5 curiosità da sapere sul Cornetto Algida

Scopri come è nato il mito del Cornetto Algida in 5 golosissime curiosità: da come viene prodotto con solo latte e nocciole italiane alle origini del nome, dalle novità previste per il compleanno al Guinness dei primati appena conquistato

Icona stessa del gelato industriale, il Cornetto Algida è uno di quei piaceri innocenti a cui è impossibile resistere. Come dessert o come merenda, ci ha accompagnati nella crescita sin dall'infanzia. Il primo assaggio? Si perde nei ricordi... probabilmente abbiamo addentato il cono di mamma o papà!

Eppure non sempre tutti conosciamo quello che amiamo e ancora di meno quello che mangiamo. Quanto sappiamo noi tutti del Cornetto Algida? Per sfamare la "fame" di sapere, siamo andati a parlare direttamente con chi con passione lo produce. Scopri insieme a Donna Moderna come è nato il mito del Cornetto in 5 golosissime curiosità.

Ha appena compiuto 60 anni

Il Cornetto è un Signor gelato. E con l'appellativo "Signor" non vogliamo far riferimento all'innegabile qualità ma... all'età. Non tutti infatti sanno che il Cornetto ha appena compiuto 60 anni e già negli anni Sessanta e Settanta era probabilmente il gelato da passeggio dei nostri genitori, ma anche dei nonni.

Il suo nome ha un'origine curiosa

Nato in Italia nel lontano 1959, il Cornetto deve il suo nome a uno dei fondatori dell'Algida, l'ingegnere slavo Alfred Wiessne, che l'ha fermamente voluto nonostante il parere contrario dei suoi collaboratori italiani che nel nome avvertivano tutt'altro significato.

È 100% italiano

Ideato e interamente prodotto in Italia con ingredienti italianiè composto da materie prime certificate di alta qualità. Lo stabilimento sito a Caivano, in provincia di Napoli, è uno dei più grandi del mondo e, oltre a Cornetto, produce alcuni tra i gelati più amati della famiglia Algida come Magnum, Cucciolone, Liuk, Fior di Fragola e Carte d’or. Qui arriva il latte fresco 100% italiano e le nocciole 100% italiane, di cui si cura anche la tostatura e la trasformazione in granella, qui si prepara e si cuoce la cialda.

Pensate che questa, che è la più grande fabbrica di gelati Unilever in Europa, immette sul mercato ogni giorno oltre 2.000.000 Cornetto destinati per il 60% all'Italia e per la restante parte all'estero.

Sfoglia la gallery per vedere le fasi di produzione del Cornetto Algida

Foto

Esiste in più versioni

Tutti lo conoscono nella sua versione originale rimasta quasi immutata dagli anni Sessanta: una cialda croccante ripiena di gelato alla crema di latte, coperto da una granella di nocciole e cacao. Non tutti però sanno che esiste in numerose varianti tra le quali quella Gluten Free e quella Vegan (a cui 4 linee su 17 della fabbrica di Caviano sono stabilmente dedicate) e in alcune limited edition. Pensa che per il suo compleanno quest'anno ne verranno prodotte ben quattro, una con la collaborazione della pastry chef star Isabella Potì.

È stato protagonista di un Guinness dei primati

Sempre per i festeggiamenti legati ai sui 60 anni d'età, il mitico Cornetto insieme al goloso Magnum e al nutriente Cucciolone è stato tra i principali attori di una sfida mondiale: l'Ice cream party più grande del mondo. In questa occasione 962 persone si sono ritrovate a Salerno per mangiare tutte insieme il gelato. L'evento, andato in scena nel pomeriggio del 30 gennaio, sotto un cielo un po' incerto, è stato certificato dal Guinness World Records. Ecco alcune immagini della bellissima festa in riva al mare che dimostrano come il gelato sia la merenda perfetta per ogni stagione!

Credits: Algida

Sfoglia la gallery per vedere alcune immagini dell'Ice cream party più grande del mondo

Credits: Algida
Credits: Algida
Foto
Riproduzione riservata