Ragazza con coda

10 consigli per fare la coda di cavallo perfetta

È un'acconciatura passe-partout che va bene in tutte le occasioni. Ma la coda di cavallo è meno semplice del previsto da realizzare. Segui le nostre mosse per avere una ponytail a regola d'arte

Ammettilo: hai sempre pensato che la coda di cavallo fosse una delle acconciature più facili da realizzare. Un semplice raccolto, due giri di elastico e via. In effetti, non richiede particolari abilità tecniche e puoi realizzarla tranquillamente da sola. Tuttavia, se vuoi che sia impeccabile (qualunque tipologia tu decida di fare) e che attiri sguardi ammirati devi seguire alcune fondamentali regole. Tranquilla: ti diciamo noi quali. 

Un'acconciatura passe-partout

La coda di cavallo è una di quelle acconciature passe-partout in grado di salvarti nelle più svariate occasioni. Va bene quando hai i capelli sporchi e in disordine, quando vuoi avere un aspetto curato e preciso, ma anche quando vai in palestra o a correre. Insomma, è perfetta tanto per un colloquio di lavoro quanto per un appuntamento romantico, tanto per un'uscita con le amiche quanto per i tuoi momenti di "svacco" sul divano. E, ovviamente, è un must se hai i capelli lunghi e devi fare attività fisica. Ma attenzione: puoi concedertela anche se la tua chioma non è proprio stile Rapunzel. Basta che tu sappia come procedere. Per una coda di cavallo a regola d'arte segui i nostri consigli.

Scegli lo stile che fa per te

La coda di cavallo si presta a mille interpretazioni e varianti: non hai che l'imbarazzo della scelta. Per esempio, se vuoi un look romantico puoi scegliere una coda bassa e morbida. Se vuoi apparire glamour e un po' algida, invece, via libera alla coda alta e ben definita. Quella laterale è molto elegante e sofisticata. Fai attenzione anche alle tue caratteristiche. Per i visi rotondi sono preferibili le ponytail alte, mentre per i volti lunghi, molto meglio quelle basse e ben tirate, perché aiutano a dare equilibrio. Hai la fronte alta? Opta per una coda bassa laterale, che copra una parte della fronte.

Prima di fare la coda di cavallo, pettina i capelli

Alta, bassa, stretta, spettinata, con la riga in mezzo, con i capelli tutti indietro: non fa differenza. Qualunque sia la coda di cavallo che vuoi realizzare, devi partire da una semplice quanto fondamentale regola base: devi spazzolarti bene. Prima di raccogliere i capelli, devi pettinarli in modo da sciogliere eventuali nodi, seguendo la stessa direzione in cui andrà la tua ponytail.

Usa i prodotti giusti

Vuoi una coda di cavallo un po' spettinata? Allora, dopo aver usato la spazzola, applica un prodotto volumizzante sulle radici: ti aiuterà a dare volume e texture alla chioma. Lavora bene le radici, quindi, raccogli i capelli solo con le mani, senza aiutarti con il pettine. Se invece vuoi una coda tiratissima, metti sull'attaccatura un po' di gel, siero o lacca e tira con phon e spazzola. In tutti i casi, per facilitare lo styling può aiutarti con una mousse morbida, purché in piccole quantità, senza esagerare.

Attenzione alla spazzola

Una spazzola non vale l'altra. Lo "strumento del mestiere" che scegli può fare la differenza fra una coda super trendy e una coda stile casalinga sciatta e disperata. Secondo gli hair stylist, l'ideale è utilizzare una spazzola a setole piatte o un pettine in carbonio. Va bene anche un pennellino, a patto che sia in setole naturali.

Passa all'azione e lega i capelli

A questo punto, devi passare all'azione: è arrivato il momento di raccogliere i capelli e realizzare la tua coda di cavallo. Se ne vuoi una alta, come abbiamo accennato prima, tira bene i capelli che sono sulla sommità della testa, meglio con un pettine. Per fare una coda bassa elegante un po' morbida, invece, usa le dita così da non tirare troppo i capelli. Il tocco in più? Sopra l'elastico applica un foulard o una molletta. Se vuoi esagerare con il romanticismo lascia libera qualche ciocca attorno al viso da riprendere con la coda del pettine.

Sbizzarrisciti con gli accessori

Se devi andare in palestra o trascorrere una serata in relax a casa, il classico elastico va benissimo. Ma se hai in programma qualcosa di speciale, arricchisci la tua coda di cavallo con qualche accessorio: così, la tua acconciatura sarà ancora più glamour. Per esempio, per una giornata di shopping puoi fermare la coda con un elastico trasparente o di colore neutro e poi ricoprirlo con un nastro o fiocco colorato. Se hai un appuntamento importante scegli qualcosa di particolare, come fermagli luminosi o elastici con brillantini, glitter o perle.

Neutralizza i piccoli difetti

La tua coda di cavallo ora è perfetta, se non fosse per quei pochi capelli che sfuggono a ogni tipo di controllo? Niente paura. Esiste una mossa segreta molto efficace per tenere a bada i baby hair: vaporizza un po' di lacca sulle setole di un pennello da trucco e passalo sui punti più ribelli della chioma per fissare la tua acconciatura.

Coda di cavallo con riga centrale? Fai così

Vuoi la riga in mezzo e i capelli ben tirati? Nessun problema. Devi però seguire le mosse giuste. Prima di tutto disegna la riga con il pettine a denti sottili. Poi inizia a raccogliere i capelli dalla nuca. Infine, pian piano, vai verso la parte anteriore, aggiungendo le ciocche davanti. Segui lo stesso procedimento anche se vuoi la riga laterale.

Fai una coda di cavallo alta e una bassa

Soprattutto se hai capelli fini, sottili e abbastanza radi, fai due code: una più alta e una più bassa. Parti da quella della nuca, quindi procedi con quella sulla sommità della testa e fai in modo che la prima ricada sulla seconda, nascondendola. È uno stratagemma che crea un effetto più gonfio e voluminoso. Usa delle forcine per unire alcune ciocche, così non si nota lo stacco. Oppure unisci le due code con uno stesso elastico.

Per il tocco finale usa il pettine con la coda

Se ancora non sei completamente soddisfatta del risultato e vuoi sistemare piccole irregolarità, armati di pettine con la coda. Infila la coda sotto l'elastico, ma nel senso opposto rispetto al ciuffo che vuoi sistemare. Sì, esattamente come un uncino. Quindi, ancora il ciuffo al resto dei capelli e, se serve, fissa con un po' di lacca.

Riproduzione riservata