Hai deciso di accogliere un cane o un gatto in casa e tra pochi giorni varcherete insieme la soglia. Non vedi l’ora, lo sappiamo, ma prima assicurati di preparare un ambiente a prova di quattro zampe. Nei primi giorni dovrete abituarvi a dividere gli spazi e a gestire il tempo che passerete separati. Allora, prima di portare a casa il tuo pet, ecco qualche consiglio pratico per una pacifica convivenza.

Cerca un veterinario

Una volta deciso di adottare un animale da compagnia, la prima cosa da fare è trovare un veterinario, possibilmente nelle vicinanze. Per prendersi cura della salute dei nostri amici a quattro zampe è sempre meglio avere una struttura veterinaria a portata di mano.

Inoltre, esistono delle polizze assicurative che puoi stipulare per coprire le spese mediche impreviste. Un dettaglio da non trascurare.

Ordina la medaglietta e richiedi al tuo veterinario l’inserimento del microchip

Avere un cane o un gatto in casa ti rende legalmente il suo referente legale. Pertanto, dovrai dotare il nuovo amico di una placchetta di identificazione sul collare da indossare sempre quando ci si trova in un luogo pubblico.

Inoltre, ogni animale da compagnia deve avere un microchip applicato sotto la cute dal veterinario. Niente paura, si tratta di una pratica veterinaria che dura solo pochi secondi. Questa prassi è obbligatoria per legge: quindi meglio eseguirla al più presto.

Una casa a misura di pet

È il momento di organizzare lo spazio in casa per accogliere al meglio i nuovi inquilini. Prima di tutto, predisponi due ciotole, una per il cibo e una per l’acqua. Sceglile delle dimensioni adeguate e facilmente lavabili e assicurati che siano sempre pulite.

Scegli il guinzaglio per abituare il tuo cucciolo a camminare e a non tirare. Inoltre, procurati il necessario per tenere in ordine il tuo animale: un pettine delicato è la scelta giusta. Cuccia e lettino, possibilmente resistenti, saranno un posto tranquillo dove il pet potrà ambientarsi al meglio.

Non farti mancare un trasportino, necessario per gli spostamenti di cani e gatti. Compra giocattoli sicuri, divertenti e stimolanti per tenere sempre in allenamento il tuo amico a quattro zampe. Infine, seguendo i consigli del veterinario o del canile o gattile in cui hai adottato, scegli il cibo più adatto al tuo pet: ci sono infatti alimenti per tutte le necessità.

Cosa eliminare per creare un ambiente sicuro

Ora che abbiamo tutto il necessario per accogliere con cura e amore il nuovo arrivato, vediamo che cosa eliminare per non rischiare di metterlo in pericolo. Ad esempio, è bene rimuovere piante, medicine e prodotti per la casa se sono ad altezza cane o gatto. La natura curiosa dei cuccioli spesso rischia di metterli in pericolo. Spostali in alto, in modo da renderli inaccessibili.

Tieni sempre in ordine scarpe e vestiti: lasciarli in giro o dimenticare le porte dell’armadio aperte può essere un rischio per il tuo guardaroba. Se hai delle finestre basse, ricordati di chiuderle per evitare rocambolesche fughe. Attenzione anche a proteggere adeguatamente balconi e finestre e a non lasciare mai solo il tuo cucciolo se hai un giardino con acceso diretto alla strada. Anche eventuali fili elettrici possono essere molto pericolosi. Mi raccomando!

Preparati al primo giorno insieme

È il momento di varcare insieme la soglia di casa. Una volta scelto il suo nome, usalo il prima possibile per permettergli di abituarsi al suono ed essere capace di rispondere al tuo richiamo. Lascialo girovagare nel nuovo ambiente, affinché possa prendere le misure e abituarsi agli spazi.

La cosa più importante da fare è un piano insieme alla tua famiglia. Già dal primo giorno a casa, ogni membro della famiglia deve comportarsi in modo coerente. Quindi, se si decide che il cane non deve salire sul divano, bisogna essere tutti d’accordo, altrimenti l’animale verrà confuso e non rispetterà la regola.

Infine, assicurati di non lasciare il tuo pet troppo solo in casa, soprattutto all’inizio. Potrebbe essere necessario placare la sua “fame” di esplorazione, che potrebbe portarlo a rosicchiare mobili e suppellettili: anche gli animali possono soffrire della mancanza del proprietario e possono manifestarlo in diversi modi, anche poco decifrabili. Il medico veterinario e il medico veterinario esperto in comportamento animale potranno essere un valido supporto anche in questi casi.

Se stai adottando un cane da un rifugio,cerca di farti raccontare le sue abitudini e preferenze, in modo da replicarle a casa e aiutarlo a mettersi subito a suo agio. Non temere se l’animale, all’inizio, starà un po’ sulle sue. Ha solo bisogno di tempo: poi inizierà a interagire come un membro della famiglia.

Con l’adozione vince l’amore

Se hai scelto di salvare un cane e un gatto da un rifugio, avrai notato quanto sia difficile garantire a tutti un ambiente spazioso e confortevole. Benché non manchino le attenzioni di chi, ogni giorno, si prende cura questi animali, è difficile mandare avanti canili e gattili.

Per questo PURINA, azienda da sempre al fianco di chi ama gli animali, promuove l’adozione consapevole. Dal 4 ottobre è È attivo il concorso #Benvenutoacasa: rispondendo a un quiz su che tipo di padrone sei o potresti essere, puoi vincere un monopattino elettrico e aiutare i rifugi ENPA di tutta Italia.

Accedi o registrati al sito www.promozionitaliane.it/purina-benvenuto-a-casa/ e partecipa al concorso PURINA. Al termine del quiz scoprirai che tipo di padrone sei o potresti essere. Per ogni risposta al quiz, PURINA donerà un pasto ai rifugi ENPA in tutta Italia. Prenditi cura del tuo cucciolo e, con un click, anche di tutti quelli che aspettano di incontrare una nuova famiglia che li ami come meritano.