Idee in cucina

Frigo vuoto: cosa cucino? 10 ricette per la sopravvivenza

Credits: Shutterstock

A volte in cucina si arriva ai limiti della ‘sopravvivenza’, quando aprendo lo sportello del frigo ci si rende conto che è praticamente vuoto e la domanda sorge spontanea: “Cosa cucinare?”. Niente panico, perché anche nelle condizioni per così dire più estreme qualcosa si trova sempre, racimolando tutto ciò che di commestibile ci può essere ancora in frigorifero, in dispensa o in freezer. Forse i meno esperti ai fornelli sarebbero felici di optare per una pizza da asporto o per dei cibi take away, ma con ricette semplici e veloci non sarà un’impresa impossibile servire un pranzo o una cena appetitosi. Anzi, questa situazione di emergenza può essere molto utile per cucinare finalmente quei prodotti che per un qualsiasi motivo si è voluto dimenticare e che rischiano di andare a male. 

Cosa avere sempre in cucina

Per fronteggiare situazioni di criticità, la soluzione migliore è elaborare una strategia: tenere in frigo, freezer o in dispensa alimenti indispensabili. Se è in procinto di partire per le vacanze, è bene fare un check dei prodotti che si hanno in cucina, controllando le scadenze ed eventualmente fare un una lista della spesa di alimenti a lunga conservazione da comprare al volo e stipare in dispensa o nel freezer. Di seguito i principali.

  • Prodotti a lunga conservazione: fra questi latte, panna, tonno, acciughe, sgombro, legumi in scatola ed essiccati.
  • Prodotti liofilizzati: dal purè in fiocchi alle basi pronte per minestre, passati e vellutate.
  • Passata di pomodoro e pesto pronto: per sughi last minute.
  • Pasta e riso: le classiche basi super versatili.
  • Cracker e pane in cassetta: validi sostituiti del pane fresco.
  • Spezie: si conservano senza problemi e sono ideali per insaporire tante ricette.
  • Prodotti surgelati: il freezer, in caso di una dispensa semi-vuota, è un valido alleato in cucina.

Primi piatti: 5 ricette di salvataggio

Avendo a disponizione pasta o riso e almeno un paio degli ingredienti a lunga conservazione di cui sopra abbiamo parlato non è difficile portare in tavola un primo piatto dignitoso per superare egregiamente la situazione di criticità. Di seguito 5 ricette di salvataggio facili e veloci che piacciono sia ai grandi che hai bambini.

Pasta al tonno: primo piatto semplice e veloce ma gustoso. In quasi tutte le dispense non manca mai una scatoletta di tonno sott'olio o al naturale, pratica e a lunga conservazione! Per fare il sugo ti basta unire il tonno sgocciolato e sminuzzato a un soffritto di aglio o cipolla e lasciarlo insaporire pochi minuti. A piacere, se ne hai la possibilità, puoi arricchire il piatto con pomodorini secchi, olive (verdi o nere), pinoli, acciughe, capperi, fagioli cannellini o ceci…

Pasta al pomodoro: grande classico della nostra cucina da preparare sia con la passata sia con i pelati, oppure con dei pomodori freschi, se ovviamente disponibili. Olio extra vergine di oliva anche a crudo, aglio, cipolla e basilico fresco o essiccato possono insaporire il piatto.

Pasta aglio, olio e peperoncino: il primo easy per eccellenza! Mentre la pasta cuoce, versa dell'ottimo olio extravergine d'oliva in una larga padella antiaderente e unisci del peperoncino tritato e uno spicchio di aglio taglialo a lamelle, oppure la punta di un cucchiaio di aglio liofilizzato. Cuoci a fuoco dolce, mescolando spesso, facendo attenzione che nulla bruci.

Risotto allo zafferano: da cucinare con o senza soffritto di cipolla, a seconda di ciò che si ha a disposizione, e con la possibile aggiunta di funghi secchi. Per prepararlo ti basta versare nella casseruola il riso, farlo tostare, bagnare il tutto con poco vino bianco e poi porta a cottura aggiungendo via via il brodo pronto necessario, ma anche dell'acqua calda in cui avrai fatto sciogliere del dado. In ultimo aggiungi una bustina di zafferano e del formaggio grattugiato (che, non tutti sanno, si può surgelare!).

