base trucco

Come scegliere il pennello giusto in base al tipo di fondotinta

Per stendere al meglio il fondotinta ed evitare l’effetto a chiazze, scegliere il pennello giusto è fondamentale

La fase più importante di ogni beauty look è quella che prevede di prendersi cura della base. Senza un ottimo incarnato, infatti, qualunque altro accorgimento risulterà meno bello ed incisivo. Ecco perché la tipologia di fondotinta alla quale affidarsi è fondamentale, così come saper scegliere il pennello giusto per applicarlo.

Ne esistono, infatti, di diversi tipi e anche se a un occhio poco esperto possono sembrare tutti simili non lo sono affatto, e preferirne uno piuttosto che un altro determina anche il risultato finale.

Come scegliere il pennello giusto

Al momento dell’acquisto, prima si scegliere il pennello giusto è quindi importante tenere in considerazione una serie di aspetti.

Attenta alle dimensioni

La prima cosa da osservare sono le dimensioni.

Un pennello per fondotinta solitamente è piuttosto grande, visto che deve occuparsi di stendere una buona dose di prodotto su un’area del viso estesa. Anche se i pennelli mini ti sembrano più comodi da maneggiare e portare sempre con te, non sono utili per applicare il fondotinta, quindi in questo caso non considerarli.

Guarda le setole

Mai sottovalutare questo aspetto che, anzi, è uno dei primi al quale prestare attenzione per scegliere il pennello giusto.

Per stendere i fondotinta in polvere o compatti meglio le setole naturali perché raccolgono più colore e lo stendono in modo maggiormente uniforme. Per le soluzioni liquide, invece, sono più indicate le setole sintetiche.

Una terza alternativa è data dal pennello a due fibre, dove alla base sono presenti quelle naturali, mentre in cima le sintetiche. Questa tipologia dona un effetto molto naturale e leggero, soprattutto se il fondotinta viene inumidito con dell’acqua.

Ricordati di pulirli

Qualunque sia la tua scelta, ricorda che per dare il massimo, ed evitare di trasferire sporco e batteri sulla tua pelle, responsabili di reazioni cutanee o infezioni, i pennelli devono essere lavati regolarmente con acqua e sapone neutro.

Per mantenere le setole morbide e assicurare loro una lunga durata, massaggiale ogni tanto con una goccia di olio di cocco o oliva, oppure con balsamo per capelli.

A ogni fondotinta il proprio pennello

Oltre a seguire queste indicazioni generiche, non va mai dimenticato che non esista un pennello migliore di un altro in senso assoluto ma che ogni scelta debba essere fatta in base al tipo di fondotinta.

Pennello per fondotinta in polvere e compatto

Se usi un fondotinta in polvere o compatto, per scegliere il pennello giusto devi per prima cosa assicurarti che le setole siano morbide e piuttosto fitte, in modo che il prodotto penetri al meglio tra di loro e si stenda uniformemente.

La forma dovrebbe essere tonda o a cupola e proprio per questo il modello più adatto è il Kabuki.

Cos’è il Kabuki

Come spesso accade se si tratta di oggetti di culto beauty, anche il Kabuki è stato ideato in Giappone e deve il suo nome al fatto che in passato fosse usato sopratutto nel teatro Kabuki.

Questo pennello è rivoluzionario perché grazie alla sua conformazione assicura un’applicazione perfetta e senza spreco di fondotinta. Puoi usarlo da asciutto, se preferisci una coprenza leggera, o da bagnato se il risultato che vuoi ottenere è più marcato.

Il pennello Kabuki può essere piatto, perfetto per raggiungere le parti del viso più difficili; arrotondato per dare maggiore definizione; obliquo, ideale per i fondotinta minerali; o affusolato, che assicura un’applicazione ancora più precisa e professionale.

Pennello per fondotinta liquido o in crema

Se usi un fondotinta liquido o in crema, i modi per stenderlo sono due: le dita o il pennello.

Per quanto riguarda la scelta del pennello, meglio optare per uno piatto, dalla così detta forma a lingua di gatto. Questo genere, infatti, aiuta a stendere il prodotto e ad ottenere una base trucco coprente ma dall’effetto naturale e super modulabile.

Pennello per fondotinta a forma ovale

Meno comune di altri, ma sicuramente originale, stilosissimo e dai risultati portentosi è il pennello ovale.

Forse lo hai visto in set multi pennello ma ovviamente esiste anche singolo. Semplice da usare visto che è sufficiente compiere movimenti circolari su tutto il viso, assicura una base trucco perfetta, coprente ma estremamente naturale.

Opzione extra: la Beauty Blender

Scegliere il pennello giusto è sicuramente l’azione migliore per garantirsi una stesura di fondotinta impeccabile, ma se ti senti in difficoltà, un’alternativa validissima che puoi considerare per compiere questa operazione, è quella di affidarti alla Beauty Blender: una spugnetta super semplice da usare.

La sua forma ergonomica ricorda quella di un uovo e ha diverse sfaccettature, ognuna con una funzione ben precisa: la punta è adatta per truccare le zone più piccole del viso, mentre la parte bombata si usa per stendere il fondotinta su collo, fronte e guance.

Perfetta soprattutto se usi un fondotinta liquido, per sfruttarne al meglio le potenzialità bastano pochissimi passaggi: metti un po’ di fondotinta sul dorso della mano, inumidisci la spugnetta e intingila nel prodotto, poi picchiettala sul viso in modo uniforme.

Riproduzione riservata