Cumino

Il cumino è una pianta erbacea,appartenente alla famiglia delle Ombrellifere. Ha origini antichissime:sembra provenga dal Turkestan, da dove si è diffusa nell’area mediterranea in epoca remota (si sono trovati semi di cumino nelle tombe dei faraoni).La parte commestibile di questa pianta è costituita dai semi che si presentano come granelli oblunghi dal sapore piccante e un po’ aspro. Il cumino è molto diffuso nella cucina africana e in quella dell’Estremo Oriente,
comprese l’India e la Cina.In Italia, invece,è scarsamente usato. Esiste anche un’altra varietà di questa pianta (Carum Carvi), chiamata «cumino dei prati», con semi fortemente aromatici e dal profumo di anice o finocchio selvatico.È conosciuta anche come carvi,anice deiVosgi e cumino tedesco. I semi hanno forma ovalizzata leggermente ricurva e schiacciata,superficie bruna con striature biancastre e pellicola superficiale ruvida.Vengono utilizzati soprattutto nella cucina tedesca, ma anche in quella dell’Alto Adige e del Trentino, per profumare il pane, certi salumi e anche alcuni formaggi.