il cantante gio evan

Gio Evan a Sanremo 2021 con “Arnica”: tutto sul cantante e poeta

Il cantautore poeta per la prima volta a Sanremo con la musica che come Arnica cura l'anima

Gio Evan a Sanremo 2021 è la penna romantica e sognante. Sia che scriva i testi delle sue ballate o che componga i versi delle poesie che pubblica da quasi dieci anni, tra un viaggio in giro per il mondo e l'altro.

Il cantautore e scrittore Gio Evan, è balzato alla notorietà nazional popolare soprattutto dopo che Elisa Isoardi ha usato una sua citazione come caption di una foto pubblicata sui social, con la quale annunciava la fine della sua storia con Matteo Salvini.

Oggi, insieme ad artisti come Calcutta, Gazzelle, Franco 126, Colapesce e Dimartino, e altri, Gio Evan fa parte del fervente panorama musciale del genere indie italiano.

Il cantautore poeta dell'indie italiano

Gio Evan, al secolo Giovanni Giancaspro, è nato a Molfetta (Bari) il 21 aprile 1988. Scrittore e poeta, cantautore, artista di strada, performer, viaggiatore, su Insagram ha l'aforisma facile. Lui, certamente è una sorpresa tra i Big di Sanremo 2021, in una edizione decisamente votata all'indie italiano e agli artisti che hanno spopolato maggiormente nell'ultimo anno. Profondo, acuto, e introspettivo, è un girovago.

Dal suo lungo viaggio in solitaria che con la sua bicicletta, una sorta di ‘pellegrinaggio spirituale’ dal 2007 al 2015, gira il Mondo, e arriva anche in India e in Sud America. Proprio durante la tappa in Argentina, Gio Evan ha modo di avvicinarsi ad alcune popolazioni indigene e alla loro religiosità. Il nome d’arte, Gio Evan, infatti, gli è stato dato da un hopi, ossia uno sciamano di una popolazione indigena argentina, che lo ha ribattezzato in questo modo.

I singoli poetici di Gio Evan

Nel 2017 esce il suo primo singolo, che ottiene grande successo su Spotify: si tratta della canzone Posti. L’anno dopo esce il suo album d’esordio, Biglietto di solo ritorno, dal quale viene estratto il singolo A piedi il mondo che si piazza ai vertici delle classifiche nazionali. Il 25 ottobre 2019 è uscito il nuovo album del cantautore, Natura molta, che lo consacra al successo discografico, non soltanto editoriale. Dal disco, che comprende 10 tracce, vengono estratti quattro pezzi che funzionano: Himalaya Cocktail, Amazzonia, Klimt, e Scudo. La penna raffinata di Gio Evan scrive testi raffinati e poetici, il tratto distintivo del cantautore pugliese. Il disco è doppio: nel primo vi sono le canzoni, mentre nel secondo vengono recitate dieci poesie di Gio.

Sua, la frase di addio della Isoardi a Salvini

Agli italiani il suo nome probabilmente ricorda un episodio di natura non propriamente artistica ma più "gossippara":  la frase con cui Elisa Isoardi ha detto addio a Matteo Salvini sui social, è proprio di Gio Evan, citato dalla presentatrice quando si era congedata: «Non è quello che ci siamo dati a mancarmi, ma quello che avremmo dovuto darci ancora» .

Successivamente avevano chiesto al cantautore cosa pensasse della citazione della Isoardi, e aveva raccontato di non amare il clamore suscitato, e di non votare per Salvini, ma di essere lieto che Elisa Isoardi fosse una sua fan: «Io faccio poesia, chi vuole usarla è libero di farlo», dichiarò.

I libri, oltre la musica

Al ritorno dal suo lungo viaggio da solo in giro per il Mondo, Gio Evan scrive un libro, Il florilegio passato, che parla appunto di questa lunga traversata (anche interiore) in sella alla sua bicicletta. Altri saranno i libri scritti da Giovanni, come La bella maniera; Teorema di un salto, ragionatissime poesie metafisiche e Passa a sorprendermi. L'ultimo lavoro è uscito il 17 marzo 2020: il libro di poesie Se c'è un posto bello sei te (che è anche il ritornello di Klimt, uno dei singoli più famosi del cantautore). Conclusa l'esperienza a Sanremo 2021, Gio Evan, uscirà il 16 marzo con  un nuovo libro di poesie, Ci siamo fatti mare.

Nessuna suite a Sanremo, ma una tenda sul terrazzo

Un giramondo come lui non poteva che stupire anche per la scelta della location sanremese in cui trascorrere le cinque notti di permanenza per la kermesse.

Un'altra prova della sua personalità originale, visto che Gio Evan non alloggia in una semplice camera d'albergo, ma in una tenda che ha fatto collocare sulla terrazza dell'hotel. Sui social lo ha detto lui stesso: "Un albergo gentile mi ha dato un terrazzo per permettermi questo desio che avevo. La tenda rappresenta la mia attitudine, la mia esperienza di vita, non è un simbolo di sfida"

Gio Evan a Sanremo 2021 con Arnica

Ieri, mercoledì 3 marzo durante la seconda serata del Fedstival di Sanremo 2021, Gio Evan è salito per la prima volta sul palco dell'Ariston. Nell’annunciare i concorrenti di Sanremo, Amadeus l’aveva presentato come «l’artista più indecifrabile del Festival» e anche come un «giocoliere delle parole».

A Sanremo Gio Evan porta il brano Arnica, dal titolo chiaramente metafora: l’arnica, ossia quella pianta in grado di curare i malanni fisici così come la musica e le parole insieme sanno curare il male dell’anima. Per la serata delle cover il cantautore pugliese ha scelto invece Gli anni degli 883, e si esibirà con i concorrenti di The Voice Senior. Il suo inedito sanremese fa parte del nuovo album Mareducato in uscita il 12 marzo. Anche in questo caso, il disco sarà diviso in due parti: musica e poesie inedite recitate con l’accompagnamento di musica.

Riproduzione riservata