Pacchetti Natale

Galateo dei regali di Natale: cosa dovresti (e non dovresti) regalare

Sì ai doni fatti in casa, a quelli riciclati e a quelli fatti con il cuore, no ai doni banali e tutti uguali: ecco, in breve, i suggerimenti del galateo dei regali di Natale

Se finora hai tergiversato, sappi che è arrivato il momento: non puoi più rimandare oltre. Ormai mancano solo pochi giorni al Natale e devi necessariamente passare all’azione. In testa hai solo vaghe e confuse idee? Non preoccuparti: ci pensa il galateo dei regali di Natale a darti una mano. 

Sì, proprio così, esiste un’etiquette anche in materia di doni e pacchetti. Ecco le principali regole da seguire per essere di classe e chic persino in questa circostanza.

Prima stendi una lista dei fortunati destinatari 

Prima di darti allo shopping sfrenato, medita. Il primo passo dell’operazione “regali perfetti” consiste nello stendere una lista ragionata dei fortunati destinatari. 

Pensa con attenzione alle persone cui vorresti destinare un dono. Preferisci salvare le apparenze e includere nel tuo elenco anche parenti che mal sopporti e colleghi serpenti? Oppure vuoi lasciare da parte l’ipocrisia e “premiare” solo chi ami davvero? 

Il galateo dei regali di Natale suggerisce di fare un pensiero, anche piccolo, a tutti coloro che incontrerai a Natale e alle persone con cui hai rapporti quotidiani, oltre che ovviamente ai tuoi cari. A te la scelta. 

Cerca di non essere troppo banale

Secondo step: stabilisci il budget che vuoi destinare ai regali di Natale, così da capire come muoverti. A questo punto passa in rassegna il tuo elenco e pensa qual è il dono che potresti abbinare a ciascun nome. 

Il galateo dei regali di Natale consiglia di evitare i regali standardizzati, banali e tutti uguali. Tuttavia, per i colleghi con cui hai meno confidenza, i compagni del corso di inglese e i parenti che non vedi mai potresti tranquillamente puntare sui grandi classici che non passano mai di moda: candele profumate, libri, bottiglie di vino, fiori, segnalibro, creme, biscotti, panettoni. 

Se non ti viene in mente nulla prova a navigare un po’ in internet o, meglio ancora, ad andar per negozi

Non devi scegliere qualcosa che piace a te

Perlomeno per le persone alle quali sei particolarmente affezionata, cerca di fare qualche sforzo in più e di puntare su qualcosa di più originale.

Ricorda: i regali migliori sono quelli fatti pensando ai destinatari. Non devi acquistare qualcosa che piace a te, ma qualcosa che pensi possa regalare un sorriso a chi lo riceverà. 

Spesso non servono grandi cose: la pet lover potrebbe gioire con una semplice tazza a forma di cucciolo, la beauty addicted con una maschera viso, la mamma freddolosa con una sciarpa.

Sì ai doni home-made

Sì o no ai regali fatti in casa? Assolutamente sì. I doni hand-made hanno un doppio valore: a quello dell’oggetto si unisce quello affettivo, legato al tempo dedicato alla sua preparazione. Sapere che una persona si è presa la briga di preparare qualcosa di speciale per noi ci fa sentire unici e amati. 

Via libera, quindi, a marmellate, maglioni, torte, composizioni, liquori, biscotti, naturalmente rigorosamente fatti in casa e a mano. 

Non è necessario contraccambiare

I regali vanno contraccambiati? Secondo il galateo dei regali del Natale, non è necessario. Infatti, è vero che in questo periodo è usanza scambiarsi i doni, ma non esistono regole fisse in merito. Molte persone fanno dei doni senza aspettarsi nulla in cambio, ma solo come gesto premuroso.

Eventualmente, potresti tenere a portata di mano alcuni piccoli pensieri, come tazze natalizie, cioccolatini, dolci, da donare come gesto di ringraziamento a chi ti fa dei regali. Non preoccuparti: non importa se gli oggetti non sono dello stesso valore. In questo caso, ciò che conta è davvero il pensiero.

Punta sulle esperienze e i servizi

Ricordati che non esistono solo gli oggetti. Anzi, in un’epoca in cui siamo sommersi di beni materiali e, oggettivamente, non abbiamo quasi bisogno di nulla, può essere un’ottima idea regalare delle esperienze e/o delle consulenze.  

Corsi di cucina, lezioni di inglese, massaggi, consulenze di armocromia, servizio di personal shopper: oggi non hai che l’imbarazzo della scelta.

Anche i biglietti di ingresso a musei, parchi tematici o divertimento, spettacoli teatrali, cinema, in genere, sono ottime opzioni.

Via libera al riciclo

Riciclare i doni? Il galateo dei regali di Natale dice di sì. Se ci sono capi di abbigliamento, oggetti, libri, creme, accessori, suppellettili che non hai mai utilizzato puoi tranquillamente regalarli a un amico, collega o parente. A patto che tu segua sempre il criterio dei “regali su misura”.

Scegli cioè qualcosa che pensi possa piacere al destinatario e non qualcosa di cui, semplicemente, vuoi disfarti. In questo modo regalerai un sorriso agli altri e libererai anche spazio in casa.

E, poi, non dimenticare che quella del riciclo è una buona abitudine che fa bene anche all’ambiente.

Galateo dei regali di Natale, 3 cose da fare

  1. Se in questo periodo sei invitata a una cena o a un pranzo, non portare dei fiori recisi alla padrona di casa: sarà sicuramente troppo indaffarata per occuparsene. Punta su qualcosa di non deperibile, che non richiede cure immediate.
  2. Secondo il galateo dei regali di Natale, è più che appropriato proporre alla tua famiglia di limitare i doni, di stabilire un budget uguale per tutti o di fare pensieri solo ai bambini. Questo consiglio vale anche per feste e addobbi di Natale.
  3. Se possibile, privilegia i regali solidali e a quelli acquistati nei piccoli negozi di quartiere.
Riproduzione riservata