spiaggia grado

Cerchi il vero benessere? Vai a Grado!

  • 27 05 2021
Stare bene, passeggiare all'aria aperta e incontrare tradizioni e cibo locale: è questa la ricetta che luoghi come Grado applicano da anni per rendere l'estate indimenticabile

Nella vita frenetica di tutti i giorni sono pochissimi i momenti in cui sedersi e praticare la nobile arte del "dolce far niente". Questa filosofia, nota sin dai tempi antichi, ha reso l'Italia una meta turistica in cui scoprirne i cardini tra monumenti, spiagge, meraviglie storiche e naturali, e fantastiche soste in osteria. C'è una regione che più di tante altre, mettendo insieme benessere e autenticità, ha scritto una ricetta unica per il dolce far niente rigenerante: è il Friuli Venezia Giulia e la sua splendida Grado.

La ricetta Grado

Situata tra Trieste e Venezia, Grado è una delle mete più amate dai tantissimi turisti italiani e stranieri che scelgono il Friuli Venezia Giulia. Qui la vacanza non è solo sinonimo di mare e sole: è una meta che coniuga il benessere di tutta la famiglia, lontani dallo stress quotidiano e soprattutto in totale sicurezza, alla voglia di sport, buon cibo e relax.

Grado è perfetta per passare del tempo all'aria aperta, godendo della bellezza e del silenzio di spiagge e riserve naturali, o di uno scorcio del centro storico perfetto anche per un post su Instagram, prima di accomodarsi al tavolo di un grazioso ristorante e dare soddisfazione anche al palato, senza dover mai prendere la macchina, ma spostandosi in bici.

Le vie della città e la sua stupenda architettura naturale sono il mezzo per connettersi anche a tradizioni e culture popolari. Attraverso il fitto elenco di attrazioni culturali, si può vivere con grande autenticità il contatto con questo borgo marinaro. Tutto questo è Grado, una città capace di riconnetterci a noi stessi e coltivare le energie.

grado

Scegli la spiaggia adatta a te

Alla fine del 1800, Grado era considerata una ambitissima stazione balneare e la sua isola, una delle località turistiche più antiche dell'Alto Adriatico. Qui il mare si intreccia con la storia, ma anche con l'innegabile fascino che gli scenari naturali sanno regalare. Ci sono 11 km di spiagge da esplorare, dove da 33 anni sventola l'ambitissima Bandiera Blu.

Il sole bacia la sabbia finissima, i fondali bassi e illumina il mare cristallino: insomma, lo scenario perfetto per una vacanza in famiglia! Accanto allo stabilimento termale, c'è un parco acquatico con piscina di 85 metri dotata di idromassaggio, cascate d'acqua, vasche termali con acqua marina, ma anche trampolini e giochi. I 120.000 metri quadrati di arenile sono suddivisi in quattro spiagge, dove gli appassionati di sport acquatici e kitesurf possono prepararsi per divertirsi.

Si può scegliere tra la spiaggia GIT, il cuore dell'Isola del Sole, fiore all'occhiello della città. Una magnifica distesa dorata si estende per quasi due chilometri verso est e attraversa tutta la zona centrale, offrendo comfort, divertimenti, strutture sportive e wi-fi.

Per chi viaggia con animali al seguito, la meta perfetta è la spiaggia Lido di Fido o la sua gemella a Grado pineta, la Spiaggia di Snoopy. Qui, i tanti servizi e le aree dedicate a sport e intrattenimento, si sposano alla perfezione con la quiete naturale di alberi e natura poco distanti.

Poi c'è La Costa Azzurra, la spiaggia più occidentale dell'Isola, proprio alle spalle del centro storico. Hai mai fatto il bagno su una spiaggia circondata da alberi? Scegliendo la spiaggia Al Bosco, troverai ombra e mare bellissimo in uno stesso posto. Vuoi provarle tutte? Ti basterà noleggiare una bici ed esplorare l'intera costa.

Vivi Grado e fai sport

Grado è infatti un paradiso per gli amanti delle biciclette. Grazie ai suoi 40 km di piste ciclabili interne, da quattro edizioni consecutive l’Isola è contrassegnata dai cinque bike-smile della Bandiera Gialla di Fiab, il massimo riconoscimento per i Comuni Ciclabili della Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta. Ma non solo: qui lo sport è una vocazione territoriale, a Grado non si sta mai fermi!

È una meta perfetta per gli amanti del nordic walking, che si può praticare anche sulle piste ciclabili. Si può fare surf trascinati dal vento o da un aquilone. Non manca lo spazio per gli appassionati di golf, ma anche di beach volley, vela, sci nautico.

