Crespelle ripiene: le migliori ricette

Sfiziose, versatili, facili e veloci da preparare: le crespelle, note ai più con il termine francese di crepes, sono cialde sottili cotte su una superficie rovente come una piastra o un apposito tegame e poi farcite. Tradizionalmente a base di uova, latte e farina si possono preparare con pastelle diverseintegraliveg, di grano saraceno come la tradizionale gallette bretonne francese, profumate da spezie oppure light (clicca qui per la ricetta senza le uova).

Per preparare le crespelle classiche, ecco la ricetta base. Ti basta mettere 150 g di farina in una ciotola e incorporare 2.5 dl latte intero freddo, mescolando con una frusta per evitare grumi. Unisci 3 uova, 1 cucchiaio di burro fuso e poco sale. Su una padella antiaderente, calda e unta di burro, versa 1 mestolino di pastella e fai roteare: lo strato deve essere sottile e quasi trasparente. Cuoci per 1 minuto, gira la crespella e cuocila sull'altro lato. Continua così con il resto dell'impasto.

Il segreto per evitare che la crespella si attacchi? Devi ungere bene la padella e, appena questa è bollente, unire la pastella e rotearla subito in modo tale che la pastella si distribuisca bene e la crespella risulti dello stesso spessore e perfetta.
Non provare a voltare la crespella prima che questa si stacchi da sola, scuotendo la padella per il manico. Vuoi provare un numero di abilità? Per voltare la crespella puoi farla girare per aria, afferrando la padella per il manico, con un colpo netto di polso. Se non te la senti, non ti preoccupare: usa una spatola lunga e sottile ed effettua comunque un movimento deciso.

È il momento della farcitura e ora puoi sbizzarrirti con gli ingredienti più disparati, in tantissime varianti! A seconda del ripieno prescelto, puoi preparare crespelle dolci o crespelle salate. Tra quest'ultime le ricette più famose sono le crespelle alla valdostana, le crespelle ai funghi, le crespelle al prosciutto e le crespelle al salmone. Ma puoi riempirle anche con fave, carciofi e ricotta, spinaci e toma, speck e formaggio, zucca.

Se non consumi le crespelle subito, imbottendole e ripiegandole, ma le utilizzi per una terrina o un tortino o una teglia, da farcire in seguito, allora impila le crespelle su un piatto man mano che le togli dalla padella. Separale con pezzi di carta da forno per evitare che si appiccichino tra di loro.
Se non le utilizzi in giornata, una volta fredde avvolgile nella pellicola. Puoi anche conservarle in freezer.

Scorri la seleziona delle migliori ricette di crespelle farcite di Donna Moderna e trova la tua. Buon appetito!