Oscar 2021, tutti i vincitori

Tutti i premiati della 93esima edizione degli Academy

La notte degli Oscar 2021 si è conclusa con il vero trionfo di Nomadland di Chloé Zhao che si porta a casa tre statuette nelle categorie più importanti, il primo su tutti: il premio Oscar come miglior film. La 93esima edizione degli Oscar, in presenza per i candidati (non tutti) e pochi invitati, si è tenuta a Los Angeles sia al Dolby Theatre che all'Union Station, due mesi dopo il solito appuntamento, a causa della pandemia di Covid-19.

Il premio per il miglior film è andato a Nomadland di Chloé Zhao, che ha vinto anche il premio per la miglior regia. I quattro attori premiati dall'Academy – attore e attrice, protagonista e non protagonista – sono stati, rispettivamente Anthony Hopkins (The Father), Frances McDormand (Nomadland), Daniel Kaluuya (Judas and the Black Messiah) e Yuh-Jung Youn (Minari).

L'Italia, che puntava sulla voce di Laura Pausini, e sul trucco e i costumi di scena di Pinocchio, resta a bocca asciutta. Niente statuetta per Laura Pausini, battuta dall’afroamericana 23enne H.E.R. con il brano Fight for you tratto dal film Judah and the black messiah. Nulla di fatto anche per  Pinocchio di Matteo Garrone: il primo riconoscimento per make-up e costumi viene assegnato a Ma Rainey’s Black Bottom

Miglior film

Nomandland ha vinto come Miglior film. Una vittoria più che annunciata, che non ha sorpreso. La pellicola di Chloé Zhao aveva già raccolto apprezzamenti ed applausi, oltre anche ad un Leone d'Oro al Festival di Venezia, lo scorso settembre 2020.

Miglior regia

Il secondo premio per Nomadland arriva tra le mani della sua regista, Chloé Zhao, nazionalità cinese naturalizzata americana, 38 anni, si porta a casa anche la statuetta per la miglior regia. È la seconda donna in 93 edizioni, a vincerla nella storia dell’Academy Awards, e la prima di origini asiatiche.

Miglior attore protagonista

A vincere l’Oscar 2021 come miglior attore protagonista è Anthony Hopkins (non presente in sala, e neppure in collegamento da casa), per il suo ruolo nel film The Father -Nulla è come sembra di Florian Zeller. Hopkins, 83 anni, è l’attore più anziano ad aggiudicarsi la statuetta. Seconda volta per lui come best actor: la prima fu nel 1992 con Il silenzio degli innocenti.

Miglior attrice protagonista

Ed ecco la terza statuetta di Nomadland: la miglior attrice protagonista è Frances McDormand. L’attrice americana, 63 anni, è al terzo Oscar come miglior attrice protagonista, già vinto nel 1997 con Fargo, e nel 2018 con Tre manifesti a Ebbing, Missouri

Miglior attrice non protagonista

Il premio come miglior attrice non protagonista va a Yuh-Jung Youn, attrice coreana del film Minari, scritto e diretto da Lee Isaac Chung. La pellicola aveva vinto il Gran premio della giuria al Sundance Film Festival 2020 e il Golden Globe per miglior film straniero

Miglior attore non protagonista

Il miglior attore protagonista è Daniel Kaluuya per Judas and the Black Messiah, di Shaka King.

Miglior canzone originale

Laura Pausini torna a casa senza statuetta, ma con tanta felicità per essere stata rappresentate italiana agli Academy. Io sì (Seen), il singolo pubblicato il 23 ottobre 2020 per la colonna sonora del film La vita davanti a sé, non si è aggiudicato il premio Oscar per la miglior canzone originale, che va a H.E.R. con il brano Fight for You, colonna sonora di Judas and the Black Messiah.

Miglior film internazionale

L’Oscar per il miglior film internazionale va ad Another Round, film danese del regista Thomas Vinterberg che, durante il discorso dei ringraziamenti, si è molto commosso nel ricordare la figlia Ida, scomparsa in un incidente stradale poco prima che iniziassero a girare il film. La figlia aveva scritto una lettera al padre, entusiasta per la pellicola. «Abbiamo fatto questo film per te. Sei parte di questo miracolo», ha commentato Vinterberg.

Miglior film di animazione

L’Oscar 2021 per il miglior film di animazione va al cartoon della Pixar: Soul di Dana Murray e Pete Docter.

Miglior colonna sonora

Soul si aggiudica la statuetta anche per la miglior colonna sonora di Trent Reznor, Atticus Ross e Jon Batiste. Per la coppia Reznor e Ross è il secondo Oscar dopo The Social Network del 2011

Miglior sceneggiatura originale

L’Oscar per la migliore sceneggiatura originale va a Emerald Fennell per il film Promising Young Woman, che lei stessa ha diretto assieme a Carey Mulligan, la protagonista.

Miglior sceneggiatura non originale

L’Oscar per la miglior sceneggiatura non originale va a Christopher Hampton e Florian Zeller per The Father - Nulla è come sembra.

Migliori effetti speciali

Andrew Jackson, David Lee, Andrew Lockley e Scott Fisher, si aggiudicano l’Oscar 2021 per i migliori effetti speciali con Tenet di Christopher Nolan

Miglior documentario

A vincere come miglior documentario è My Octopus Teacher («Il mio amico in fondo al mare») di Pippa Ehrlich, James Reed and Craig Foster

Migliori costumi

Niente Oscar per Pinocchio di Matteo Garrone: la statuetta per i migliori costumi va al film Ma Rainey’s Black Bottom di George C. Wolfe. La costumista Ann Roth, 89 anni, diventa così la donna più anziana ad aggiudicarsi il premio.

Miglior trucco e acconciatura

Ma Rainey’s Black Bottom vince anche come miglior trucco e acconciatura del team formato da Sergio Lopez-Rivera, Mia Neal and Jamika Wilson 

Riproduzione riservata