Grado, eventi ed escursioni per un anno

A Grado c'è sempre qualcosa da fare e da vedere, il che la rende una città perfetta per una pausa estemporanea durante tutto l'anno, anche lontano dai picchi vacanzieri. Si inizia il 5 gennaio con L’arrivo delle Varvuole, streghe che arrivano a bordo delle “batele”, le tipiche imbarcazioni lagunari.

Da aprile a maggio si tiene il Festival della canzone gradese, mentre gli amanti della cucina vegetale potranno deliziarsi alla Mostra dell’asparago bianco di Fossalon, dove al miglior produttore viene assegnata la “sgorbia d’argento”. Nella Valle Cavanata, sempre in primavera, si celebra la Giornata degli uccelli migratori, con la possibilità di effettuare una visita guidata agli osservatori della Riserva naturale.

Tra giugno e settembre l'estate si anima tra le escursioni con l'Archeobus (possibili da giugno a settembre) e quelle al casone di Mota Safon. Noto anche come Casone di Pasolini, qui il grande poeta e regista girà il film Medea con Maria Callas. Da non perdere il Walking Tour delle Botteghe Artigiane, in cui poter scoprire i segreti di orafi e scultori che ogni giorno si lasciano ispirare dal mare e dalla propria arte. ancora l'Air show della Pattuglia Acrobatica Nazionale delle Frecce Tricolori (in programma il 28 luglio 2021) e il Sabo Grado.

Partire alla scoperta delle bellezze naturalistiche e culturali dell’entroterra, abbinando sempre la degustazione di una specialità enogastronomica dei produttori della Strada del Vino e dei Sapori: è questo lo spirito di Sea&Taste, un progetto che raccogliere un fitto calendario di escursioni in partenza dalla Costa del Friuli Venezia Giulia, Grado compresa.

Tra i tour da non perdere c'è la Crociera Aquileia by night: partendo da Grado, potrai vivere una degustazione guidata di vini con cena a bordo e visita notturna alla Domus Romana. Per i più avventurosi, c'è in programma Pagaiando all'Isola di Cona, un'escursione in canoa presso la riserva Naturale Foce dell'Isonzo completa di aperitivo con degustazione di vini.

Non mancano i piaceri musicali, celebrati nel festival Grado Jazz, ma anche Onde Mediterranee. Il festival si destreggia tra letteratura, musica e pensiero multiculturale da 25 anni. Quest'anno, nonostante la pandemia, tutto gli eventi in programma dal 10 luglio al 5 agosto sono confermati. Nella notte di Ferragosto, imperdibili i fuochi sul mare, organizzati per la Festa dell'ospite.

grado

A settembre Grado sfodera i muscoli. È il momento del Triathlon e della Aquaticrunner Italy Xtrim Border Lagoon, una spettacolare competizione di corsa e nuoto che, annualmente, si svolge nel territorio lagunare. A ottobre si torna a tavola con il Mese del Boreto a la graisana, rassegna enogastronomica realizzata per degustare il piatto simbolo della cucina locale.

L'anno volge al termine tra il Festival della Cultura del Mare “Mare Nostrum”, la Festa d'Autunno di Valle Cavanata, la Vogadalonga e il fitto programma natalizio, in cui l'arte del presepe incontra la tradizione marittima, mettendosi in mostra.

E ora, a tavola!

L’enogastronomia di Grado è la ciliegina sulla torta della vacanza perfetta. Il pesce fresco è la principale attrazione. Il centro storico, la scenografia. Molto suggestivi sono i ristoranti con attracco in laguna o quelli fronte mare, in cui gustare un pranzo sublime.

Per non perdere il meglio di Grado a tavola, l'imperativo categorico è provare il Boreto a la graisana, una zuppa di pesce accompagnata con polenta, creata dai pescatori di laguna, chiamati casoneri. Poi ci sono le Sardele e sarduni: vengono proposte conservate sott'olio, impanate e fritte, "in savor" o "a scotadeo". Da non perdere le Sepe sofoage, una variate delle seppie in umido, e l'Anquila in speo, ovvero l'anguilla cotta allo spiedo, magari con contorno a base di asparago bianco di Fossalon.

Nel calice, tre DOC: la Friuli Aquileia, la Friuli Isonzo e la Collio, tre marchi distintivi di grandi vini bianchi e rossi, che riportano fedelmente nel bicchiere i sapori della collina e della pianura. Infine, ogni pranzo a Grado si conclude con il Santonego®, da degustare liscio o ghiacciato. Il menu è molto ricco: cosa aspetti a fare le valige e partire?

I contenuti di questo post sono stati prodotti integralmente da Grado.
© Riproduzione riservata.