consigli per l'armadio piccolo

5 errori comuni che commetti se hai un armadio piccolo (e come evitarli)

Ci sono alcuni errori comuni che commettono tutte le persone che hanno armadi piccoli e che impediscono di sfruttare al meglio lo spazio. Quali sono e come evitarli.

Un armadio piccolo è molto più difficile da allestire e riempire rispetto a uno capiente. Lo spazio a disposizione è spesso davvero poco ed è importante imparare a ottimizzare ogni centimetro libero, sfruttandolo nel modo giusto per evitare l’effetto “caos” e ritrovarsi a spingere le ante per riuscire a chiuderle e contenere tutto. Come creare un guardaroba funzionale e ordinato? L’organizzazione è tutto e spesso, purtroppo, ce ne dimentichiamo. Il tuo armadio piccolo è un disastro? Forse, senza accorgertene, stai compiendo alcuni errori cruciali che è arrivato il momento di notare ed evitare.

Non sfruttare bene le altezze

Quando lo spazio è ridotto è d’obbligo sfruttare ogni millimetro a disposizione nel migliore dei modi. Sia che si tratti di un armadio classico, di una nicchia nel muro o di una piccola cabina armadio, è importante utilizzare tutta l’area per mettere in ordine i capi. L’organizzazione, ovviamente, dipende dai capi che hai nell’armadio. Hai tantissime magliette? Allora punta su cassetti capienti con un’altezza minima di 15 centimetri. Non sai più dove mettere abiti e cappotti? Predisponi un’area con una lunghezza di almeno 110 centimetri. In questo modo mettere ogni cosa al suo posto sarà molto semplice e non avrai la sensazione di aver stipato la tua roba nell’armadio senza senso.

Rinunciare agli accessori (o sceglierli sbagliati)

Spesso chi ha un armadio piccolo crede che sia necessario rinunciare agli accessori e che la scelta migliore sia quella minimal. Nulla di più sbagliato! Per organizzare un armadio piccolo è fondamentale sfruttare e selezionare gli accessori giusti. Un esempio arriva dalle grucce. Quelle in legno sono di sicuro molto più eleganti e creano un’atmosfera che ricorda lo stile nordico, ma sei sicura che non occupino troppo spazio? In questo caso è meglio optare per le grucce sottili, meglio se in velluto perché impediscono ai vestiti di scivolare. Un’idea pratica e intelligente è quella di prevedere delle appenderie sviluppate in profondità, particolarmente indicate soprattutto per chi ama preparare gli abiti da indossare durante la giornata la sera prima.

Evitare i contenitori

In un armadio piccolo i contenitori possono rappresentare la salvezza. Sono infatti uno strumento fondamentale per ottimizzare lo spazio e migliorare l’organizzazione del guardaroba. Fra i fattori positivi dell’avere un armadio piccolo c’è l’assenza di muffa e umidità. Per questo motivo è possibile usare qualsiasi tipologia di contenitore, da quello in plastica a quello in tessuto, sino al cartone. Se temi la polvere puoi chiudere tutto con dei coperchi, in alternativa puoi portare sui ripiani cestini in vimini o scatole aperte. Un’ottima soluzione anche per tenere nell’armadio i vestiti per tutte le stagioni e ottimizzare il classico cambio di stagione, grande incubo di tante persone.  

Non fare decluttering

Eliminare il superfluo è la prima regola per chi si trova a fare i conti con un armadio piccolo. Facci caso: se apri il tuo guardaroba ti accorgerai che molta della roba che c’è dentro non la usi da tempo. Cosa fare dunque? Lasciati conquistare dal decluttering e fai pulizia, eliminando tutto ciò che non metti. All’inizio non sarà semplice, ma a poco a poco ti accorgerai non solo di sentirti più leggera, ma anche di aver guadagnato moltissimo spazio. Non solo: i capi che non usi potresti donarli a chi ne ha più bisogno oppure venderli con le app più in voga del momento.

Non progettare

Gettare tutto alla rinfusa nell’armadio non ti aiuterà a migliorare la disposizione dello spazio, ma creerà solo maggiore confusione. Prima di metterti al lavoro per riempire il guardaroba perché non ti fermi un attimo e ti prendi un po’ di tempo per progettarlo? Esistono moltissimi accessori salvaspazio e piccoli trucchi per guadagnare spazio, ma spesso ci limitiamo a seguire lo schema “classico” che in questi casi non sempre funziona. Se il tuo armadio si trova all’interno di una nicchia, ad esempio, potresti pensare di rinunciare alla struttura in legno e puntare su montanti e appenderie in acciaio per guadagnare centimetri. Per quanto riguarda le ante invece una soluzione arriva da quelle scorrevoli, meglio se dello stesso colore della parete per regalare un effetto minimal e a scomparsa. Un altro aspetto da prendere in considerazione è l’illuminazione. Il più delle volte un armadio piccolo, anche se ben ordinato, finisce nel caos perché è difficile trovare subito il capo giusto da indossare. Così si finisce per frugare fra cassetti e stampelle senza venirne a capo. Per evitare questo problema meglio studiare una illuminazione ad hoc che consenta di individuare subito ciò che vuoi senza perdere troppo tempo (soprattutto se sei di fretta).

Riproduzione riservata