Perfetti sconosciuti: la fedeltà nell’epoca degli smartphone

  • 1 4
    Credits: Ufficio stampa

    Cosa succederebbe se il partner avesse d'un tratto accesso al nostro smartphone e potesse leggere in diretta tutti i nostri messaggi, mail, conversazioni whatsapp e accedere alla lista delle ultime chiamate?

  • 2 4
    Credits: Ufficio stampa

    Spesso lo smartphone del partner rappresenta un tabù: c'è chi si fida ciecamente e non si azzarderebbe mai a toccarlo, chi invece non perde occasione (manifesta o di nascosto) per dare una sbirciatina al telefono dell'altro. Una cosa è certa: tra social network, app di incontri, mail, whatsapp e simili, tradire è sempre più facile. Ma sarà vero che la tecnologia non aiuta la fedeltà?

  • 3 4
    Credits: Ufficio stampa

    In Perfetti sconosciuti, ad un certo punto di una tranquilla cena di amici di vecchia data, la padrona di casa invita i commensali a condividere sul tavolo i propri telefoni. Questo dopo essersi detta sicura che se ogni persona conoscesse il contenuto dello smartphone della persona che ama, difficilmente dopo vorrebbe rimanerci insieme. Un po' stupiti, alcuni preoccupati, gli amici accettano non senza riserve di mettersi in gioco: in fondo, cosa ci sarà di così pericoloso nel trillo di whatsapp?

  • 4 4
    Credits: Ufficio stampa

    Non è la prima volta che una cena apparentemente tranquilla diventa pericolosa al cinema (ricordate Carnage di Roman Polański?). Girato tutto in un interno, una casa del quartiere romano dei Parioli, le coppie sono composte da Marco Giallini e Kasia Smutniak (la padrona di casa che ha l'idea di condividere gli smartphone), Anna Foglietta e Valerio Mastandrea, Alba Rohrwacher e Edoardo Leo, mentre Giuseppe Battiston è l'amico “scoppiato”. Come è facile immaginare, i telefoni riveleranno piccoli grandi segreti. Tra frustrazioni, presunti tradimenti e imbarazzi, non perdetevi Perfetti Sconosciuti, al cinema dall'11 febbraio.

Una commedia brillante che si interroga sulla fedeltà nell'epoca degli smartphone: cosa succederebbe se il partner avesse accesso alle nostre conversazioni e chat private?

Nel corso di una cena che riunisce un gruppo di amici, la padrona di casa invita i commensali a mettere sul tavolo il proprio smartphone e a lasciare che gli altri abbiano libero accesso alle chat e conversazioni dell'altro.

Quello che all'inizio sembra un passatempo innocente diventerà man mano un gioco al massacro e si scoprirà che non sempre conosciamo le persone così bene come pensiamo. Questo il punto di partenza di Perfetti sconosciuti, la nuova commedia diretta da Paolo Genovese e con protagonisti Valerio Mastrandrea, Kasia Smutniak, Giuseppe Battiston e Alba Rohrwacher, nelle sale dall'11 febbraio.

Sfoglia la gallery e scopri tutte le curiosità sul film!

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te