Sei ancora qui – I still see you: il film tratto dal libro di Daniel Waters

Credits: Sperling & Kupfer
Credits: Eagle Pictures
Credits: Eagle Pictures
Credits: Eagle Pictures
Foto

“Sei ancora qui (titolo originale, I steel see you)”, il film diretto da Scott Speer con Bella Thorne, Richard Harmon, Dermot Mulroney, Richard Harman e tratto dal romanzo di Daniel Waters, edito in Italia da Sperling & Kupfer (nelle sale dal 27 settembre).

La trama

Il romanzo è ambientato in un freddo universo post-apocalittico dove, in seguito a una tremenda esplosione, gli essere umani convivono con i redivivi, creature spettrali che si possono solo vedere ma con le quali non è possibile entrare direttamente in contatto.

Protagonista del libro e del film è Ronnie Calder (Bella Thorne), adolescente che tutte le mattine fa colazione con lo spirito di suo padre, prima di vederlo scomparire nel nulla. L'uomo, ucciso dieci anni prima, non è che uno dei numerosi redivivi che si aggirano indisturbati nella cittadina, ripetendo ogni giorno la stessa azione compiuta qualche istante prima della morte.

La convivenza è serena e pacifica fino a quando Ronnie non comincia a essere ossessionata da una misteriosa presenza, un redivivo sconosciuto e minaccioso che inizia a seguirla e spaventarla. In cerca di risposte, Ronnie si rivolge inizialmente al suo fidato insegnante Mr. Bittner (Dermot Mulroney), ma le spiegazioni poco soddisfaccenti la convincono a indagare sul fenomeno insieme al compagno di classe Kirk (Richard Harman), un giovane taciturno e solitario, soprannominato Ghost Boy, e particolarmente interessato al fenomeno dei redivivi.

La indagini conducono al laboratorio scientifico di Chicago dove fu causato l'incidente e dove tutto ebbe inizio. Qui, i due, assistono a un tremendo omicidio e scoprono quanto sia pericoloso lo spirito che sta tormentando Ronnie. Non resta che scoprire cosa vuole realmente e trovare il modo per affrontarlo. 

Il film

Basato sull'omonimo libro young adult di Daniel Waters, la pellicola tratta tematiche come la perdita e la redenzione ed è diretta da Scott Speer che, dopo Il sole a mezzanotte, torna a lavorare con l'attrice Bella Thorne per dirigerla in un thriller romantico, sovrannaturale e avvincente. 

Il cast e i personaggi 

Dopo l'ottima interpretazione ne "Il sole a mezzanotte", il regista  Scott Speer non ha avuto dubbi e ha insistito per avere di nuovo l'attrice con sé. Questo thriller dalle atmosfere glaciali si è rivelato per Bella Thorne un film molto personale. L'attrice, rimasta orfana di padre a soli 9 anni, ha raccontato di sentirsi particolarmente vicina a questo personaggio: “Nel film il compleanno del mio personaggio è un giorno prima del vero compleanno di mio padre. Quindi sì, avendo avuto a che fare con un lutto del genere da giovane, puoi davvero dire di essere abituata a vivere in una città di fantasmi”. La personale drammatica vicenda le ha permesso di esprimere con intensità i sentimenti provato dal personaggio interpretato, rendendolo molto più credibile. L'attrice, che ha inoltre scelto personalmente il look da sfoggiare nel film, è stata affiancata da Richard Harmon, attore già visto in “The 100” e qui nel ruolo di Kirk Lane, liceale misterioso e oscuro che aiuta Ronnie a investigare sulla figura spettrale che le gira intorno. A completare il cast c'è Dermot Mulroney, l'indimenticabile Michael O'Neal de “Il matrimonio del mio migliore amico”, nei panni del professore di liceo: Mr. August Bittner. Proprio lui afferma: “Alle persone piacerà questo film perché ha tutto: onestà emotiva, personaggi reali alle prese con situazioni difficili, una trama affascinante, un’ottima estetica e un twist finale che non ti aspetteresti mai.

Riproduzione riservata