1/5 – Introduzione

Ci sarà sicuramente capitato di voler nascondere in casa alcuni oggetti preziosi come ad esempio denaro in contanti, gioielli e molto altro ancora, in modo da proteggerli in caso di eventuali furti.
La soluzione migliore, in questi casi, è sicuramente quella di installare una cassaforte, ossia una scatola in acciaio dotata di una serratura che può essere inserita all’interno di una parete, oppure esterna.
Esistono moltissime tipologie di casseforti e per riuscire ad individuare quella più adatta alle nostre esigenze, dovremo conoscere le varie caratteristiche.
Su internet potremo reperire facilmente tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno per individuare la cassaforte che più fa al caso nostro, leggendo le moltissimi guide presenti.
Nei passi successivi, in particolare, vedremo alcuni utilissimi consigli per la scelta e il posizionamento della cassaforte in casa.

2/5 Occorrente

  • cassaforte

3/5 – Informazioni sulle casseforti

Innanzitutto, se non disponiamo delle condizioni necessarie per l’installazione della cassaforte a parete, potremo sempre optare per la cassaforte mobile, che verrà saldata al pavimento e alla parete tramite dei semplici tasselli, senza dover ricorrere ad alcun genere di intervento murario. Per ovvi motivi, questa tipologia ha tutte le facce rinforzate perché più esposta a un possibile tentativo di furto.

4/5 – Tipologie di casseforti

Le casseforti possono essere a muro o a mobile con diversi sistemi di chiusura (serratura a chiave, combinazione elettronica o meccanica…) ed oggigiorno il mercato offre tantissimi modelli diversi; in ogni caso il momento migliore per installarle in casa è quello dei lavori di costruzione o di ristrutturazione. Una regola fondamentale è che poche persone siano a conoscenza della presenza e del posizionamento della cassaforte; per questo motivo l’installazione in una casa in costruzione è da fare in un secondo momento, da parte di una o poche persone fidate.

5/5 – Consigli per il posizionamento

In conclusione ricordiamoci che la tipologia considerata più sicura e più difficile da scardinare è quella a muro. Per il posizionamento della cassaforte evitiamo i posti più comuni e banali, come la camera da letto o in salotto dietro un quadro e preferiamo angoli o corridoi stretti, in modo da diminuire lo spazio necessario a scardinarla. L’altezza ideale è ad altezza occhi, perché rende difficile ai ladri l’uso di strumenti per scassinare la cassaforte, ma è comoda per chi la usa. La cassaforte va posizionata in un muro molto spesso, almeno 30 cm e privo di tubazioni d’acqua e cavi dell’elettricità. Deve essere murata per almeno 5 cm con il calcestruzzo o cemento armato e ancorata saldamente con le alette e tondini su tutti i lati tranne quello frontale, il quale è appositamente progettato per resistere agli attacchi esterni.