I vip che fanno beneficenza

  • 1 8
    Credits: Olycom

    L’attrice Sandra Bullock si è sempre dedicata al volontariato, soprattutto in caso di calamità naturali ha organizzato diverse raccolte “lampo” di fondi facendosi aiutare dagli amici George Clooney e Brad Pitt. Grazie al suo impegno, nel 2013 ha ricevuto durante i People’s Choice Awards un premio speciale mai assegnato prima, il Favorite Humanitarian Award, un riconoscimento per tutti gli sforzi fatti dall’attrice negli anni e soprattutto per l'aiuto che ha dato alle vittime dell’uragano Katrina.

  • 2 8
    Credits: Olycom

    Richard Gere da anni è testimonial di associazioni che si battono per il Tibet e per la lotta all’Aids. Nel 2011 organizzò un’asta da Christie’s a New York in cui mise tutte le sue chitarre, quasi 110 pezzi che ha collezionato durante tutta la sua vita. Riuscì a raccogliere ben un milione di dollari da devolvere ai fondi umanitari. Nel 2014 girò un documentario per le strade di New York in cui si travestì da homeless. Time Out Of Mind questo il nome del lungometraggio è incentrato sulla vita di barbone fatto di pochi dialoghi, lunghe riprese in strada alla ricerca di un pasto e posto caldo dove dormire.

  • 3 8
    Credits: Olycom

    Un’altra attrice dal cuore d’oro è Angelina Jolie al punto da diventare ambasciatrice delle Nazioni Unite, si è sempre battuta per i diritti umani. Nel giugno del 2011, nel suo ruolo di ambasciatrice di buona volontà per l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, ha visitato un campo profughi in Turchia, dove sono protetti i siriani che sono fuggiti dalla repressione nel loro paese. Da ricordare anche la visita a Lampedusa, in cui l’attrice ha voluto lasciare le proprie impronte digitali, come avviene per l'identificazione dei migranti. Oltre ai suoi impegni umanitari Angelina Jolie è attiva anche nel tutelare gli animali, opponendosi all'utilizzo di pellicce come capi d'abbigliamento e facendo donazioni a organizzazioni che si occupano di curare animali abbandonati o maltrattati.

  • 4 8
    Credits: Olycom

    L’attore George Clooney si batte da anni per una terra ferita dalle guerre: il Sudan. Nel 2014 organizzò una lotteria in cui una fortunata poteva godersi una cena in compagnia dell’attore. I proventi andarono al Satellite Sentinel Project una fondazione che si impegna nella prevenzione dei crimini di guerra e crimini contro l’umanità. L’attore è da sempre impegnato nel sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione del Sudan. Insieme al padre, il giornalista Nick Clooney, volò nel Paese per girare lo speciale tv ‘Un viaggio nel Darfur’ in cui parlava della piaga dei profughi e invitava ad aiutare il Paese martoriato dalla guerra civile. Ha anche girato un documentario ‘Sabbia e dispiacere‘ e nel 2007 è comparso nel documentario ‘Darfur now’. Nel 2012 Clooney venne nominato Ambasciatore Onu per la pace, e qualche anno prima fu arrestato durante una protesta davanti all’ambasciata sudanese negli Stati Uniti durante la quale lancio un accorato appello: “Abbiamo bisogno di aiuti immediati per il Sudan prima che diventi la peggior crisi umanitaria del mondo”.

  • 5 8
    Credits: Olycom

    L’attore Sean Penn e lo stilista Giorgio Armani invece si battono per Haiti. Dopo il drammatico terremoto che nel 2010 distrusse completamente l’isola, i due hanno deciso di unire le forze per supportare Haitian Relief Organisation, grazie ad una raccolta fondi a favore di una serie di progetti per la ricostruzione dell’isola. Un progetto che continua negli anni, proprio nel dicembre dell’anno scorso l’attore ha organizzato una serata di gala al Montage Beverly Hills, una parata di stars che aveva visti protagonisti gli U2, Charlize Theron, Elsa Pataky e tanti altri.

  • 6 8
    Credits: Olycom

    Il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg ha firmato un assegno da 120 milioni di dollari per finanziare le scuole pubbliche di San Francisco. Il denaro verrà distribuito nell’arco di 5 anni e servirà per rinnovare le strutture e incrementare i progetti per i più giovani, così da allontanarli dalla strada e farli crescere dentro alle scuole.

  • 7 8
    Credits: Olycom

    Un altro progetto legato alle scuole è quello realizzato dall’ex Governatore della California Arnold Schwarzenegger che ha sviluppato un progetto After School All Star. Un’associazione che promuove i programmi di doposcuola gratuiti per i giovani americani con storie difficili alle spalle.

  • 8 8
    Credits: Olycom

    Non mancano le vip italiane che si dedicano al volontariato, in primis Martina Colombari, la moglie dell’ex giocatore di calcio Billy Costacurta da anni è ambasciatrice della Fondazione Francesca Rava e impegnata in prima linea per l’aiuto dei bambini ad Haiti. Martina da sempre è una donna attiva ed ostinata soprattutto quando si tratta di volontariato non si tira indietro. Più volte è stata ad Haiti per seguire gli sviluppi ed i lavori sponsorizzati dalla fondazione, come la costruzione di un ospedale pediatrico, fabbriche, sartorie e tante altre strutture per regalare un futuro alla popolazione di Haiti.

Sono tante le cause benefiche sostenute dalle star, citando il film Into the Wild "La felicità è reale solo se viene condivisa...". Molte celebrity si impegnano per progetti davvero speciali, dalla ricostruzione di Haiti fino al Tibet

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te