Come fare la lista della spesa di ottobre

Con la fine dell'estate cambia anche la lista della spesa: ottobre ci regala tanta nuova frutta e verdura con cui preparare sfiziose ricette di stagione

Finite le vacanze, è tempo di riprendere la routine domestica, lista della spesa compresa. Inoltre, con il cambio di stagione, variano anche gli alimenti da tenere in dispensa - oltre quelli che è sempre bene tenere in casa. Cambiano frutta e verdura di stagione a disposizione e con esse anche le ricette da mettere in pratica in cucina. Ecco come fare la lista della spesa di ottobre.

Lista della spesa: organizzazione

Organizzare la lista della spesa non è solo un momento in cui sedersi e fare un elenco scritto o virtuale di cosa si deve comprare. Questa operazione, se vuoi farla bene per davvero, richiede anche uno studio preliminare del supermercato in cui abitualmente fai la spesa.

Recati nel punto vendita e studia la collocazione dei vari alimenti: ad ogni settore dedica la pagina di un quaderno e segna i prodotti che compri solitamente e in quel reparto. Una volta a casa, devi creare una tabella: ogni colonna sarà dedicata a un reparto e in ognuna di esse potrai scrivere l'elenco delle cose che compri solitamente. Stampando il modello, otterrai uno schema funzionale in cui di volta in volta evidenziare le cose da comprare, spuntandole man mano che procederai con la spesa.

Un altro metodo che ti permette di compilare una lista della spesa settimanale consiste nel tenere sempre tra le note dello smartphone un elenco degli alimenti e dei prodotti da ricomprare, che aggiungerai man mano che li noti durante la settimana. Cosa fondamentale per rendere efficace il metodo: decidere il giorno in cui andare a fare la spesa. Se è il sabato, avrai dalla domenica al venerdì per notare tutto ciò che manca tra frigo e dispensa e potrai prendere comodamente nota. Inoltre, ecco un elenco con 10 alimenti che non possono mancare nel carrello della spesa. Bastano spirito di osservazione e costanza: il "poi me lo scrivo" farà miseramente naufragare questo sistema, sappilo.

L'organizzazione di una buona lista della spesa si nutre anche di un controllo attento dei volantini distribuiti nella cassetta della posta con le offerte dei supermercati del tuo quartiere. Studiandoli potrai verificare i prezzi più convenienti raggiungibili in zona, ma attenzione: non farti prendere dalla smania del "fare scorta" o rischi di accumulare prodotti che potrebbero scadere in fretta, finendo nella pattumiera.

Lista della spesa: la dispensa

La dispensa è quella parte della cucina in cui conservare gli "evergreen", quegli ingredienti che non subiscono stagionalità, diete o variazioni. Alimenti come olio extravergine d'oliva, sale e pepe sono infatti indispensabili in quasi tutti i piatti che prepari ogni giorno.

E non solo: in dispensa va anche tenuta la pasta, cibo salvifico da condire in velocità con burro e parmigiano per preparare in un lampo una cena di fortuna. Così come salsa di pomodoro, olive, capperi, tonnouova (utili per venire incontro a ogni esigenza compresa la voglia di dolce). Per lo stesso motivo non bisogna dimenticare di tenere in casa farina, zucchero, cacao e lievito disidratato.

Se ami la cucina saporita, arricchisci il tuo portaspezie con noce moscata, peperoncino, erba cipollina, prezzemolo, rosmarino, aglio, cipolla, mandorle, uvetta, noci e pinoli, senza dimenticare curcuma e curry. Per finire non ti scordare di caffè o e pangrattato.

Lista della spesa: gli errori da non fare

La lista della spesa è uno strumento utile per non cedere alle tentazioni durante le escursioni al supermercato, dannose per la linea e per il portafogli. Questo strumento può essere potenziato con una pianificazione del menu settimanale: in questo modo dovrai creare una lista in cui inserire solo i prodotti che sai già ti serviranno per i pasti che preparerai. Eliminerai gli acquisti impulsivi e non rischierai di far scadere del cibo che poi sarai costretta a buttare perché marcito in frigorifero.

Inoltre, un'altra regola aurea di chi fa la spesa è non andarci quando si ha fame o si è stanchi: sono quelli i momenti in cui abbassiamo la guardia e carichiamo il carrello di cose inutili, costose e poco salutari come cibi precotti surgelati, dolciumi vari e junk food, per il solo gusto di fare in fretta, tornare a casa e consumare un pasto pieno di calorie.

Mele

Uva

Kiwi

Pere

Melagrane

Limoni

Noci

Nocciole

Mandorle

Castagne

Cachi

Foto

Lista della spesa di ottobre: la frutta di stagione

La lista della spesa di ottobre in particolare perde i colori e i sapori dell'estate a favore di frutti molto zuccherini ma di dimensioni più ridotte. Anche se quasi tutta la frutta è ormai disponibile durante tutto l'anno grazie alla coltivazione da serra, se desideri adeguare la tua alimentazione alla stagionalità ricorda che questa è la stagione dell'uva, dei mirtilli e dei lamponi, con i loro potentissimi antiossidanti. Inoltre, in un ultimo scampolo d'estate potresti avere la possibilità di accedere ancora a dei dolcissimi fichi o anche a quelli già secchi, regalo dell'estate appena trascorsa.

È anche il momento dei cachi, delle mele e delle mele cotogne, delle pere, dei limoni, di castagnemandorle, nocciole e noci. Non perdere l'occasione di gustare poi gli alchechengi e i kiwi frutti ricchissimi di vitamina C (provali ricoperti di cioccolato fondente). Ma il re assoluto dell'autunno resta il melograno: dissetante, antiossidante, rimineralizzante, previene le malattie degenerative, aiuta il drenaggio naturale e collabora al benessere delle nostre ossa. Inoltre, è un vedo toccasana per la bellezza della pelle.

Zucca

Bietole, rucola, radicchio e indivia

Patate novelle

Porro

Broccolo e cavolfiore

Cavolo verza e cavolo cappuccio

Carote e barbabietole

Sedano

Cipolle

Finocchi

Carciofi

Peperoni

Melanzane

Rapa e sedano rapa

Foto

Lista della spesa di ottobre: la verdura di stagione

Ottobre è indubbiamente il mese della zucca: se non ti è venuto in mente, ci penseranno i preparativi per Halloween a ricordartelo. Con questo ortaggio dalle tante proprietà potrai preparare gustose lasagne o zuppe calde. Ma non è il solo ortaggio ad imbandire le tavole. Fai spazio nel carrello anche per bietole e barbabietole, carote, sedano, broccoli, cavolfiori, cavoli verza e cavoli cappuccio. Deliziamoci poi con i primi carciofi, le cipolle fresche, i finocchi, la rucola, il radicchio e l'indivia.

Le melanzane di ottobre sono perfette per preparare gustose parmigiane o della pasta alla Norma, che ci faranno ricordare per un po' l'estate appena passata. E poi preparati a cucinare le patate novelle, i porri preziosi per le zuppe, gli ultimi peperoni e le prime rape.

Riproduzione riservata