15 ricette facili e sfiziose con il cavolo verza

La verza o cavolo verza è una verdura tipica della stagione invernale ed è dotata di numerose proprietà benefiche per la salute, a partire dall'azione protettiva nei confronti di varie forme tumorali. Spesso però non non si sa come portarla in tavola, anche se è una degli ortaggi più versatili. Il cavolo verza può essere infatti consumato crudo a listarelle, come ingrediente di una gustosa insalata, oppure cotto al forno, stufato in padella, aggiunto alla carne di uno spezzatino o nel ripieno di una torta salata.

In verità, soprattutto nell’Italia del Nord (ma non solo), la verza interpreta moltissime ricette regionali tipiche della "brutta" stagione che si devono assaggiare almeno una volta nella vita: dai classici involtini di verza col ripieno di carne ai pizzoccheri, dalla cassoeula con i salamini alla soça valdostana, dai bigoli con verza e acciughe alla zuppa valpellinentze. Ma, oltre a questi grandi piatti della tradizione, è bene provare a cucinarla a casa anche in qualche ricetta facile e sfiziosa adatta alla cucina di tutti i giorni. Per questo, Donna Moderna ha selezionato per voi 15 ricette con il cavolo verza tra le migliori: piatti non troppo elaborati la cui preparazione non vi farà impazzire ai fornelli né vi ruberà troppo tempo.

Per preparare la verza per la ricetta prescelta procedete così: innanzitutto sfogliate il cespo e scartate le foglie sciupate, quindi con un coltellino incidete la parte terminale della nervatura centrale di ciascuna foglia tirandola verso l’alto in modo da eliminare tutte le parti dure. Volete utilizzarla per creare degli involtini? Sbollentate le foglie, poche alla volta, in acqua bollente salata per 30 secondi, sgocciolatele con una pinza da cucina e immergetele in acqua e ghiaccio: così manterranno la croccantezza e saranno pronte per essere farcite e arrotolate. Se invece volete tagliare la verza a listarelle per portarla in tavola cruda in insalata o per stufarla pochi minuti in padella, sfogliate solo le prime foglie esterne (sono più adatte a una zuppa o a un minestrone) e dividete la testa direttamente in 4 spicchi con un coltello robusto. Quindi affettate sottilmente ogni quarto di cavolo partendo dalla punta. Le listarelle di verza lavate e asciugate con cura e poi raccolte in un contenitore ermetico (da conservare in frigorifero) si mantengono croccanti per almeno un paio di giorni.