Le piante autunnali

  • 1 7
    Credits: Marco Azzoni

    Un po' di sole e un po' di ombra: questa è l'esposizione ideale per molte piante. In previsione dell'inverno, conviene scegliere specie resistenti al freddo, capaci di crescere senza troppe attenzioni, ma in grado di regalare piccoli fiori.

    Quali piante scegliere
    Non c'è che l'imbarazzo della scelta. Le veroniche, per esempio, sono disponibili con spighe di colore diverso, dal rosa al blu. Sempre in rosa fiorisce la calluna e, in rosso magenta, la cuphea. C'è anche una genziana blu elettrico che non teme il freddo, mentre, tra i cavoli, si può optare per le varietà sfumate di viola. Tutte piante dal fogliame sempreverde, che resiste anche quando le corolle appassiscono.

    Ognuna al suo posto
    Il segreto di una bella composizione sta nel creare un'onda fiorita, mossa e digradante. A un'estremità inserire la veronica blu, accanto quella rosa e davanti le piccole genziane. Al centro, dietro, sistemare le veroniche variegate e, in primo piano, alternare cavoli e cuphea. Chiudere, sul lato opposto, con delle eriche rosa. Completare qua e là con ciuffetti di edera che ricadano oltre il bordo.

    Le cure giuste
    Usare terriccio per piante acidofile e dare un goccio d'acqua due volte alla settimana. Quando i primi fiori appassiscono, tagliarli con la forbice: ne sbocceranno di nuovi dopo pochi giorni.

    L'esposizione
    La mezz'ombra è tipica di certe facciate esposte a nord (senza alberi o edifici attorno), che sono illuminate dal sole nelle prime ore del mattino o nel tardo pomeriggio. La luce è diffusa e sufficiente per coltivare molte piante.

    La cassetta
    Chi ha un piccolo balcone, in alternativa alla cassetta prevista in queste immagini, lunga 120 centimetri, può scegliere una ciotola di 50 cm di diametro, da sistemare su un vaso capovolto per tenerla sollevata dal pavimento. In questo caso mettere i fiori più alti al centro e quelli più bassi lungo il bordo, a cascata.

    L'acquisto
    Piuttosto che tante piante piccole e un po' esili, è meglio comprarne poche, ben sviluppate e di forma perfetta: sono più costose ma attecchiscono meglio.

  • 2 7
    Credits: Marco Azzoni

    Queste si accontentano di poca luce:

    Veronica rosa
    Alta 40 cm, ha un fogliame verde intenso che mette in risalto le spighette  cariche di fiorellini.

  • 3 7
    Credits: Marco Azzoni

    Queste si accontentano di poca luce:

    Veronica variegata
    I rami sono brevi e le foglie hanno una consistenza coriacea. D'inverno fa spighette rosa pallido.

  • 4 7
    Credits: Marco Azzoni

    Queste si accontentano di poca luce:

    Calluna
    Il rosa dei fiorellini è sempre molto tenue e questo aumenta la leggerezza del piccolo arbusto.

  • 5 7
    Credits: Marco Azzoni

    Queste si accontentano di poca luce:

    Genziana
    In autunno, fino ai primi freddi, fiorisce  con corolle blu elettrico. È piccola e compatta.

  • 6 7
    Credits: Marco Azzoni

    Queste si accontentano di poca luce:

    Cavolo
    Il freddo intenso accentua le sfumature violacee delle foglie di questa varietà ornamentale.

  • 7 7
    Credits: Marco Azzoni

    Queste si accontentano di poca luce:

    Cuphea
    È un arbusto di taglia piccola, con rametti fitti di foglie scure sulle quali risaltano fiori color magenta.

/5

Un po' di sole e un po' di ombra: questa è l'esposizione ideale per molte piante. In previsione dell'inverno, conviene scegliere specie resistenti al freddo, capaci di crescere senza troppe attenzioni, ma in grado di regalare piccoli fiori

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te