Idee in cucina

Tatin di pere al patè con noci e pepe rosa

Ingredienti

 

pasta sfoglia pronta 1 rotolo da 230 g
pere kaiser 4
burro 75 g
zucchero 75 g
paté con fegato pronto 320 g
bacche di pepe rosa 2 cucchiai
gherigli di noci 60 g
sale, pepe

 

Disponete il burro in una ciotola e fatelo ammorbidire a temperatura ambiente; unite lo zucchero e mescolate bene con una forchetta, fino a ottenere un composto cremoso e omogeneo. Distribuite la crema in modo uniforme sul fondo e sui bordi di una pirofila da forno rotonda di 24 cm di diametro. Sbucciate le pere, tagliatele in 8 spicchi e privatele del torsolo. Disponete le pere a raggiera sul fondo della pirofila, poi trasferitela sul fuoco, coperto con una retina spargifiamma, e fate caramellare, finché la crema di burro e zucchero assumerà una colorazione leggermente dorata.

Togliete la pirofila dal fuoco e lasciate intiepidire le pere. Intanto tritate grossolanamente i gherigli di noci, tenendone da parte un cucchiaino per la guarnizione finale. Condite le pere con un pizzico di sale e una macinata di pepe, spalmatevi sopra il paté, aiutandovi con una spatolina, in modo da coprire la frutta in modo uniforme. Spolverizzate il tutto con i gherigli di noci tritati e un cucchiaio di bacche di pepe rosa pestate grossolanamente. Coprite gli ingredienti con il disco di pasta sfoglia, rimboccando bene i bordi verso l'interno.

Punzecchiate la pasta con una forchetta e cuocete la tatin in forno caldo a 200° per circa 25 minuti, finché la sfoglia risulterà dorata. Toglietela dal forno e capovolgetela su un piatto da portata. Lasciate intiepidire, spolverizzate con le bacche di pepe rosa rimaste.

Guarnite con i gherigli di noci tenuti da parte e servite subito.

Foto

Ecco la torta rovesciata tipica della tradizione francese in una versione differente

Il tatin di pere è un’ottima e gustosa variante della tradizionale ricetta francese, che prevede l’utilizzo delle mele, che vengono caramellate con burro e zucchero prima della cottura della torta. L’originalità di questo dolce sta nel fatto che la torta si presenta capovolta; una leggenda racconta infatti che in un ristorante francese, a causa di una dimenticanza della cuoca, venne aggiunta la pasta brisé sopra lo strato di mele e non sotto e in questo modo le mele si caramellarono insieme al burro e allo zucchero e il dolce venne poi capovolto su un piatto e offerto agli ospiti del locale. La torta piacque molto e da allora sono state ideate numerose varianti, come questa proposta che prevede l’utilizzo delle pere, con aggiunta di noci, paté con fegato e bacche di pepe rosa.

Riproduzione riservata