Come Sostituire Un Pezzo Di Legno Saltato In Un Mobile

1/7 – Introduzione

Talvolta, i mobili che abbiamo in casa subiscono danni di diverse entità. Per ovviare a questo problema, esistono vari tipi di riparazione. Se poi non si riesce a sistemare il pezzo danneggiato, allora bisogna sostituirlo. In base a problema riscontrato, si può fare appello all’inventiva e cercare la soluzione più adatta.
Ma nel caso di un pezzo di legno saltato in un mobile, come si fa ad effettuare una sostituzione? Vediamolo nei passaggi di questo piccolo prontuario. Il pezzo di legno saltato si può sostituire sia in un mobile vecchio che in uno nuovo. Ora entreremo nel dettaglio, analizzando passo per passo la procedura.

2/7 Occorrente

  • Scalpello
  • Lima
  • Martello
  • Colla vinilica
  • Morsetto
  • Seghetto da ferro
  • Mordente
  • Carta abrasiva

3/7

Per prima cosa, mi sembra doveroso precisare che, nel momento in cui un frammento di mobile manca di una parte, bisogna creare una sede adeguata al rappezzo. In sostanza, l’azione preliminare da svolgere consiste nella spianatura della zona in cui manca il pezzo.
Quando andrete a sostituire il legno danneggiato con un pezzo nuovo, controllate che quest’ultimo sia dello stesso colore e stile dell’intero mobile. Così facendo, il nuovo pezzo non si noterà e il mobile sembrerà ancora perfettamente integro, malgrado la sostituzione.
Procedete, dunque, andando a sagomare il mobile con l’aiuto di uno scalpello. Fate attenzione a non rovinare né scheggiare la parte su cui applicherete il pezzo sostitutivo.

4/7

In questa fase, accertatevi che il mobile e il nuovo pezzo combacino perfettamente. In caso di esito positivo, allora potete iniziare ad applicare uno strato di colla vinilica sulle parti interessate e attendete qualche minuto.
A questo punto, dopo l’asciugatura della colla, potrete posizionare il pezzo. Andate a serrare le due parti servendovi di un morsetto. A tal proposito, interponete dei blocchetti di legno di scarto per evitare danni. Inutile dirvi che bisogna procedere con estrema cautela sia in questo passaggio che nei successivi.
Lasciate passare 24 ore, poi rimuovete il morsetto e l’eccedenza della parte aggiunta. Quest’ultima dovrà essere sempre abbondante, sicché possiate levigarla con scalpello e lima.

5/7

Qualora ce ne fosse bisogno, dovrete tagliare il pezzo aggiunto per portarlo a misura con l’elemento da riparare. Per fare ciò, vi consiglio vivamente di utilizzare un seghetto da ferro, che ha un taglio molto fine.
Una volta eseguito questo passaggio, levigate attentamente la parte aggiunta e i settori lungo i bordi di contatto con la carta abrasiva.
A questo punto, occorre rendere invisibile la linea di contatto tra le due parti. Applicate qualche goccia di mordente e poi applicate la finitura adeguata. Come ultimo step, eseguite la lucidatura. Prestate molta attenzione nel maneggiare gli attrezzi e i pezzi di ricambio e vedrete che il vostro lavoro sarà pressoché perfetto.

6/7 Guarda il video

7/7 Consigli

  • Rispettate sempre i tempi di asciugatura della colla per garantire una maggiore tenuta dei pezzi..
  • Eseguite ciascun passaggio con estrema cautela, onde evitare risultati deludenti a fine lavoro.
Riproduzione riservata