Minestra al pesto: si ha quasi sempre in freezer una confezione di verdure per minestrone, un piatto perfetto da gustare in caso di emergenza. Il tocco in più? Unisci al preparato fagioli e piselli in scatola o surgelati, aggiungi riso o pasta corta e completa con un paio di cucchiaiate di pesto alla genovese.

Alimenti salvacena per servire il secondo

Superato lo scoglio del primo piatto, possiamo dedicarci al secondo. Come già abbiamo specificato, potrebbe essere utile avere a disposizione alcuni alimenti a lunga conservazione da assemblare con perizia in poche semplici mosse. Eccone 5 tra i più comuni.

  • Uova: spesso si ha in casa qualche uovo e, una volta accertata la scadenza, lo si può cucinare al tegamino, alla coque o in altri modi. Si possono preparare per esempio uova strapazzate o frittate, anche insaporite con formaggio o spezie se presenti in cucina.
  • Legumi e tonno: gli inscatolati hanno il pregio di avere una lunga conservazione e in poco tempo consentono di preparare secondi piatti buoni e nutrienti, come i fagioli o i piselli con il tonno. In assenza di quest’ultimo, lo si può sostituire anche con carne in scatola o quant’altro disponibile.
  • Verdure, carne e pesce surgelati: se si ha la fortuna di avere qualche fettina di carne o del pesce in freezer, li si può cucinare in padella o in forno con delle spezie o delle verdure, ovviamente, sempre surgelate.

Secondi piatti: 5 ricette furbe

Ma passiamo all'atto pratico, cosa possiamo cucinare con uova, legumi, tonno, verdure, carne e pesce surgelati? Le ricette di secondi piatti salvacena in realtà sono infinite. Donna Moderna ne ha selezionate qui solo 5 per questioni si praticità. Sfoglia la gallery e trova la tua!

Polpette al tonno: buone come le polpette di carne e ancora più semplici da cucinare... Ti basta infatti mescolare il contenuto di un paio di scatolette di tonno sott'olio a 1 uovo, 1 cucchiaio di farina, dei grissini sbriciolati e qualche spezia o erba aromatica per avere il composto base da modellare e friggere in padella. I bambini ne andranno pazzi!

Frittata golosa: la più povera delle frittate (solo uova, sale, pepe, olio) può trasformarsi in secondo piatto goloso se insaporita con una salsina rossa alle acciughe preparata al volo con dei pomodori pelati. Non ami il pesce? Se in dispensa hai capperi e olive puoi aggiungere quelli.

Merluzzo al forno: un filetto o un trancio di pesce surgelato (merluzzo, nasello, platessa, salmone...), 1 cucchiaio di panna da cucina, 1 limone et voilà! Il tuo secondo salvacena è pronto per essere avvolto in un foglio di carta da forno e messo a cuocere per 10 minuti a 200° C. Anche gli ospiti più esigenti e i famigliari più attenti alla linea ti faranno i complimenti.

Nidi con uova all'occhio di bue: non serve alcuna maestria nell'arte culinaria per portare in tavola in soli 15 minuti questi graziosi secondi vegetariani a base di spinaci surgelati e uova. Prima salti le verdure in padella con olio o burro, poi dai forma a 4 cestini su una teglia e vi scodelli al centro tuorlo e albume. Infine passi in forno caldo le tue piccole creazioni per ultimarne la cottura.

Gulasch leggero di fagioli misti: una vera e propria proposta vegan, una sorta di spezzatino di legumi, spezie e pomodoro concentrato che dovrai far cuocere in padella con un soffritto di olio extravergine d'oliva e cipolla per una ventina di minuti. Un piatto facile, saporito, economico e pure light!

Frigo vuoto e ospiti a cena: come fare?

Il terrore di tutti in cucina è ricevere ospiti inattesi e dover preparare un pranzo o una cena last minute con il frigo vuoto. Le alternative sono ordinare una pizza da asporto, un kebab, cibo cinese take away, uscire fuori o... sfruttare come al solito gli ingredienti - anche se pochi - che hai a disposizione.

Se si decide di stare in casa, ecco alcune idee per menù da frigo vuoto:

Riproduzione riservata