo non vuol dire che le piante grasse possano essere lasciate a se stesse, ma di sicuro richiedono poco impegno. Infatti le piante grasse sono dette anche "succulente" perché dotate di particolari tessuti in grado di assorbire l'acqua in eccesso e di immagazzinarla per poi utilizzarla nei momenti di necessità. Proprio questa loro peculiarità le rende adatte a vivere nei climi più aridi e ostili, ma anche nelle nostre case , e le rende perfette per chi ha poco tempo da dedicar loro, in particolare per innaffiarle.

L'importante è conoscere pochi ma fondamentali segreti per farle crescere nel modo migliore, per mantenerle davvero a lungo, innaffiarle quando serve, farle fiorire e anche moltiplicarle. Ecco tutto quello che bisogna fare.

Piante grasse: dove metterle

Le piante grasse sono originarie di zone aride e desertiche e sono quindi adatte anche ai climi più ostili. Amano ogni tipo di clima caldo, dai più secchi a quelli umidi, l'importante è che non si tratti di aree con assenza totale di piogge, in quanto non potrebbero realizzare la riserva idrica minima necessaria alla sopravvivenza.

Se vuoi coltivarle fra le mura di casa ricorda che le succulente necessitano di posizioni luminosissime anche se non gradiscono il pieno sole. Se hai necessità di metterle in un punto molto esposto al sole, puoi ovviare mettendole vicino a piante più alte che possono offrire protezione.

Come e quando innaffiare le piante grasse

Le piante grasse devono essere innaffiate con estrema parsimonia. La prima causa di morte delle succulente è infatti l'eccessiva acqua che ne satura i tessuti portandoli a rapida marcitura. Le tempistiche variano da pianta a pianta, ma puoi regolarti a vista, tastando il terreno e osservano lo stato di salute della pianta: sarà lei stessa a dirti inequivocabilmente che ha sete.

Se non sai cosa fare ricorda un famoso detto riferito a queste piante recita: "in caso di dubbio, è meglio non innaffiare".

Tieni inoltre presente che questo vale per le piante grasse in vaso, mentre quelle messe in piena terra non hanno assolutamente bisogno di acqua perché sono le radici stesse ad assorbire tutta l'umidità necessaria dal terreno.

Come moltiplicare le piante grasse

Le piante grasse si moltiplicano per talea anche se con procedimenti differenti a seconda del tipo di pianta da riprodurre, o meglio dalla porzione. Se, ad esempio, vogliamo far rinascere una pianta che è caduta o si è rotta dobbiamo ripiantarla nella terra. Se invece vogliamo solo "duplicare" una piantina che ci piace molto possiamo prendere foglie o porzioni della pianta e appoggiarle semplicemente sulla terra.

Il rinvaso

Il rinvaso di una pianta grassa deve avvenire non più di una volta all'anno per le piante più piccole, e due per le più grandi. Procurati un vaso di terracotta sufficientemente grande e un po' di argilla espansa o cocci da mettere sul fondo per garantire in giusto drenaggio del terreno, fondamentale perché la pianta cresca forte e bella.

Come far fiorire le piante grasse

Nonostante il loro aspetto, moltissime tipologie di piante grasse fioriscono, anche se lo fanno a modo loro, molto di rado, solo in momenti precisi, e per breve tempo.

Se ancora non hai mai visto fiori sulle tue piante grasse non temere! Di norma, ogni pianta grassa arriva a fiorire, prima o poi, ma non con troppa facilità. Le succulente infatti sono organismi abituati a risparmiare su ogni possibile spreco d’acqua. Alcune piante grasse addirittura arrivano a fiorire solo dopo che hanno superato i 10 anni di vita.


La fioritura avviene per la maggioranza delle specie ogni anno nel periodo che va da maggio a novembre ma a condizione che ne venga mantenuto il naturale ciclo vitale con l'alternarsi delle stagioni calde e di quelle fredde. Questo significa che se tieni le tue piantine in appartamento a una temperatura alta anche inverno con ogni probabilità dovrai rinunciare a vederle fiorire. Altrimenti armati di pazienza e vedrai che verrai ripagata.

Riproduzione riservata