365 GIORNI NEI LUOGHI DEL TERREMOTO

6 MESI
SENZA
UNA CASA

24 Febbraio 2017
Per chi ha perso tutto dopo la notte del 24 agosto sembra che questi mesi siano passati invano. Tante parole, ma la ricostruzione ancora non si vede. I dati della Protezione civile e il nostro reportage tra i container di Norcia lo dimostrano.

DANNI:
23,55
MILIARDI DI EURO

GLI SFOLLATI:
11.759

8.928
IN ALBERGO

1.063
IN CAMPER O CONTAINER

1.768
NELLE STRUTTURE CREATE AD HOC

 

LE CASETTE ORDINATE DA INSTALLARE IN 60 COMUNI:
1.470

NE SONO STATE ASSEGNATE:
18

GLI EDIFICI CONTROLLATI IN QUESTI MESI
(con proceduta Agibilità e danno in emergenza sismica):
44.908

45%
TOTALMENTE O PARZIALMENTE INAGIBILI

GLI EDIFICI ANCORA DA CONTROLLARE:
14.127

ASCO1039

I MAC, acronimo di Moduli Abitativi Collettivi, sono la prima sistemazione per gli sfollati dopo i campi tendati: chi non ha trovato una sistemazione autonoma e non ha voluto trasferirsi negli alberghi sulla costa adriatica, vive qui. Da mesi.

ASCO1091

A Norcia hanno già costruito 3 unità MAC, un quarta è appena stata completata e la quinta è in fase di costruzione. Ogni unità Mac è una cittadella al chiuso per un massimo di 48 persone.

ASCO1297

Montati assieme, sembrano una base spaziale. I MAC sono parallelepipedi prefabbricati collegati da tunnel: una specie di condominio che si sviluppa in orizzontale dove si può passare da un’area all’altra senza mai uscire.

ASCO1260

Dentro, ogni famiglia ha la sua stanza. Se una famiglia è particolarmente numerosa, le pareti possono essere parzialmente abbattute e le stanze diventano due, accoppiate.

ASCO1418

In comune ci sono una lavanderia, una sala ricreativa che funge da mensa, i bagni e una sala fumatori.

ASCO1384

Gli addetti della Protezione Civile dicono che vivere qui è come vivere in ostello.

ASCO1546

I tempi di trasferimento dai MAC a una casetta autonoma sono incerti. E l’assegnazione avviene per sorteggio.

© Donna Moderna 2019
CAPITOLO 24 CAPITOLO 26